lunedì 21 settembre 2009

PACE SUBITO, PACE SUBITO, PACE SUBITO

3 commenti:

Alessio in Asia ha detto...

Vivo all'estero ma in questi giorni sono in Italia. Lo spettacolo che mi si para davanti agli occhi è davvero deprimente. Le televisioni (che formano le coscienze di decine di milioni di persone) non fanno che imbonire la gente dando grande risalto ai commenti dei poveri familiari delle vittime (ovviamente straziati dal dolore), a preti, vescovi, politici (colpevoli di essere entrati in guerra al fianco di Bush) che maledicono i "subdoli attentatori"; e poi si parla di "eroi", "martiri", “grandi italiani”, utilizzando la parola pace invece della parola guerra, ragazzi invece che soldati, terroristi invece che insorgenti e così via. E' una grande commedia napoletana in cui il popolino non deve capire un cazzo. Deve solo commuoversi, strapparsi le vesti, confortarsi nella religione cattolica e stringersi intorno all'esercito, al governo e al capo carismatico.
Amen.
http://ale1980italy.wordpress.com/2009/09/21/guerraepac/

Anonimo ha detto...

Alessio ti faccio notare che in altri video si vede un prete che si dirige correndo verso quel povero uomo assetato di sola e genuina pace e invece di consolarlo lo strattona dal microfono!!! assurdo vermanete assurdo

Fabio

Sid ha detto...

LE VERE MISSIONI DI PACE NON SONO FATTE DAI SOLDATI

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.