lunedì 5 gennaio 2009

Vittorio Sgarbi contestato e giovane aggredito



In questi giorni fortunatamente (perchè non sono riusciti a toglierli la telecamera) in rete sta girando il video che potete vedere su dove un ragazzo ha contestato fortemente Vittorio Sgarbi come in fondo dovrebbero fare tutti i cittadini onesti italiani visti i suoi precedenti penali e non.

Per approfondire ciò che è successo vi riporto il suo racconto che ha rilasciato nel blog di Piero Ricca:

Caro Piero, cari ragazzi di qml.

sono Giuseppe Gati’, 22 anni, il contestatore di Vittorio Sgarbi ad Agrigento. Vi allego un breve resoconto della serata.
Con alcuni amici l’altro giorno mi sono recato presso la biblioteca comunale di Agrigento per contestare con volantini e videocamera Vittorio Sgarbi. Ci siamo soffermati su due punti in particolare: la condanna in via definitiva per truffa aggravata ai danni dello stato, e quella in primo e secondo grado, poi andata prescritta, per diffamazione del giudice Caselli. Dopo quasi due ore di ritardo ecco che arriva, in sala la gente rumoreggia e fischia. Subito dopo aver preso la parola, naturalmente con qualche volgarità annessa, inizia la nostra contestazione. Nel video non si vedono o sentono certe cose. Sono stato subito preso e spintonato da un vigile, mentre qualcuno tra la folla mi rifilava calci e insulti. Sgarbi, prima chiedeva che venisse sottratta la videcamera alla mia amica, e dopo cercava lui stesso di impossessarsene. Ma è importante sapere cosa succede dopo. I miei amici vanno via perchè impauriti, mentre io vengo trattenuto dai vigili. Si avvicina un uomo in borghese, che dice di appartenere alle forze dell’ordine e cerca di perquisirmi perchè vuole la videocamera (che ha portato via la mia amica). Io dico che non puo’ farlo e lui mi minaccia e mi mette le mani addosso. Arriva un altro personaggio, e minaccia di farmela pagare, ma i vigili lotengono lontano. Dopo vengo preso e portato in una sala appartata della biblioteca, dove la polizia prende i miei documenti e il telefonino. Chiedo di vedere un avvocato
(ce n’era addirittura uno in sala che voleva difendermi), per conoscere i miei diritti, ma mi rispondono di no. Mi identificano piu volte e mi perquisiscono. Poi mi intimano di chiamare i miei amici, per farsi consegnare la videocamera, ma io mi rifiuto. Arriva di nuovo il presunto appartenente alle forze dell’ordine in borghese e mi dice sottovoce che lui dirà di esser stato aggredito e minacciato da me. Non mi fanno parlare, non mi posso difendere. Dopo oltre un’ora e mezza mi dicono che non ci sono elementi per essere trattenuto ulteriormente, mi fanno fermare il verbale di perquisizione e mi congedano con una frase che non posso dimenticare: “Devi capire che ti sei messo contro Sgarbi, che è stato onorevole e ministro…”.

Per chi non sapesse chi è Caselli li invito a visitare la sua pagina di wikipedia e vi riporto anche uno spezzone molto interessante tratto da li ed un video dove parla del processo Andreotti:

Secondo Marco Travaglio essendo probabile nel 2005 la nomina di Caselli a procuratore nazionale antimafia il governo Berlusconi III per evitare questo effettua una modifica legislativa. Viene quindi presentato un emendamento dal senatore Luigi Bobbio (AN) alla legge delega di riforma dell'ordinamento giudiziario (la cosiddetta "Riforma Castelli"). Con questo emendamento, Caselli non poté più essere nominato per quel ruolo per superamento del limite di età. La Corte Costituzionale, successivamente alla nomina di Piero Grasso quale nuovo Procuratore Nazionale Antimafia, dichiarò illegittimo il provvedimento che aveva escluso il giudice Gian Carlo Caselli dal concorso.




Concludo complimentandomi con il giovane che ha contestato Sgarbi, queste iniziative si stanno diffondendo sempre di più, un bel segnale che lascia sperare per il futuro.

13 commenti:

brian ha detto...

