venerdì 11 maggio 2007

Uccidilo, cucinalo, mangialo. Ecco il nostro cibo



In Inghilterra recentemente è andata in onda una trasmissione chiamata "Kill It, Cook It, Eat It" ovvero uccidilo, cucinalo, mangialo. In questo bizzarro programma documentario viene mostrato cosa avviene "prima" che la bistecca, il prosciutto, la costoletta d'agnello, ecc.ecc finiscano nei nostri piatti. Il pubblico, di ogni genere ed età è fisicamente presente dentro al macello, dietro una lastra di vetro. In alto potete visionare un piccolo spezzone di questa trasmissione che ho trovato su You Tube.
Pensate sia corretto far vedere simili cose? Io ritengo di si, secondo me è giusto che un bambino sappia fin da piccolo da dove arrivi quella fetta di carne che si ritrova nel proprio piatto. Immagino che questa mia posizione non sia molto condivisa.

A proposito di alimentazione, ho scoperto solo adesso una cosa interessante sul vegetarianismo: vegetariano non deriva dal termine "vegetale" come supponevo ma da dal latino "vegetus" che significa "sano, vigoroso".

Inoltre non ero assolutamente a conoscenza che anche Adriano Celentano fosse un vegetariano (fonte Wikipedia: I vegetariani famosi).

24 commenti:

Eleonora ha detto...

io sono d'accordo con te!
Questa è una realtà troppo oscurata dai media in generale. E' bene che la si mostri e che la gente ne venga a conoscenza.
Dopo la visione, ognuno sarà libero di decidere per sé: a chi non interessa che questi animali vengano trattati in modo inaccettabile, continuerà a consumare carne; gli amanti degli animali e le persone sensibili, forse, apriranno gli occhi e decideranno di non voler più essere partecipi a questi massacri. Magari qualcuno diventerà vegetariano o vegan, altri ridurranno il consumo di carne. Si tratta comunque di piccole vittorie a mio parere.

Anonimo ha detto...

Qui non si tratta di vittorie e di stupifaggini simili! L'uomo è principalmente un carnivoro, TUTTO IL NOSTRO APPARATO DIGERENTE è fatto in modo di digerire molto bene la carne, ma anche vegetali, seppur non con la stessa efficienza! Noi in pratica siamo a tutti gli effetti fatti per nutrirci di carne! Vi ricordo che in natura è sempre così, i grandi carnivori mangiano animali più piccoli e li iniziano a mangiare quando SONO ANCORA VIVI... vedi i leoni, tigri, leopardi, puma, ghepardi, volpi, gatti, pantere ecc ecc... questa è l'a natura... e l'uomo non può prescinderne! Noi uccidiamo per mangiare! TUTTO NORMALE QUINDI! Almeno abbiamo la pietà di stordire gli animali prima di infliggere loro il colo di grazia! Non vedo quindi il problema! Altrimenti dovremmo evitare che anche in natura l'animale grande sbrani quello piccolo! Fate delle ricerche: le persone vegetariane non vivono bene come gli onnivori, le proteine nobili animali sono necessarie al nostro fisico, specie per quelli che addirittura si rifiutano di mangiare anche latte e uova! Credo di aver detto tutto! Essere vegetariani è una moda, non una necessità! L'uomo ha sempre mangiato carne e sempre lo farà!

Alessio ha detto...

Peccato che adesso siamo oltre 6 miliardi e stiamo facendo estinguere intere specie per mangiarle (animali marini specialmente) distruggendo alcuni delicati equilibri. Secondo me bisogna ridurre il consumo di carne per il bene di tutti

Chialuna ha detto...

Anche io concordo: è importante sapere come vengono trattate le nostre bistecche prima che diventino bistecche, anche e soprattutto per ricordarci che anche se noi le vediamo principalmente confezionate da qualche parte nel banco frigo si tratta delle stesse,identiche mucche [o maialini, cavalli,galline, tacchini...] che disegnavamo sugli album a colori quando fcevamo l'asilo,solo più tristi, sfruttate e maltrattate. Tra parentesi: sono capitata qui per caso e ho visto il post contro le aberranti faccine di MSN. Aderisco immediatamente, fosse per me ti farei un monumento: è ora di finirla con quell'atroce tirannide visiva.Saluti

Chialuna ha detto...

