sabato 30 settembre 2006

Bush e il prezzo del petrolio...



In questo grafico viene mostrata la diretta correlazione tra il gradimento della popolazione americana verso il suo presidente e il prezzo della benzina. Come si può ben vedere le cose risultano ben collegate. Nell'ultimo mese il prezzo del liquido combustibile inquinante negli USA è sceso di 50 centesimi di dollaro per Gallone Americano (attualmente un litro costa poco più di mezzo euro) e conseguentemente i consensi per Bush sono saliti proporzionalmente.
Ancora non ho capito come mai li la benzina costi così poco rispetto ai paesi europei. Spero salga presto così iniziano a cambiare mentalità comprando anche auto poco inquinanti.
Se tutto il mondo fosse simile agli Stati Uniti moriremmo tutti per l'inquinamento nel giro di pochi decenni...
Chi sostiene che bisogna prendere gli Stati Uniti come esempio è solo un folle secondo me.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Grafico interessante, ma perdonami, non ho capito quale è il tema di questo blog, visto che mescoli serio e faceto con una certa dose di qualunquismo e impersonalità.

Alessio ha detto...

Beh non ha un tema...

ele_stellina ha detto...

hihi...solo gli scemi possono pensare che l'assenza di temi sia indice di qualunquismo e impersonalità...non tutto può essere pragmatico!!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.