lunedì 27 agosto 2007

Salite.ch, pendenza e Catania - Rifugio Sapienza in bici


Quand'ero piccolo non pensavo che sarei mai riuscito a fare una cosa simile ma ieri finalmente uno dei miei sogni si è realizzato, ovvero raggiungere il Rifugio Sapienza in bicicletta partendo da Catania, 1910 metri di dislivello distribuiti su circa 35km (tempo impegato per la scalata, 3 ore e 50 minuti). Certo nulla a che vedere con le salite più impegnative d'Italia però per me che non sono un ciclista professionista ma solo un semplice ragazzo che usa la bicicletta come mezzo di trasporto è comunque tanto. La soddisfazione più bella è stato vedere le auto ferme nelle piazzole di sosta per via del surriscaldamento del motore, alcune addirittura tornavano indietro perchè non ce la facevano proprio a salire fino al rifugio...della serie quando la potenza dell' uomo supera quella di un automobile anche in salita.

Ecco l'altimetria partendo da Nicolosi (700m sul livello del mare).

Il coefficente di difficoltà della salita è di 108.81.

Per tutti gli appassionati di ciclismo, questi dati sono stati presi dal sito www.salite.ch dove è presente un bellissimo database di tutte le salite più famose d'Italia e del mondo con tanto di grafici altimetrici e foto, questa ad esempio è la salita più impegnativa esistente in quel sito ovvero Scanuppia, coefficiente di difficoltà 320,85 pendenza media 17,4%! Per chi non sapesse cosa significhi una pendenza del 17,4% vi consiglio di consultare l' apposita pagina di wikipedia.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

Complimenti!
Penserò a te quando dovrò riaffrontare i cinquantotto metri d'altezza che mi separano dalla vetta

E.

Sergio ha detto...

complimenti! posso immaginare la soddisfazione che hai provato!

Alzata con pugno ha detto...

clap clap clap!!!

Eleonora ha detto...

Beh che dire...bravo!!!!!
E che soddisfazione....
Anche nel vedere le macchine ferme :P

Name: Raffaele (21) ha detto...

il bello della bicicletta è che dopo aver sudato e sgugnato (pedalato) come un cane, quando arrivi su in cima ti senti onnipotente, una soddisfazione incredibile...
a me è successo poche volte. poche ma buone però...
il tempo non era granchè ma chi se ne importa dico io, giusto?

Marina ha detto...

è una metafora della vita!
complimenti!

Bianco ha detto...

Complimenti!!!
W la bicicletta e tutte le salite...e condivido con te che conquistare una vetta è sempre qualcosa di magico...detto da uno che di passi ne ha fatti tanti!
Fodom!

Captain's Charisma ha detto...

madò, ho visto un paio di foto di sta salita...ho male solo a pensarci....

S.B. ha detto...

Non ho idea di cosa sia il coefficente di difficoltà di una salita .. ma complimenti davvero !!!

Artemisia ha detto...

Bravo, Alessio! Chissa' che cosce che hai! Oddio, forse ho osato troppo!!

Gaetano ha detto...

Ebbravo alessio!! Io quando l'ho fatto (in mountain bike :S) ci ho messo una mezz'oretta in +.
E' una soddisfazione, e la discesa, ripaga tutto... la cosa bella è che quella che porta su per l'etna, è una strada larga, con tornanti tutti di diverso raggio e mai ciechi. Quindi una goduria per gli amanti delle traiettorie.

FABIO ha detto...

Ti ricordo che anche col mio aiuto e con i miei suggerimenti ed incoraggiamenti siamo arrivati al rifugio assieme.
Alla prossima ale, sperando di scalare assieme vette sempre più alte!!!!

Fabio

P.S.
Ragazzi alessio non si è degnato a citarmi nel suo intervento siccome dice che nel mio blog ho messo delle foto in cui è venuto male!!! Venite a visitarmi......

http://fabiolicciardello.spaces.live.com/

Francesco ha detto...

Complimenti Alessio. La cosa mi ha destato molta curiosità perchè ero riuscito nell'impresa quando avevo 17 anni con una vecchia bici da corsa. Allora le mountain bike non avevano preso piede. Ti puoi immaginare la gioia per un ragazzino. Gli automobilisti mi prendevano per un folle!!!
Mi ha fatto piacere vedere l'altimetria che mi ha fatto capire che effettivamente il primo tratto è tra i più impegnativi.

Ciao

francesco ha detto...

ciao alessio. Voglio farti i complimenti per la salita. Anche io avevo questo sogno e l'ho coronato il 30 agosto 2006, pertanto sei in anticipo rispetto alla mia tabella di marcia! (io ho 28 anni!). L'ho fatta in mtb e ho impiegato circa 3 ore. Vedrai che le prossime saranno più facili, io adesso sono risucito ad accorciare i tempi a 2ore e 40 min.
Ancora, sul sto salite.ch il tracciato è da nicolosi al sapienza, ovvero 19km, non certo i 35 km che separano la circonvallazione dal rifugio! Ergo il coefficente di difficoltà si innalza!

Buone pedalate
CiccioPeloso

Mini4wdking ha detto...

Bravo! comunque se vuoi dire di aver fatto la regina delle salite...

ecco qua, fatta per la prima volta lo scorso luglio in 2h45 (tempo penoso, ma c'è di mezzo anche l'altitudine...)

http://www.salite.ch/stelvio1.asp?Mappa=http://www.viamichelin.fr/viamichelin/ita/dyn/controller/Cartes-plans?mapId=-tmrkjfq68mprbp&dx=485&dy=330&empriseW=970&empriseH=661

blognelweb ha detto...

Io al rifugio ci vado spesso preferisco la discesa , ovviamente in MTB , cmq la discesa è lunga è pericolosa le curve vanno fatte bene.....non è roba da poco

blognelweb ha detto...

Io preferisco la discesa , non è roba da poco le curve sono pericolose

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.