Tr parentesi, in risposta all'anonimo: io non sono vegetriana nè intendo diventarlo - anche se penso che si possa giungere ad un'alimentazione bilanciata anche eliminando carne dalla propria dieta - ma continuo a pensare che un po' di consapevolezza non faccia male a nessuno. Non credo che gli autori dei filmati in questione vogliano convertire il mondo al veganesimo/vegetarianesimo [ma poi, si dice "vegetarianesimo?"], ma, piuttosto, togliere qualche metaforica fetta di prosciutto dagli occhi degli illusi che pensano ai mattatoi come ad allegre fattorie dove le mucche attendono con serenità la loro morte. Tutto qui.

Anonimo ha detto...

L'anonimo sono io, mi chiamo Donatello, ho dimenticato di firmarmi prima! Sono d'accordo con te Chialuna, purtroppo è normale che ci siano aziende che uccidono i poveri animali con metodi poco corretti. Tuttavia resto del parere che la carne fa bene e che deve essere inserita in ogni tipo di alimentazione. E' proprio una questione fisiologica, del nostro organismo! I vegetariani mangiano in un modo particolare, almeno i vegetariani veri, per compensare il ridottissimo apporto di proteine, che come ogni dietologo direbbe, non sono "nobili" come quelle della carne. Quindi credo che si possa concludere dicendo che ci vuole un po' di consapevolezza magari nel favorire aziende che operano correttamente e nel rispetto della vita e della morte degli animali. Il discorso invece, dovremmo farlo per stati come la Cina... dove si uccidono CANI per essere mangiati... magari uccidendoli quando sono ancora vivi... oppure ancora meglio dobbiamo pensare agli animali da pelliccia... e agli ANIMALI che indossano quei prodotti...
Donatello.

Anonimo ha detto...

mamma, mi sono quasi sentita male... e a me la carne piace, mi sento sempre un mostro per questo motivo... Che schifo...
cochina63

Chialuna ha detto...

Donatello, vedo che concordiamo su alcuni punti - soprattutto scusa se ti ho dato dell'anonimo, capita spesso anche a me di non firmarmi e non lo faccio mai apposta. Sull'alimentazione dei vegetariani si può discutere, ma io non sono un'esperta e neanche gli asperti concordano, quindi penso che continuare il discorso abbia poco senso (io non convincerò mai te e tu non convincerai mai me, direi che è chiaro). Piuttosto: perchè trovi che si debba fare qualcosa-e lo sottolinei- per i cani in cina e ti accontenti di un generico "favorire aziende che operano correttamente e nel rispetto della vita e della morte degli animali" per il resto del mondo? è tutta una questione culturale... da noi i cavalli (per fare un esempio), lì i cani. Trovo che sia atroce in entrambi i posti e allo stesso livello.D'altra parte nessuno mi assicura che tornerai a rispondere, quindi arrivederci e tante buone cose.

Eleonora ha detto...

