sabato 3 gennaio 2009

Prezzi dei Treni in aumento



Il prezzo dell'energia in Italia sta diminuendo a causa del ribasso del prezzo del petrolio ma purtroppo i prezzi dei treni continuano a salire.

Il collegamento alta velocità per la tratta Milano - Roma dal prossimo 13 gennaio costerà 109 euro in prima e 79 in seconda classe mentre a novembre costava rispettivamente 80,8 e 56,10 euro!
Aumenti prossimi ai 30 euro quindi, che non hanno colpito solo le tratte TAV ma anche i treni regionali che vanno sempre più lenti. Ad esempio un paio di anni fa il treno regionale Catania - Messina costava 5.20 oggi ne costa 6.45 oltre il 20% di aumento senza un miglioramento del servizio così come un po tutti i treni regionali (le tariffe sono uguali in tutta Italia) che continuano ad essere spesso molto sporchi arretrati, lenti ed a volte troppo affollati, ancora mi ricordo il viaggio della speranza che ho fatto quest'estate con l'intercity notte Milano - Villa San Giovanni (unico disponibile per tornare a Catania) con un posto sdraiato a terra nel corridoio in compagnia di tantissime altre persone.

In alto trovate una carrellata su treni e stazioni del sud Italia e qui sotto alcuni commenti interessanti che ho trovato nell'articolo del corriere che parlava di questi aumenti:

Nei paesi civili treno ed aereo si fanno concorrenza sui prezzi: qui da noi stanno spianando la strada alla nuova Alitalia CAI che cosi oltre ad avere il monopolio su certe tratte non avrà neppure la concorrenza sui prezzi: la truffa continua !!!!


Smettetela di raccontare un paese che non c'è. Ho dovuto prendere il treno velocissimo per andare da Roma a Milano nei giorni scorsi. Dovuto perché è praticamente impossibile arrivarci in tempi umani con l'Intercity. Ho avuto più volte paura che il treno, nei brevi tratti in cui effettivamente corre, si spezzasse in due, cigolii scoppiettanti, e vibrazioni da far sobbalzare. Trenitalia ha addirittura venduto biglietti senza garantire la "sistemazione in vettura", vale a dire che c'è stata gente che ha viaggiato in piedi, o seduta sui gradini delle uscite. L'unica novità di quei carri bestiame era la scritta grigio rossa AV sulla fiancata delle carrozze, appena sotto la ruggine dei finestrini. Bisognerebbe fare una class-action, perché è una truffa: ah, già! In Italia è fasulla persino la possibilità di fare una class-action.


Quando parlate di ferrovie incentrate sempre tutte le notizie sulla TAV? Ma vi siete domandati realisticamente quanti dei passeggeri dei treni usano regolarmente quella "mitica" alta velocità, e quanti invece sono costretti a lottare tutti i giorni con i treni regionali, da "un'ora-per-quaranta-chilometri" (quando non sono in ritardo o non sono stati soppressi)? Che cosa mi interessa sapere che in teoria posso andare da Milano a Roma in 4 ore, se poi da Bergamo a Milano, a causa di autobus e treni locali, ce ne metterei almeno 2, viaggiando scomodo e magari rischiando di perdere la coincidenza? Il trasporto pubblico, per essere una vera alternativa, deve essere appetibile, e cioè affidabile, sicuro e non esageratamente caro. Se no l'automobile vince comunque. Oppure l'altra strada è impedire che la gente usi l'auto e così costringerla ad usare il treno, indipendentemente dalla qualità del servizio che offre. E' quello che Trenitalia (con l'aiuto di comuni e regioni) sta facendo con i pendolari. O mangi 'sta minestra o salti 'sta finestra. Entusiasmante, no?


...prima di dare un sacco di colpe alle FS bisogna dire che all'estero: - i viaggiatori non imbrattano di scritte i treni appena comprati e/o restaurati; - non lasciano le toilette come dei porcilai (in Italia si fa tutto ovunque tranne che nel WC); - non divelgono sedili e portacicche e raramente mettono le scarpe sui sedili (a proposito della famosa pulizia...); - non parlano tutti la cellulare a voce più alta che non si può (in Francia si alzano e vanno in ambienti a parte - o addirittura non parlano proprio al cellulare: educati e tra l'altro ne guadagnano in qualità della vita).

Ho chiuso con questo commento perchè è verissimo che se i treni sono così sporchi è anche colpa della inciviltà di alcuni italiani e per risolvere questo problema si dovrà lavorare molto.

7 commenti:

Ale ha detto...

Io non prendo mai il treno, però questi prezzi sono veramente esagerati. Ma purtroppo c'è gente che non può farne a meno, e quindi si continua a pagare.

nuovamusica ha detto...

Io viaggio sulla tratta Caltanissetta-Catania (mi è capitato anche di viaggiare su parte della Catania-Messina) e mi ritengo abbastanza soddisfatto del servizio. Il prezzo è ragionevole se confrontato a quello dell'autobus, i treni sono spesso moderni (il Minuetto) e gli orari sono più o meno rispettati.
Sull'inciviltà descritta nel commento che hai riportato sono perfettamente d'accordo, ne ho avuto più volte la prova.

reverso_2007 ha detto...

Ciao Alessio...scusa la domanda non pertinente con il post...Volevo domandarvi se qualcuno di voi in questo periodo ha problemi con il ping di tchnorati.com al sottoscritto non aggiornano i feed da 15 giorni!!Pur pingando manualmente sul loro sito!Help!!
Grazie a presto!

Alessio ha detto...

Non pingo da un sacco di tempo non saprei. Si il minuetto è carino però cmq i tempi di percorrenza sono rimasti gli stessi.

Riccardo Troiani ha detto...

Ciao....ti ho inserito nel mio blog roll..carino davvero il blog..ti andrebbe di fare scambio link? testuale o con banner...dimmi te:) a presto
Riccardo
http://sportcity-ricio.blogspot.com

arrgianf ha detto...

Ciao Alessio, complimenti per il blog e ti ho assegnato il premio Dardos, sul mio blog trovi il regolamento. Ciao a presto :)

Anonimo ha detto...

Alessio, scappa finché sei in tempo!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.