giovedì 25 ottobre 2007

Notebook HP con linux? Illegale! Rimborso possibile? A volte



Una delle cose che più mi fa incavolare in questa società è sicuramente il fatto che non ci venga data la possibilità di acquistare in Italia un computer portatile senza Windows preinstallato e quindi di dover pagare a Microsoft decine o centinaia di euro anche se preferiamo lavorare con Linux, è come se quando compriamo un vaso ci impongano di acquistarlo sempre con dei fiori al suo interno, veramente una cosa assurda!

Io sto ancora attendendo in Italia dei notebook con Linux preinstallato...possibile che nessun produttore riesca a fare questo passo in avanti? E' una cosa che non mi da pace, sarebbe un passo fondamentale per l'espansione dei software open source e farebbe risparmiare tanti soldi agli italiani invece di darli a Bill Gates e Steve Ballmer (numero due di Microsoft) che potete ammirare nel video in alto.

Sfortunatamente le cattive notizie non sono finite, una pagina del sito dell' ADUC (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) sostiene addirittura che con l'introduzione di Windows Vista HP vieti d'installare Linux o altri sistemi operativi diversi da Windows nei propri computer!!! ecco quanto riporta il sito:

Con l'uscita del nuovo sistema operativo Microsoft Windows Vista, sono state cambiate alcune condizioni del contratto di licenza ed in particolare abbiamo riscontrato, nei computer prodotti dalla HP, l'inserimento di una nuova clausola: in caso di non accettazione delle condizioni di licenza "Il prodotto software inutilizzato deve essere restituito al rivenditore, unitamente all'hardware HP, entro 14 giorni dalla data d'acquisto, per ottenere il rimborso integrale del prezzo pagato alle condizioni in vigore presso il luogo d'acquisto". Quindi se non si vuole utilizzare il sistema operativo preinstallato, non sara' possibile tenere il computer per installarci altro software. La mancata osservanza di questa clausola, quindi, porterebbe l'utente che installa un altro sistema operativo senza restituire il PC, in una posizione di illegalita'.
Se da una parte e' finalmente certificata la possibilità' di ottenere un rimborso per la mancata accettazione del sistema operativo preinstallato, dall'altra vengono imposte condizioni non praticabili in modo da evitare che si possa scegliere realmente questa strada.
Questa situazione si inserisce nel crescendo di vessazioni ed abusi che, negli ultimi anni, stanno mettendo in atto Microsoft ed i suoi partner per consolidare il monopolio di fatto nel mercato dei sistemi operativi per personal computer.
Ci risulta che soltanto HP abbia per ora questa clausola, ma non ci stupirebbe se, a breve, anche gli altri produttori si allineassero a questa strategia.

VERAMENTE INCREDIBILE

Si continua a scavare in basso...

Cosa possiamo fare?

Io proporrei di chiedere in continuazione ai produttori di pc ed alle grandi catene di distribuzione la possibilità di acquistare notebook con Linux o senza sistema operativo preinstallato, e magari evitare di comperarli fino a quando non sarà data questa possibilità informandoli di questa vostra scelta.
Un'altra "soluzione" per limitare i danni potrebbe essere quella di acquistare solo notebook con Vista home basic preinstallato ovvero la versione più economica, in modo da dare meno soldi a Microsoft. Naturalmente informare di questa triste anomalia anche i lettori del vostro blog è una cosa molto utile.

Qualora non intendiate utilizzare Windows e non avete comprato un notebook HP (in quanto in tal caso dovrete restituirlo) potete provare a chiedere il rimborso del sistema operativo, dico provare perchè spessissimo si rifiutano di rimborsarvi e bisogna avviare pratiche legali nonostante il contratto originale di Vista recita quanto segue: "Qualora il licenziatario non le accetti [le condizioni], non potra' utilizzare il software e dovra' contattare il produttore o l'installatore per conoscere le modalita' di restituzione allo scopo di ottenere il rimborso del prezzo"

A me sembra abbastanza chiaro...sempre se non si intenda la restituzione di tutto il computer, ma in tal caso installare Linux sarebbe illegale in tutti i PC e sappiamo tutti che non è così.