@ Donatello: per quanto riguarda la questione che l'uomo sia carnivoro, ci sarebbe da discutere a lungo! Infatti c'è chi sostiene il contrario 8e non si tratta di qualche squinternato veg ma di dati scientifici). Appena trovo queste informazioni te le invio, se ti posso interessare.
Invece per quanto riguarda la legge della natura: è vero il leone mangia la gazzella e ancora viva. Ma noi siamo gli esseri dotati di più cervello (anche se a volte non sembra...) e possiamo sopravvivere benissimo senza mangiare animali. Il leone mangia la gazzella per sopravvivere. Noi viviamo benissimo anche senza. Per questo è importante sapere che le proteine derivanti dalla carne possono essere integrate in altri modi.
E poi ti posso assicurare che io ne conosco di gente vegetariana e vegan: non è assolutamente vero che stiano meno bene degli onnivori! Anzi! Semmai è il contrario.
Io non ho deciso di diventare vegan per moda (ovvio che esistono le eccezioni, ma come in tutto!).E' stato il risultato di una lunga riflessione, di tante letture e visioni di video, di discussioni con altre persone. E alla fine mi sono detta: io amo gli animali, mi sono sempre piaciuti. E non capisco perché devo intenerirmi quando vedo un bel cagnolotto o un micio, mentre nel frattempo nel mio piatto c'è una mucca o un pollo. Che differenza c'è? Si tratta sempre di animali. Ovviamente con i cani e i gatti si instaura un rapporto diverso di quello che può esserci con una capra o un tacchino! Ma questi non hanno forse lo stesso diritto di vivere? Ed è giusto che vengano trattati in modo disumano solo per riempire le panze di consumatori sempre più ingordi di carne animale?
A questa motivazione se ne aggiungono delle altre:
- ambientali (per cibare gli animali degli allevamenti intensivi, si disboscano foreste e boschi per lasciare spazio a monocolture di cereali; senza contare l'inquinamento delle falde acquifere);
- salutari (gli animali degli allevamenti intensivi sono imbottiti di farmaci, antibiotici e altre cose artificiali, che quindi noi ingeriamo a nostra volta).
Io non voglio forzare nessuno. Non sono qui per obbligare te e nessun altro a diventare vegetariani. Ci mancherebbe altro! Voglio solo poter parlare liberamente di questa realtà, un po 'troppo snobbata dai media.
Poi ognuno farà la sua scelta. Qui siamo tutti abbastanza grandi e vaccinati per pensare con la nostra testa.
Io dico che si tratta di una vittoria se qualcuno diventerà vegetariano o vegan, oppure altri ridurranno il consumo di carne perché questo significa che una vita animale è stata risparmiata.
Chi non vuole rinunciare alla carne, potrebbe fornirsi dagli allevamenti biologici che dovrebbero assicurare migliori condizioni di vita e un prodotto finale più sicuro e salutare per noi. Purtroppo questo non è sempre possibile.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, sono sempre Donatello... be' apprezzo molto le vostre risposte! Però il mio punto di vista non cambia, insomma... sto bene mangiando un po' di tutto e la carne mi piace molto... e vabbè, che ci possiamo fare! In effetti mangiare cavalli non è che sia il massimo, infatti io carne di cavallo l'ho mangiata pochissive volte, solo da parenti. Mio padre infatti la giudica "di bassa qualità" ma forse vorrebbe dire che i cavalli come animali commestibili, non lo convincono molto! Ed io concordo con lui! In conclusione sono assolutamente d'accordo col favorire le aziende che operano in modo "biologico" in simbiosi con la natura! Ad esempio convincerò i miei ad acquistare uova che provengono da allevamenti che lasciano le galline al pascolo, libere, e non in delle piccolissime gabbie! Da solo non posso fare molto, ma almeno avrò un po' la coscienza a posto! Ciao a tutti! :)

Eleonora ha detto...

@ Donatello: mi sembra che questo sia lo spirito giusto!
E per la carne di cavallo: sai che forse è quella di migliorare qualità? I miei genitori mangiano praticamente solo quella perché mio papà, che se intende di animali, afferma che il cavallo sia l'unico animale tra quelli di allevamento che si rifiuta di mangiare schifezze e pure di bere se non trova acqua cristallina in cui specchiarsi!
Ed è anche vero che la carne viene considerata in modo diverso da cultura a cultura: ad esempio in America non riescono a concepire l'idea adi mangiare carne di cavallo! Che per molti di loro (più di quanto sia qui in Italia) rappresenta un animale da compagnia, alla pari del cane e del gatto.

Anonimo ha detto...

@Eleonora
Credo proprio che gli americani sui cavalli abbiano proprio ragione! :)
Donatello.

