martedì 27 aprile 2010

Casco e giubbino rifrangente obbligatorio per i ciclisti



Tra le tante follie che questi parlamentari ci stanno offrendo un paio di queste mi stanno facendo veramente imbestialire ovvero l'obbligo di usare il casco in bicicletta ed il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità mezz'ora dopo il tramonto ed in galleria.

Un ottimo incentivo per convincere i pochi ciclisti italiani a non convertirsi alla bicicletta, il casco è scomodissimo per le normali pratiche cittadine come andare a visitare qualche negozio e comprare qualcosa, al contrario degli scooter e moto la bicicletta non possiede un baule ovvero bisognerà portare sempre dietro con se il casco in qualsiasi luogo ci si stia recando, senza considerare ovviamente le eventuali perdite di tempo per prenderlo, indossarlo e slacciarlo anche per andare a prendere un caffè a 100 metri di distanza percorrendo una ciclabile, come se non bastasse a disincentivare l'uso della bici ci sta anche un provvedimento che ha dell'incredibile ovvero obbligare tutti i ciclisti ad indossare il giubbotto o bretelle riflettenti dopo il tramonto ed in galleria anche di giorno, come se non bastasserò già le obbligatorie luci anteriori e posteriori, i catarifrangenti nei pedali e nelle ruote! Ve la vedete una persona molto attenta a look mettersi quell'orrendo giubbino arancione/giallo antiestetico? Io proprio no, potrebbe essere utile in campagna nelle strade non illuminate ma nei centri urbani proprio no dove spesso sono superflue anche le luci.

Guardacaso tra le varie proposte ci sta anche quella di alzare la velocità in alcuni tratti autostradali a 150km/h....si vede proprio che pensano alla nostra sicurezza ed all'ambiente...mi fanno schifo, pensano solo a girare comodamente e velocemente con i loro SUV/auto blu/macchine sportive e fanno bardare i poveri ciclisti per evitare di ucciderli quando li mettono sotto.

La proposte di modifica al disegno di legge 1720 sui velocipedi sono state presentate da dei senatori del Partito Democratico che sono:

GIARETTA, MARCO FILIPPI, DONAGGIO, FISTAROL, MAGISTRELLI, MORRI, PAPANIA, SIRCANA, VIMERCATI, ZANDA

Qui il testo che è stato già approvato dal Senato:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emendc&leg=16&id=473732&idoggetto=535008


Per chi volesse fare qualcosa per evitare questa idiozia può scrivere ai senatori citati in alto (cliccando trovate la loro email) o al presidente della commissione lavori pubblici Luigi Grillo queste le sue email:

grillo_l@posta.senato.it
senluigigrillo@hotmail.com

Da domani andare in bici potrebbe essere molto meno piacevole, facciamo il possibile per evitarlo.

In alto uno dei veri modi per aumentare la sicurezza stradale, rendere il paese e le città a misura di pedone e di bici come Amsterdam (al minuto 2.30 potete vedere che li usano le bici anche per trasportare 3 persone ed una lavatrice!).

P.S. Personalmente quando vado fuori città in bici per lunghi giri uso spesso il casco ma in città per fare i piccoli spostamenti e faccende quotidiane come ho già scritto lo trovo molto scomodo quindi non lo uso.

3 commenti:

Ally ha detto...

Bellissima Amsterdam!

manuele mariani ha detto...

invece non sono per niente delle idiozie, anzi, sono dei provvedimenti estremamente giusti e sensati ! soprattutto per quanto riguarda l'obbligo a indossare il giubbino rifrangente la sera.. è così logico che si debba mettere! (mai fatto un giro a londra..??) io proprio come fanno in inghilterra spesso lo metto anche quando giro di notte con la moto ! posso capire la scomodità del casco, ma infatti sarà obbligatorio solo per i minori di 14 anni.
cmq devo aggiungere che l'idea di rendere obbligatorio il giubbino giallo è mia.. e sono ben felice che mi abbiano ascoltato quando proposi questo mio suggerimento l'anno scorso ad alcuni politici_

Coco Lin ha detto...

For safety purposes, high visibility colors and reflective stripes are going to make you far more visible. Safety vest

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.