Comunque, se avete altre possibili soluzioni per porre fine a questo scandalo siete pregati di segnalarlo con qualche commento.

La questione mi tocca pure personalmente perché tra non molto avrò probabilmente la necessità di acquistare un nuovo notebook, il mio oltre ad essere un po vecchiotto (quasi tre anni di vita) comincia a mostrare diversi segni di cedimento e quando mi lascerà non ho intenzione di regalare altri soldi a Microsoft.

P.S. Ricordo a tutti che Windows Vista (ma io preferisco chiamarlo "svista") è un sistema pesantissimo ed occupa oltre 600mega di RAM, personalmente ritengo Windows Xp decisamente migliore e sicuramente non sono l'unico a pensarlo...


Aggiornamento 9 dicembre 2007: Ho trovato un modo per acquistare notebook con linux preinstallato. Si possono trovare su Ebay, cercate bene.

Aggiornamento 5 luglio 2008: Stanno uscendo molti ultraportatili con linux preinstallato, come ad esempio l'Eee Pc che è veramente un bel netbook.

17 commenti:

Mauro Alloro ha detto...

Ciao Alessio, condivido tutte le tue considerazioni e preoccupazioni.
Avevo scritto un post in cui riportavo la segnalazione di un caso in cui un acquirente francese era riuscito a farsi rimborsare il prezzo di tutte le licenze del software (vedi http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2071495) che non intendeva utilizzare, peccato che avesse dovuto ricorrere in tribunale.
Attraverso questa segnalazione, sono arrivato a questo articolo dove si diceva che Dell aveva previsto un'offerta con Linux Ubuntu.
Non so se la tua scelta fosse mirata solo agli HP, comunque ho scoperto che dal Portale di Dell (sia US che IT) non è prevista alcuna offerta standard che preveda Linux, pero' cercando Ubuntu nel portale, si ottiene tra le risposte (da notare la constante presenza della scritta Dell consiglia Windows Vista® Business.) un link a questa pagina ( http://www1.euro.dell.com/content/topics/global.aspx/alliances/en/linux?c=it&l=it&s=gen) che consente di vedere le uniche due offerte che hanno Ubuntu (2 desktop e 1 notebook) pero' sono solo sul portale US e non so se sia possibile l'utilizzo da un acquirente italiano.

Daniel ha detto...

Io ho un MacBook e non posso lamentarmi. Se prendi un Mac poi puoi installare Linux, sempre che lo trovassi necessario. Non so se sia possibile ma immagino di sì. In ogni caso tutti i free- e shareware esistono anche per Mac OS. Inoltre sono certo che i prezzi della Apple sono in discesa.

Credo che con questa mossa, la Microsoft faccia il gioco della concorrenza (ovvero Apple).

gianluca ha detto...

concordo con Daniel, anche io ho un Mac

http://gianluca-revolution.blospot.com

Inenarrabile ha detto...

"P.S. Ricordo a tutti che Windows Vista (ma io preferisco chiamarlo "svista") è un sistema pesantissimo ed occupa oltre 600mega di RAM, personalmente ritengo Windows Xp decisamente migliore e sicuramente non sono l'unico a pensarlo..."

Decisamente non sei l' unico, ho sentito moltissimi pareri sfavorevoli. Tanto che ho preferito comprare un pc con windows Xp, che è anche compatibile con il Vista ma dopo tutto quel che ho letto e sentito non m' importa.

Andrea ha detto...

Ci sono un po' di cose da dire.
Concordo sui giudizi negativi riguardo Vista, soprattutto per la gestione dell'utente amministratore, la gestione delle rimozioni sicure dell'hardware, la pesantezza e il costo.