Eleonora ha detto...

ciao a tutti!
Volevo solo segnalare un articolo che ho pubblicato sul mio blog (http://livevegan.wordpress.com).
A prescindere dal fatto che uno sia vegetariano, vegan, onnivoro, carnivoro, fruttifero, crudista, macrobiotico (...) penso che sia un testo interessante e che offre molti spunti di riflessione.
Un salutone a tutti!

Anonimo ha detto...

si vabene,bisogna essere tutti vegetariani,nn uccidiamo + animali??ma da quando in qua??noi siamo animali e ci nutriamo di essi per vivere e soppravivere,il nostro corpo ne necessita.E poi scusami eh,farlo vedere ai bambini cosa finisce nel loro piatto??Ma siamo fuori??é come dire a un bambino ke babbo natale non esiste,che i bambini non nascono da un fiore..ma vene rendete conto??Quando crescono ne vengono a conoscienza e lo capiscono,nn cè bisogno di traumatizzarli a quell'età.Troppo facile fare dell'informazione cosi subdolamente dai...bisogna considerare ogni aspetto....se il mondo vivesse di teorie oggi nn sarei qua a scriverti

Eleonora ha detto...

@ Anonimo: allora viviamo tutti in una campana di vetro, d'accordo?
Facciamo finta che le guerre non esistono, che va tutto bene, che gli animali sono felicissimi di finire uccisi per i nostri stomaci...
Facciamo come gli struzzi, ok?
Testa sotto terra e...tanti saluti!

ioeilmare ha detto...

Ho visto un video su youtube che mi ha sconvolto.
Animali fatti a pezzi mentre erano ancora vivi...
Incredibile, ci riteniamo una società civile...
Evito commenti...forse meglio
Luca

Simo ha detto...

Io credo ke qsti nn siano dei massacri... Avete mai visto un leone qndo sbrana un'antilope? Credete ke nn sia un massacro?.. Cosa dovremmo fare uccidere un leone o mandarlo in galera qualora si cibi di un antilope? Ke si voglia o no è il ciclo della vita, proprio come dice anonimo... Se ci basate, l'animale del video non viene neanke ucciso barbaramente, ma in un modo rapido e indolore.
Io credo ke certo, si può decidere se mangiare carne o no, ma nn sopporto ki decide d nn mangiare x qsti assurdi motivi! La gente nn ha idea di ke danno ambientale s procurerebbe al mondo se gli uomini smettessero di mangiare carne.
Provo a fare un esempio: personalmente credo ke sia l'uomo a consumare + carne nell'ecosistema terra. Se l'uomo smettesse d mangiare carne, c sarebbe un accumulo impressionante d erbivori ke causerebbe una diminuzione notevole d vegetazione (poichè gli erbivori si nutrono d qlla)... Credo ke tutti sappiate che noi viviamo xkè c'è la vegetazione ke c offre ossigeno. Se questa dovesse venire meno come respireremmo? C facciamo spuntare le branchie e andiao a vivere nel mare (aggiungo io "x poi magari scombinare anke quel sistema")... E giusto... Siccome ad alcuni stanno + a cuore gli animali, piuttosto ke l'uomo, senza ossigeno morirebbero anke loro, e v assicuro ke è una morte peggiore d quella indolore inflitta dall'uomo.
Ragazzi pensateci è mejo uccidere una mucca o far morire tta la popolazione che vive sulla terraferma??
Io personalmente credo uccidere una mucca, poi nn so voi!

Anonimo ha detto...

ciao.io non condivido per nulla la vostra visione globale sul nuovo reality della bbc.e' una cosa vergognosa, rivoltevole e soprattutto crudele. Non vengono rispettati i diritti degli animali!e' giusto conoscere la provenienza di cio' che mangiamo, ma parlando da vegetariana che sono, piuttosto che mostrare a mio figlio certe oscenita' televisive, lo porto in una fattoria!gli animali davanti alle telecamere diventano fenomeni da baraccone, sono impotenti mentre millioni di persone stanno a guardare a braccia incrociate la loro morte. non trovate giustificazioni per questo reality, xk qst nn è tv educativa, ma pura tv spazzatura. i miei complimenti agli inglesi.fatevi un clistere.

