venerdì 27 novembre 2009

Influenza Suina attuale e del 1976




Molti non sanno che nel 1976 partì un allarme per un influenza suina per al quale furono vaccinati 46 milioni di americani (su 218 milioni), la pandemia non partì ma migliaia di persone restarono danneggiate dagli effetti del vaccino e ci furono anche alcuni decessi.

In alto potete vedere un interessante documentario riguardo quella triste vicenda, mentre qui sotto alcuni consigli ed informazioni di David Icke su questa nuova influenza e vaccino, dove afferma categoricamente di non vaccinarsi:



Icke non è il solo ovviamente a pensarla così, copio ed incollo l'appello di un medico di meditalia.it

A fronte delle numerose richieste da parte di utenti e pazienti sull'effettiva gravità di questa influenza, riporto in sintesi alcune mie considerazioni che ritengo opportuno ognuno debba valutare prima di decidere come comportarsi sul vaccinarsi (o spaventarsi) o meno.
Ricordo inoltre che le principali cause di malattia, secondo la visione omeopatica, sono i disturbi che coinvolgono l’aspetto psicologico, affettivo ed emotivo della persona quindi, tra questi, possiamo certamente annoverare anche la paura.
5 ragioni per dire no al vaccino

1) Efficacia scarsa o nulla. Numerosi studi hanno mostrato che i vaccini iniettabili dell'influenza offrono poca o nessuna protezione contro le infezioni e le malattie e non c'è ragione di credere che i vaccini contro l'influenza suina saranno diversi:

a) nei bambini: in una revisione del 2008 di più di 51 studi che hanno coinvolto nel complesso più di 294.000 bambini, si è arrivati alla conclusione che “non c’è nessuna evidenza che la somministrazione di un vaccino antinfluenzale a bambini dai 6 ai 24 mesi di età sia più efficace del placebo” [cioè di un finto farmaco]. Nei bambini sopra i due anni d’età i vaccini iniettabili, fabbricati a partire da virus inattivi, prevenirono l'influenza solo nel 59% dei casi. La prevenzione della “sindrome simil-influenzale”, causata cioè da altri tipi di virus, fu rispettivamente solo del 33% e del 36%[1] (e secondo un dato che arriva dal Laboratorio di rife­rimento della Lombardia all’Università di Milano, su 700 tamponi prelevati a persone non ricoverate, soltanto la metà è risultata positiva per l’H1N1[2]). Non fu possibile analizzare la sicurezza dei vaccini dagli studi per l'assenza di informazioni e la mancanza di standardizzazione delle poche informazioni disponibili. Un rapporto pubblicato sempre nel 2008 stabilì che i vaccini antinfluenzali nei bambini piccoli non diminuirono la quantità di visite mediche e ospedaliere dovute all'influenza[3];

b) nei bambini asmatici: esiste uno studio compiuto su 800 bambini sofferenti di asma, metà dei quali sono stati vaccinati contro l’influenza mentre l’altra metà non ha ricevuto il vaccino. I due gruppi furono messi a paragone per ciò che riguarda visite cliniche, visite di pronto soccorso e ricoveri ospedalieri legati all’asma. CONCLUSIONE: “Questo studio non é riuscito a fornire alcun a evidenza che il vaccino antinfluenzale prevenga dai peggioramenti dell’asma pediatrico”[4];

c) negli anziani: in una revisione di 64 studi con anziani che vivono in ospizi, le vaccinazioni antinfluenzali non sono state significative nel prevenire l’influenza. Per i più anziani che vivono in tali comunità i vaccini non sono stati (significativamente) efficaci nel prevenire influenza, sindromi para-influenzali o polmoniti [5] Altri studi hanno dato risultati simili tant’è che possiamo dire che non ci sono prove scientifiche sufficienti che dimostrino l’efficacia del vaccino antinfluenzale nel ridurre la mortalità negli anziani [6]