Riguardo ai portatili.
Dell commercializza Desktop e Notebook equipaggiati con Ubuntu negli Stati Uniti e nel Regno Unito. La pagina relativa ai computer equipaggiati con Ubuntu si chiama "Open source operative system". Ecco il link

Per la storia del rimborso, segnalo nell'ordine:
http://www.attivissimo.net/rimborso_windows/istruzioni.htm
http://pollycoke.wordpress.com/2007/10/26/%c2%abwindows-no-grazie%c2%bb%c2%b9-rimborsato/

Se devi acquistare un portatile, indipendentemente dal rimborso, evita gli HP, costosi e pieni di software spazzatura. Punta su un Fujitsu-Siemens per il rapporto qualità/prezzo. La scelta migliore resta sempre il Macbook: oltre a MacOS, puoi avere sulla stessa macchina Linux e anche Windows. Il prezzo è alto, ma sono soldi ben spesi, un macbook non si perde in chiacchiere.
:)

Andrea ha detto...

EDIT:
I link per il rimborso sono:
Paolo Attivissimo
Pollycoke

Daniel ha detto...

Se volete una bella notizia leggetevi il post di un blogger che racconta di come un certo Pieraccioli sia riuscito a farsi rimborasare tra interessi, multe a valore sel sistema operativo ben 2500 Euro da Microsoft. Ecco il link.

Iceman ha detto...

Salve a tutti,
Come voi io sono un accanito sostenitore di Linux e dell'Open Source, e proprio come voi ho avuto molti problemi nel trovare in vendita portatili senza windows preinstallato.
Sono arrivato a chiedere, perfino, al negoziante di vendermi il portatile senza HD, ma non è stato possibile.
Qualche tempo fa pensavo di aver risolto il mio problema, attraverso questo sito:
http://www.system76.com/
Che vende computer solo con linux ubuntu.
Al momento dell'ordine ho visto che non mi permetteva di ordinarlo xkè fanno spedizioni solo in inghilterra e america, Che Sfiga!!!
Xò guardate il risparmi che avete solo acquistando un notebook senza il sistema operativo Windows.
Cioè con 1100€ potreste acquistare il miglior portatile che abbiate mai visto, con queste caratteristiche:
OS: Ubuntu 7.10 (Gutsy Gibbon) Linux
Display: 14.1" Widescreen WXGA (1280 x 800)
Processor: Core 2 Duo T7700 2.4 GHz 800 MHz FSB 4 MB L2
Memory: 4 GB - 2 x 2 GB DDR2 667 MHZ
HD: 80GB 7200 RPM SATA
Graphics Card: nVidia GeForce 8600GT 256 MB
Audio Output: Realtek ALC 268
Networking: 10/100/1000 (LAN), WiFi
Wireless: 802.11 abg
Expansion: Express Card
Ports: VGA, 4x USB 2.0, MIC-In, Headphone Out, FireWire 1394
Card Reader: 3 in 1 Card Reader
Battery: 6 Cell Lithium Ion
Battery Life: 3.5 hours
Dimensions: 13.26" x 9.65" x 1.45" (W x D x H)
Weight: 5.5 lbs.

E possono essere tranquillamente modificati,non è che qualcuno abita in inghilterra??? :)

Anonimo ha detto...

L'unico produttore che permette di avere un rimborso di windows e di tutto il software installato senza troppe pene sembrerebbe l'acer :
http://www.acer.it/public/page6.do?sp=page6&dau11.oid=2490&inu19.current=2490&UserCtxParam=0&GroupCtxParam=0&dctx1=11&CountryISOCtxParam=IT&LanguageISOCtxParam=it&ctx3=5&ctx4=Italia&crc=1384825653

Big_Jack ha detto...

se devo essere sincero prnso cche tu abbia ma le interpretato la clusola. Premetto che sono un linuxiano convinto e che aborro la micro$oft.
Penso che la clausola non ti impedisca di installare un altro os sel pc, ma solo di chiedere un rimborso per la licenza micro$oft che non usi, dice infatti che se chiedi rimborso per la licenza loro vogliono anche il pc e ti rimborsano tutto. Non sei illegale se metti su linux, tuttalpiù non potrai usufrire della garanzia, che è comunque una vaccata.
Spero di essermi spegato, volevo solo precisare questo...
e se proprio non ti convince, compra un pc che non sia hp...
Per informazione dico anche che so di un mio amico che è riuscito a farsi vendere dalla Dell un pc senza os, e quindi a non pagare micro$oft. Ci ha messo tipo due giorni di telefonate al call center della dell (l'ha comprato direttamente in fabbrica ordinandolo dal telefono).
a me basterebbe questo per ora, sarebbe un passo avanti, comprare un pc e non pagare licenza software è un inizio...
Ma è ancora difficile, infatti le aziente che vendono pc guadagnano su ogni licenza che vendono e per questo tirano a non vendere un pc senza software...
Il free software comunque è sempre fruibile da tutti i tipi di utenti, e sempre più utilizzato (in particolare linux), e questo fa ben sperare per il futuro.
Buone cose.
Big Jack