Grande questo ragazzo... sai come si dice dalle mie parti??
"hai le palle quadrate!"
Non come quel vigliacco di Sgarbi e dei suoi tirapiedi...
Ridicoli!!!

Antonio G. ha detto...

che schifo....non so che altro dire

alexilgrande ha detto...

Pubblicherò anch'io un secondo articolo dedicato a questa schifezza. E' molto interessante la lettera del giovane contestatore.

Io ne ho parlato quì: http://ilcanedaguardiadelpotere.blogspot.com/2009/01/contestazione-al-pregiudicato-sgarbi.html

aleph ha detto...

E poi dicono che i ragazzi di oggi sono tutti zelliggati, berlusconizzati, grandefratellizzati ecc ecc. Mi complimento con voi, giovani e intelligenti. Noi vi avevamo preparato la strada nel '77, ma a quanto pare poi ci siamo addormentati...andate avanti voi.Bacioni!

Bahrabba ha detto...

Assurdo

E c'è pure chi elogia Sgarbi...

che vergogna d'uomo

alexilgrande ha detto...

@ Bahrabba


Assolutamente sì. E' pieno di gente che IDOLATRA quest'uomo. Anche dopo la serata ad Annozero tantissima gente lo ha elogiato. Mah.

SolarTime ha detto...

Ciao Alessio, c'è un premio per te dalle mie parti.
A presto, ciao.

Glò ha detto...

Molto, molto impressionata di come le voci delle verità vengono schiaffeggiate senza pietà.....

Gran bel post, e contenta d'averlo letto.

Ciao, Glò

Ale ha detto...

veramente un bel post..
questi sono i gesti che devono far aprire gli occhi...
solidale con il ragazzo...ma schifato da tutto il resto..

Anonimo ha detto...

è il caso che ognuno di noi faccia qualcosa contro questi politici corrotti che sembrano che tra loro ci sia rivalità ma al di fuori della portata del popolo si difendono e si coprono. Via le poltrone dal sedere di questi anziani e lasciano spazio ai giovani

Anonimo ha detto...

piu che un contestatore mi sembravi un drogato ,un meschino in cerca di visibilità DOVRESTI SOLO INCHINARTI alla cultura del grande Sgarbi.Siete solo cavie utilizzate al momento in mano a registi che della sinistra della legalita hanno fatto il loro cavallo di battaglia :Giovane contestatore dovresti solo vergognarti. Quello che hai fatto dove ti ha portato a nulla proprio a nulla non hai salito nessun scalino caro mio , tanti giovani come me se ne fregano del tuo subdolo e strisciantre perbenismo e poi per rispondere al tuo attacco a Sgarbi sulla condanna per truffa io ti dico trovamene uno dei tuoi amici che non abbia davvero rubato se non soldi.... qualcosa a qualcuno ..il potere logora chi non c'è l'ha disse un giorno il buon Giulio e lo disse cosi convinto dei suoi intendimenti da non lasciar dubbio alcuno ai suoi interlocutori ed io oggi giovane contestatore lo dico a te non si offende ne tanto meno si sminuisce la figura di Sgarbi che grandi battaglie civili ha fatto subendo anche la censura con le tue merdate

Anonimo ha detto...

be, ma comè che quando c'era caselli a palermo si indagavano politici di centrodestra e si lasciavano liberi i mafiosi? forse perchè era un'attività politica, contestata e per questo sgarbi messo a tacere dalle procure italiane, visto che quando quel clima è finito la procura di palermo ha smesso di inseguire falsi mafiosi vedi Dell'Utri etc..., assicurando alla giustizia quelli veri...non faccio i nomi perchè sono tantissimi. e pensate che non si sono mai mossi dal loro territorio? caselli grande magistrato e sicuramente se il terrorismo rosso e nero è finito lo dobbiamo pure a lui, ma mi dispiace, in sicilia ha perso la bussola.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo,prima di parlare, dovresti farti spiegare cosa signifca prescrizione nella sentenza Andreotti per capire perchè certi processi in quel periodo non venivano portati avanti visto che poi tutto si scioglieva come neve al sole e non perchè diversi erano innocenti!!

Di Caselli in Sicilia ce ne dovevano essere 1000, per fare quella pulizia di cui i VERI siciliani hanno bisogno.

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.