2) Insufficienti prove sulla sua sicurezza. Il vaccino ha ricevuto l’autorizzazione dall’EMEA solo in virtù delle “circostanze eccezionali”[7] (stato di pandemia dichiarato dall’OMS il quale ha modificato la definizione di pandemia prendendo in considerazione solo la diffusione della malattia e non anche la mortalità elevata, come la definizione corretta vorrebbe[8]) perchè sappiamo molto poco sulla sua sicurezza vista la fretta in cui è stato preparato e messo in commercio. Non a caso, per la prima volta in caso di vaccino antinfluenzale, chiunque si vaccinerà sarà costretto a firmare un foglio dove si sollevano gli operatori sanitari e le ASL da qualsiasi responsabilità sugli eventuali effetti collaterali del vaccino. Il migliore studio sul vaccino contro l’influenza A fin’ora disponibile è uscito il 10 Settembre 2009, nella versione on-line del New England Journal of Medicine [9] Questo studio ci dice veramente poco perché:

a) ha coinvolto un numero eccessivamente ristretto di persone, solamente 175 adulti ed è noto che gli effetti collaterali più gravi compaiono nel rapporto di uno ogni migliaia di persone vaccinate. Quest’ultimo potrebbe sembrare un dato rassicurante ma non è affatto così perché dobbiamo sempre considerare il fatto che il vaccino verrà somministrato a milioni di persone, la maggior parte delle quali, sane. Facciamo un esempio: tra gli effetti molto rari che si manifestano in meno di un caso ogni 10.000 persone vaccinate possiamo avere degli effetti collaterali anche molto gravi come lo shock anafilattico, vasculiti, disturbi neurologici, encefalomieliti e una forma di paralisi nota come Sindrome di Guillàin-Barrè (GBS). Se noi calcolassimo un solo caso di tali effetti collaterali ogni 20 mila persone, moltiplicato per 20 milioni di vaccini (in Italia si vuol vaccinare almeno il 40% della popolazione) avremmo 1000, persone precedentemente “sane”, colpite da malattie gravissime indotte dal vaccino;

b) un terzo di questi volontari ha avuto effetti collaterali identici ai sintomi influenzali (febbre, mal di testa, mal di gola, malessere generale, dolori muscolari e articolari ecc), quindi il vaccino provoca, in maniera “molto comune”, proprio quei sintomi che dovrebbe prevenire;

c) non vi era alcun gruppo di controllo a cui è stato dato un placebo [un gruppo al quale sia stato somministrato un finto vaccino per fare un confronto];

d) lo studio è durato solo 3 settimane, un tempo troppo breve per fornire una sufficiente sicurezza, soprattutto verso l’eventuale insorgenza di malattie autoimmuni e neurodegenerative che il vaccino potrebbe provocare e che impiegherebbero ben più tempo a manifestarsi.

3) Il vaccino può essere potenzialmente molto pericoloso. Quasi tutti i vaccini che saranno disponibili in Europa conterranno sostanze potenzialmente molto pericolose come il Tiomersale, composto neurotossico a base di mercurio (che già nel 2000 la Food and Drug Administration – FDA - chiese di togliere dai vaccini per i potenziali rischi per la salute), la formaldeide,[10] sostanza cancerogena per la specie umana e lo squalene, fortemente sospettato di provocare gravi malattie autoimmunitarie e neurodegenerative. Una ricerca del 2000, pubblicata nell’American Journal of Pathology, dimostrò ad esempio che una singola iniezione del coadiuvante squalene sui topi, ha attivato “una infiammazione cronica, mediata immunologicamente sull’articolazione,” detta anche artrite reumatoide [11]. La Novartis (una delle aziende farmaceutiche produttrici del vaccino) afferma che gli adiuvanti sono già stati largamente impiegati senza alcun problema ma il Dr. Fauci, dell’Istituto Nazionale delle Allergie e delle Malattie Infettive, ha ribattuto che i vaccini adiuvati della Novartis erano stati utilizzati principalmente tra gli anziani, che tendono ad avere un sistema immunitario più debole e che ci sono meno dati sul loro uso tra i bambini i giovani adulti e le donne gravide. Il Dr. Jesse Goodman, Ricercatore Capo dell’FDA, così si è espresso in merito: “non ci sono note specifiche di sicurezza, pericolo o rilascio” con i coadiuvanti, “c’è soltanto più incertezza” [12]. Ha destato poi scandalo in Germania la notizia che i ministri e l'esercito tedeschi riceveranno un vaccino diverso da quello utilizzato dai cittadini [13] La diversità sta proprio nell'assenza dell’adiuvante allo squalene. In Svezia alcuni giornali riportano già centinaia di casi di gravi reazioni avverse al vaccino e vi sono indagini in corso addirittura sulla morte di alcune persone a seguito della vaccinazione[14] ma di queste notizie nessuno sente parlare, le prime pagine dei giornali sono solo per i morti a causa dell’influenza A, anche se poi quasi tutti avevano già la salute seriamente compromessa per altre gravi patologie. La realtà è che i vaccini sono farmaci e in quanto tali non sono esenti da effetti collaterali e possono anche provocare la morte. Basti pensare che nel 1976, negli USA, fu prodotto un vaccino simile all’attuale, sempre contro l’influenza suina, che provocò molte reazioni avverse gravi. Almeno 25 persone morirono e 500 svilupparono la sindrome paralitica di Guillain-Barré [15] I ricercatori non hanno ancora capito come mai i vaccini anti-influenza suina del 1976 paralizzarono così tante persone e ciò significa che, attualmente, non si ha nessuna certezza sul fatto che questo nuovo vaccino non possa causare gli stessi gravi effetti collaterali avvenuti nel ’76.