Alessandro e Alice ha detto...

RAGAZZI ANDATE SU www.chl.it per ora vedo che è l'unico sito che propone in italia linux ubuntu preinstallato e di scegliere i pezzi voluti per costruirsi un notebook su misura.
CIAO
Alessandro

Anonimo ha detto...

ragazzi siete solo degli ipocreti. grazie a microsoft che la maggio parte di noi sa usare il PC, e poi non costa così caro, mentre gestire un sistema con linux vi assicuro costa almeno tre volte di più.

Anonimo ha detto...

Lasciando da parte i flame e le trollate...
Ho letto gli articoli, e informo che la dell ha introdotto una clausola simile a quella della HP per la quale al rifiuto dell'eula richiedono la restituzione dell'intero prodotto (qui occorrerebbe interpretare in maniera adeguata cosa si intenda per intero prodotto) nelle loro intenzioni, il pc + sw.
In ogni caso, il tentare di avere soluzioni diverse tramite il centro telefonico può essere una alternativa.
HP è stata sicuramente condannata almeno una volta al rimborso da un giudice di pace di Firenze. http://www.aduc.it/dyn/comunicati/comu_mostra.php?id=197413
saluti

isidoro ha detto...

Ho letto il tuo articolo, e sono pienamente d'accordo con te. Non credo che la clausola sia ancora valida, ho acquistato recentemente un portatile HP 530 con preinstallato FreeDos, e NESSUNA traccia di Windows, risparmiando circa 100 euro sul prezzo finale, ho installato Kubuntu 8.04 e sono soddisfattisimo.
Il portatile è stato consegnato in imballo originale sigillato, direttamente dalla HP. Tanto per non avere dubbi.
Saluti a tutti.

Anonimo ha detto...

http://paolodelbene.blogspot.com/2008_08_01.archive.html

ho trovato altre e tante hardware houses, ben oltre le 22 e questo nell'arco di tre anni 23 dec 2005,
oggi 28 jan 2009 ne avrò trovate almeno una decina, quindi staremo sulle 30 hardware houses, per quanto riguarda i rimborsi leggi il blog.

giovanguitar ha detto...

Salve, vorrei se possibile un parere: ho acquistato un portatile hpCQ60210EL, attirato dai suoi 4gb di ram, dalla tastiera estesa, dall'insieme dell'hardware, col vista basic, prevedendo però di passare all'ubuntu 8.10. Troppo tardi ho saputo che l'hp e altre marche hanno fatto un "cartello" con la Microsoft per fornire i prodotti col Vista e per NON fornire i driver proprietari delle schede madri e dell'insieme dell'hardware dei pc, allo scopo di non permettere la trasformazione verso il sistema linux. Dico bene? Ma io sono intenzionato a fare i salti mortali per riuscire nello scopo; vorrei sapere se qualcuno ha lo stesso obiettivo, se c'è riuscito, o sa come fare, anche se credo che si tratti più che altro di tentativi, vista la situazione. Grazie a chiunque mi vorrà rispondere.

CUsoon ha detto...

Ad oggi come siamo messi? Chi "osa" mettere Ubuntu su un laptop hp è ancora in posizione illegale e deve restituire il pc? Io ho un hp comprato a giugno 2007 e mi ritrovo il cesso di SVista. Vorrei mettere Ubuntu anche perché nella community ci sono delle guide per l'installazione a posta per gli hp. Rischio sanzioni se qcs non funziona e devo chiamare l'assistenza?

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.