Tancredi ha detto...

Sono daccordissimo con l'ultimo commento. Se gli inglesi non sanno che trasmettere in TV e aumentano il numero dei programmi spazzatura (e in Italia non siamo messi meglio) a me sembra che la situazione peggiori.

Avanti, traumatizziamo un povero ragazzino, mettiamoci tutti insieme a guardare l'ennesimo reality imbecille che ci propinano, dimentichiamoci che nel mondo c'è gente che ucciderebbe per una bistecca perchè rischia la fame mentre noi disprezziamo questa bistecca e ci rimbecilliamo davanti alla televisione e all'ennesima porcata e dimenticando le cose concrete che succedono nel mondo!

P.S. Un bambino non dev'essere un genio precoce al pari di Mozart per capire che un animale per arrivare su una tavola dev'essere ucciso. E se mangia lo stesso la bistecca vuol dire che lo fa perchè gli piace e perchè mangiare carne è una cosa ssolutamente normale per un essere umano!

Maloti ha detto...

Ho trovato questa iniziativa che trovo interessante.
Consiste nel contattare le radio locali per chiedere loro di mandare in onda uno o piu spot pro-animali. Li trovi già pronti a questo link. Affrontano diverse tematiche, quindi si può scegliere
http://www.agireora.org/attivismo/diffondi_spot.html
Io oltre ad avere inviato qualche mail alle radio della mia zona ho messo un post sul mio blog ma non serve a molto poichè non ha gran visibilità. Il tuo invece.... Partecipiamo numerosi!
Ciao
ps. complimenti per il blog!

Anonimo ha detto...

a tutti quelli che si identificano nei predatori.. penso siate una persone mature e intelliggenti.. allora perchè continuare ad autocommiserarsi postando commenti sul vostro punto di vista giusto e sicuro.. forse vi trovate bene con voi stesso a tal punto che continuate a giustificarti dando una buona impressione di voi stessi.. il massacro xò cè e rimane cmq.. un grande una volta diceva che abbiamo sempre paura a guardarci negli occhi xke li risiede la luce della nostra anima.. ora vi chiedo di assumere e vestire i panni del predatore(il ruolo che madre natura vi ha donato)e colpire forte in testa la vostra preda per poi tagliarvela con una lama in tante piccole fettine ancora quando è stordita.. vi chiedo anche xò di avere il coraggio di fissarla negli occhi.. di fissarla lentamente e vedere la sua sofferenza finchè non la vedete agonizzare.. fino all' ultimo respiro.. poi il gioco è fatto.. con sincerità buon appettito a tutti voi! BY davide..

MONCOMAN ha detto...

buono questo cibo! anche se io sono vegetariano! odio i cannibali che mangiano gli animali!

Anonimo ha detto...

anche io sono d'accordo con te Alessio ed inoltre aggiungo per l'anonimo commento di sopra: il fatto che noi dobbiamo per forza essere carnivori è solo una convinzione instillataci, sin da quando siamo neonati, APRI IL TUO CERVELLINO E RAGIONA CON LA TUA TESTA E NON CON LE STUPIDE IDEE E FISSAZIONI CHE TI METTONO INT TESTA MEDICI E MASS MEDIA ESALTATI, SVEGLIAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!Federica87

Anonimo ha detto...

signori miei sono vegetariano e sto benissimo fisicamente e sopratutto spiritualmente, ho deciso di abbandonare la carne ed il pesce per presa di coscienza, so di fare del bene a me stesso ma sopratutto al resto del mondo. vivo meglio da quando non uccido nessuno. living in peace. spero che l'uomo inizi a pensare realmente ad un futuro senza uccisioni di nessun genere. ricordo anche un comandamento:
non uccidere.
ninni da foggia for another world

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.