4) L’influenza A è un’influenza poco aggressiva. Il virus A/H1N1 (o virus dell’influenza “suina”), pur avendo un elevato grado di contagiosità, si è dimostrato essere 10-20 volte meno letale della comune influenza stagionale. Si manifesta come una qualsiasi altra forma influenzale e le persone non immunocompromesse, guariscono praticamente tutte, in pochi giorni e senza ricorrere ad alcuna cura specifica. I pochi casi di persone decedute in Italia riguardavano quasi tutti persone già gravemente ammalate e ricordiamo che di influenza stagionale l’anno scorso sono morte circa 8000 persone senza che si sia verificata alcuna psicosi o dichiarazione di pandemia. In Australia, uno dei Paesi più colpiti e dove l'epidemia di influenza suina si è ormai conclusa, i dati sono molto confortanti: su una popolazione di oltre 20 milioni di abitanti sono state 179 le morti associate al virus, mentre ne erano state previste oltre 3mila [16] In Australia l’epidemia è stata superata tranquillamente senza fare alcun vaccino.

5) La vaccinazione di massa potrebbe favorire la mutazione del virus. I virus influenzali sono virus a RNA che mutano facilmente soprattutto in condizioni di ambiente ostile. Basta che il virus cambi, per mutazione o per riassortimento con altri virus, per rendere inefficace il vaccino già messo a punto. Sul piano teorico quindi, è proprio la vaccinazione di massa e l’abuso di farmaci che potrebbe indurre il virus a mutare in una forma più aggressiva. In Giappone e in Olanda questo è già successo, le autorità sanitarie hanno già identificato una nuova variante di influenza A resistente al Tamiflu (un farmaco antivirale) e tutti i casi individuati riguardavano pazienti cui era stato precedentemente somministrato lo stesso farmaco antivirale [17]
Cosa fare quindi?

È evidente che ci sono modi più sicuri, semplici ed efficaci di combattere la pandemia che le vaccinazioni di massa:

* rispettare le norme igieniche di base;
* assumere adeguate dosi di vitamina C [18] e D [19] (secondo alcuni studi sono molto più efficaci e sicure del vaccino nel prevenire l’influenza);
* evitare il più possibile gli inutili allarmismi e le fonti di stress psicologico che sono tra le principali cause di malattia nell’uomo [20]

Ci sono molti sospetti che questo virus sia una conseguenza diretta del trattamento assolutamente sconsiderato operato dall’uomo verso i maiali nei grandi allevamenti intensivi dove tali animali vivono rinchiusi per tutta la vita in spazi estremamente ristretti e in condizioni anti-igieniche e di degrado totale. Gli animali in questi allevamenti spesso si ammalano e muoiono persino di stress (Porcine Stress Syndrome) tant'è che gli vengono somministrati persino degli psicofarmaci. E tutto questo senza neanche aver citato le iniezioni di ormoni per accelerare la crescita delle carni, l’assunzione di antibiotici per le frequenti infezioni, i pesticidi ecc. ecc.

Molte di queste aziende di suini (come quella messicana da cui sembra essere iniziato tutto) poi, scaricano i liquami e i vari rifiuti chimici e organici nel territorio circostante, inquinando le falde acquifere dei paesi vicini e rendendo l’aria dei dintorni irrespirabile per le esalazioni maleodoranti e probabilmente tossiche provenienti dai loro allevamenti. In un simile scenario di precarissime condizioni igienico-sanitarie, non sarebbe assolutamente insolito il formarsi di nuovi virus e batteri che possano mutare e trasmettersi con il tempo dagli animali all’uomo.

E allora sorge spontanea una domanda: è il maiale ad aver infettato l'uomo o l'uomo che ha infettato il maiale?

Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica

FONTI
[1] “Vaccines for preventing influenza in healthy children." The Cochrane Database of Systematic Reviews. 2 (2008).
[2] http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_04/cosa-sappiamo-vurus-a-bazzi_507d1a86-c90b-11de-a52f-00144f02aabc.shtml
[3] “Influenza vaccine effectiveness among children 6 to 59 months of age during 2 influenza seasons: a case-cohort study.” Szilagyi PG, Fairbrother G. et al. Arch Pediatr Adolesc Med 2008, 162, 943-51.
[4] “Effectiveness of influenza vaccine for the prevention of asthma exacerbations.” Christly, C. et al. Arch Dis Child. 2004 Aug;89(8):734-5.
[5] “Vaccines for preventing influenza in the elderly.” The Cochrane Database of Systematic Reviews. 3(2006).
[6] “Functional status is a confounder of the association if influenza vaccine and risk of all cause mortality in seniors.” Jackson LA et al. Int J Epidemiol 2006; 35: 345-52. “Mortality benefits of influenza vaccination in elderly people: an ongoing controversy” Simonsen L. et al. The Lancet Infectious Diseases, 2007;7 : 658-666.
[7] http://www.aslrmf.it/pdf/h1n1v/utenza/foglio%20illustrativo%20Focetria.pdf
[8] http://it.euronews.net/2009/10/24/margaret-chan-direttore-dell-oms/ http://www.euro.who.int/influenza/20080618_20?language=French
[9] http://content.nejm.org/cgi/content/full/NEJMoa0907650
[10] http://www.aslrmf.it/pdf/h1n1v/utenza/foglio%20illustrativo%20Focetria.pdf
[11] “The Endogenous Adjuvant Squalene Can Induce a Chronic T-Cell-Mediated Arthritis in Rats”, Am J Pathol. 2000 June; 156(6): 2057–2065.
[12] http://www.saluteme.it/scienza-news/521-dubbi-su-vaccino-con-adiuvanti-per-influenza-suina.html
[13] https://www.spiegel.de/wissenschaft/medizin/0,1518,655764,00.html
[14] http://www.lakemedelsverket.se/Alla-nyheter/NYHETER-2009/Sammanstallning-av-inrapporterade-biverkningar-av-Pandemrix/
[15] Haber P, Sejvar J, Mikaeloff Y and DeStefano F. Vaccine and Guilaain-Barre syndrome. Drug Saf 2009, 32, 309-23. 1976 swine flu outbreak, Wikipedia, 22 July 2009, en.wikipedia.org
[16] http://espresso.repubblica.it/dettaglio/vaccino-no-grazie/2113641
[17] http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo462464.shtml
[18] “The effectiveness of vitamin C in preventing and relieving the symptoms of virus-induced respiratory infections”, Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics, Volume 22, Issue 8, Pages 530-533.
[19] “How to stop bir flu instead of the vaccine-antiviral model.” Ho MW. Science in Society 2007, 35. 40-42.
[20] http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2009/10/13/visualizza_new.html_987594895.html

7 commenti:

Andrea ha detto...

Per completezza, ricordiamo che David Icke sostiene l'esistenza di Illuminati e soprattutto Rettiliani. God is in the details...

Alessio ha detto...

Mah si quelle sue teorie credo siano assurde come tante altre cose che sostiene ma nel video del post dice tante cose interessanti.

Anonimo ha detto...

Anche Hitler, Polpot e Stalin facevano moltissimi discorsi interessanti...ma pazzi erano e pazzi restavano!

Menny ha detto...

Ciao! Non ho letto, sinceramente :P
Commento per dirti che hai davvero un bel blog, molto interessante, pure per una ragazzina di 14 anni!
Ho visto i tuoi banner riguardo la pace, l'uso della bici, l'essere vegetariani e varie, per cui, se ti va, mi farebbe tantissimo piacere averti nel mio blog www.nowar1.splinder.com . Dimmi poi che ne pensi! Se ti va ci scambiamo i link :D
Ciau

stephenma ha detto...

Saludes,

Para poder repartir y diseminar la información contenida en el último informe del World Watch Institute, "la campaña" del 51%; ha sido lanzado por una organización protectora de animales y del medio ambiente. Los organizadores desean informar a ésos que atienden a Copenhague que el 51% de todas las emisiones de gases de efecto invernadero son del sector del ganado, es por esto que han creado la página www.51percent.org/espanol/ .

