martedì 27 marzo 2012

Caro carburanti, il tramonto dell'auto a benzina e gasolio



Molti, dato i continui aumenti del prezzo della benzina pensano quando sarà il giorno che la maggior parte delle persone decideranno di lasciare l'auto a casa o venderla, nei forum capita spesso di leggere che appena arriverà a 2 euro molti lo faranno ed inizieranno a muoversi con mezzi alternativi ma vediamo bene di ragionare su quanto effettivamente il livello del prezzo del carburante possa essere così elevato da convincere la maggior parte delle persone ad abbandonare l'auto.

Per questo ragionamento mi baserò sulle attuali tariffe ferroviarie e le paragonerò ai costi di percorrenza in automobile a benzina o gasolio, per il calcolo ho usato il sito via michelin.

Esempio sulla tratta Catania - Messina:

100km in utilitaria: prezzo benzina 1,8 euro litro

Costo 19,45 euro (pedaggio 3,60 e 15,85 di carburante)

Stessa tratta con auto utilitaria diesel venduto a 1,7euro litro

14,93 euro

Questo significa che dividendo la spesa per 4 persone si spenderà:

4,86 euro per l'auto a benzina
3,73 euro con una a gasolio

Adesso calcoliamo i costi di percorrenza nel caso la benzina costi 4 euro ed il diesel 3,9:

Benzina 38,84 diviso 4= 9,71 euro a persona
Diesel 29,36 diviso 4= 7,34 euro a persona

Ed infine i prezzi di 6 euro per benzina e 5,8 per la diesel:

Benzina 56,46 diviso 4= 14,11 euro a persona
Diesel 41,92 diviso 4= 10,48 euro a persona


Il prezzo di un biglietto ferroviario regionale costa 7 euro e probabilmente tra qualche anno dovrebbe costare tra 8 e 10 euro, di conseguenza il tramonto delle auto a benzina e gasolio su distanze simili potrebbe avvenire quando questi carburanti supereranno i 5 euro al litro rendendo veramente sconveniente spostarsi con le auto di oggi anche con tutti i passeggeri a bordo.

Ovviamente stiamo parlando di costi che si basano solo sul consumo di carburante, se dovessimo prendere in considerazione tutti gli altri costi di manutenzione, assicurazione, bollo, acquisto del mezzo, revisioni e via dicendo è chiaro che già adesso viaggiare in auto è assolutamente sconveniente da un punto di vista economico ma a questo molti non pensano e continuano ad utilizzarla.

In città in questi anni assisteremo ad un progressivo abbandono dell'auto a combustibile fossile per un lento passaggio ai mezzi elettrici ed alla bicicletta, e prevedo una vera esplosione di velocipedi per questa primavera, tra qualche anno le nostre città diventeranno molto più vivibili, e la nostra salute ne gioverà.

Nel video in alto un bel servizio di Super Quark sulla bicicletta.

1 commento:

ha detto...

non vedo l'ora!
credo inizierò già da quest'estate ad andare a lavoro in bici, anzichè usare i mezzi pubblici o la macchina come adesso!
e quando sempre più persone lo faranno sì che ne gioveremo tutti!
i tuoi calcoli sono molto chiari, ma pensa al fatto che spesso in macchina c'è UNA SOLA persona: in quel caso la macchina non conviene MAI.
spero in un futuro diverso, forse l'aumento spropositato del carburante aprirà gli occhi a tutti!

ciao :)

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.