sabato 6 maggio 2006

Notebook hardware control. Computer o stufa?


Come saprete bene i computer scaldano molto. Il mio notebook ad esempio per questo motivo azionava la ventola di raffreddamento ad alte velocità anche quando era fermo a non fare niente, quindi mi sono messo a cercare un programma che risolvesse questo problema ed evitasse tutti questi sprechi energetici, con l' estate che sta per arrivare un computer che fa da stufa può essere veramente controproducente, inoltre la ventolina che gira velocemente è molto fastidiosa per via del rumore prodotto.
La soluzione migliore a mio parere è Notebook Hardware Control, questo programma permette di regolare il voltaggio e frequenza del processore, ci sono diverse modalità, la più utile è sicuramente quella dinamica (dynamic switching) che permette di modificare in automatico la velocità del processore in base al carico richiesto. Quando il processore sarà poco impegnato (ad esempio mentre si chatta, si scarica qualcosa o si lavora su programmi semplici come word) consumerà e riscalderà pochissimo. Se la potenza richiesta sarà elevata il processore viaggierà a pieno regime. Inoltre questo programma vi permette di monitorare moltissimi parametri come ad esempio quanta energia sta consumando (in Watt), il livello di usura della batteria, la temperatura del processore e dell'hard disk.
Una leggerissima pecca di questo programma è che per funzionare necessita l'istallazione di un programma microsoft ovvero framenetwork 2.0
Notebook Hardware Control potete scaricarlo cliccando qui.
Da quando lo uso il computer scalda e consuma pochissimo, un ottima cosa per la vostra bolletta e la salute del vostro pc.
Ecco una schermata del programma (i grafici a destra spuntano solo su vostra richiesta nel desktop come se fossero integrati nello sfondo).

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie Alessio Utilissimo.
Il mio bolle^_^

Uto

[*Admin*] ha detto...

Ciao sono L'admin di Technomhz.com e di CenterZone.it se sei interessato a scrivere di tecnologia, Software, Computer, Hardware, Videogiochi, Telefonia etc.. partecipa al progetto Technomhz Projetct Open .

per Info: www.technomhz.com

brian ha detto...

Wow, pensavo fossi l0unico ad usarlo!:-)
è davvero utile anche se, non so perchè, mi provoca qualche problema.. comunque credo che comprerò un supporto ventilato perchè quando gioco o uso autocad scalda di brutto,soprattutto in estate!
Comunque bravo per averlo trovato!
Anche io l'ho messo a disposizione sul mio blog...
un saluto

Claudio ha detto...

lo sto usando da un po', molto utile in effetti

francescomisc ha detto...

Percchè dici che è una pecca di questo programma è che per funzionare necessita l'istallazione di un programma microsoft ovvero framenetwork 2.0?

ciao e complimenti

vit ha detto...

Grazie mille

Anonimo ha detto...

Salve ragazzi,mi ha incuriosito il termine STUFA usato nel blog x indicare i portatili.Bene,dopo aver usato da tre mesi il famoso programmino(NHC) e aver constatato che la batteria ha aumentato l'autonomia,mi sono reso conto che,anche abbassando la temperatura di attivazione della ventola e ottenendo buoni risultati,il problema che rimane è quello che in streaming(la notte) la ventolina urla che è un piacere(e fa il suo rumore).
Direte:ma proprio incontentabile sei? SI!
Visto che ho un rudere di hp compaq nx6310 ho capito come trasformare una stufa in phon.
Lateralmente ai portatili(a volte dietro)c'è una griglia di plastica da cui dovrebbe fuoriuscire il calore del dissipatore di rame,grazie alla ventola che pesca aria da sotto.Il fatto è che,passando la mano anche quando la ventola vola,l'aria esce pannosa.
Quello che ho fatto è stato rompere le stanghette di plastica(naturalmente a pc spento e facendo molta attenzione a non fare entrare assolutamente pezzetti di plastica dentro perche possono bloccare la ventola;tranquilli,non c'è bisogno di un dispositivo antigravitazionale).Il risultato è che l'aria esce dalle lamelle di rame visibili ed esce sparata.Naturalmente esce calda,tipo phon,e la logica mi dice che più aria calda esce meno ne rimane dentro.
Ora,non voglio criticare i progettisti che mettono in galera i dissipatori,anche per motivi di sicurezza ed estetici ma non voglio neanche che tutti seguano il consiglio di violentare il portatile.Bisogna essere un pò audaci e avere a disposizione un portatile per cui si è pronti a tutto.
Comunque la cosa funziona e le ventola alza la velocità per poco tempo per poi scendere dopo molto meno tempo rispetto a prima,segno che la temperatura scende più velocemente.Praticamente funziona e anche troppo e se mettete anche qualche vecchio box di alluminio sotto(senza coprire la ventola)c'è il rischio che al pc venga il raffreddore;va bè per ora è estate e la cosa è OK.
GAMMAGAMMA

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.