Si usted visita la página de "soluciones" hay varias medidas que usted puede tomar, por ejemplo la 2da solución permite que usted envíe una carta a un número de los funcionarios de los ministros de ambiente por todo el mundo. Usted puede también agregar una bandera del 51% a su blog o Web site. Tan a la víspera de Copenhague, visite por favor www.51percent.org ¡y envíe una carta a los que van a atender a COP15 y compatre este Web site a con todos!

mirco ha detto...

ciao a tutti .sono il papà di una bambina di 2 anni non vaccinata per nessuno di quei VELENI che anche la padiatra mi aveva fortemente consigliato.vi posso dire per esperienza personale che mia figlia ,fino ad ora,non ha MAI fatto neanche una febbre,se non quando gli sono usciti contemporaneamente i due molari grossi come sassi.sono tornato ora da una conferenza del dottor Roberto Gava sulle vaccinazioni pediatriche.per chi non lo conoscesse ci sono dei video su youtube sotto il titolo"le vaccinazioni peditriche-dott roberto gava.un saluto a tutti e non vi fate avvelenare.ciao mirco

G.Paolo ha detto...

I virus NON sono le cause di queste "malattie" (vedi punto 3) e quindi i vaccini a virus, quelli della A o suina od H1N1 che ne contengono 4.....sars, aviaria, suina, e stagionale...! .....
......NON sono assolutamente utili, ma cosi le case farmaceutiche (Big Pharma) - vedi:http://www.mednat.org/big_farma2.htm - ....creranno le future e VERE Pandemie per la depressione immunitaria (immunodepressione) che questi vaccini attivano....in OGNI soggetto vaccinato...e non in tutti facilmente avvertibili.... con le conseguenze del caso !
Big Pharma incassera' circa 10 miliardi di Euros.....
vedi anche:
http://www.mednat.org/vaccini/dannivaccino.htm

Oltre ai morti, le
Donne in gravidanza abortiscono, dopo il vaccino della suina !
Al 17/11/2009 in Italia segnalate 200 reazioni al vaccino......e lo stillicidio continua....con gia' 2 morti anche in Italia

L'adiuvante del vaccino, lo Squalene, produce oltre ad immunoeccitazione e quindi immunodepressione successiva, anche infertilita'.......



3 - I virus (che sono SOLO proteine tossiche a DNA eterologhe e non esseri viventi e neppure volano nell'aria !) quindi NON centrano per nulla nulla !
vedi: http://www.mednat.org/cure_natur/virus.htm
http://www.mednat.org/germi_teoria.htm


4 - Info sui vaccini per l'influenza:
1 - siccome NON sono i virus le cause di quelle"malattie".....
vedi le FALSITA' sull'influenza suina, A, H1N1
http://www.mednat.org/vaccini/influenza.htm
http://www.mednat.org/vaccini/influenza_suina.htm
http://www.mednat.org/vaccini/influenza_suina2.htm
http://www.mednat.org/vaccini/influenza_suina3.htm
http://www.mednat.org/vaccini/influenza_suina4.htm

http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base.htm
http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base2.htm
http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base3.htm
http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base4.htm

5 - Di fatto le vaccinazioni servono solo ad intossicare con il contenuto dei vaccini, metalli tossici, prodotti cancerogeni, sostanze tossiche, nanoparticelle comprese, antibiotici, prodotti aintifertilita', ecc.......
vedi:
http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm

.....oltre ad infiammare di piu' + oltre a creare immunodepressione per tutta la vita del soggetto vaccinato, per le gravi sollecitazioni alle quali e' indotto il sistema immunitario, ecc.
vedi:
http://www.mednat.org/vaccini/immunodepressione_vaccino.htm
http://www.mednat.org/vaccini/immunodepressione_vaccino2.htm

......oltre a creare mutazioni genetiche nei mitocondri, trasmissibili alla prole....
vedi:
http://www.mednat.org/vaccini/mutaz_dai_vaccini.htm
http://www.mednat.org/vaccini/mutazioni_genetiche.htm
http://www.mednat.org/vaccini/mutaz_genetiche_vaccini.htm


6 - Ecco come si mantiene e si amplia il mercato dei malati che genera solo "salute" nei fatturati delle multinazionali dei farmaci e vaccini....in miliardi di euri... e milioni di malati immediati o futuri...
E cio' lo si attua con il Terrorismo mediatico, ben applicato nel caso delle varie "influenze" inventate....
vedi: http://www.mednat.org/terrorismo_mediatico.htm
http://www.mednat.org/malattie_inventate.htm

G. Paolo Vanoli - Giornalista, specializzato in Sanita' - Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine - per altri particolari di cio' che ho affermato vedi su: www.mednat.org

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.