venerdì 10 agosto 2007

Mario Borghezio Show, Gentilini e la lega nord



Oggi riporto un paio di video trovati su YouTube del parlamentare europeo Mario Borghezio che meritano la visione e qualche riflessione...



E qui anche un video per non dimenticare questo show della Lega Nord tratto da uno spettacolo di Beppe Grillo.



Dato che siamo in tema Lega nord ecco cosa diceva tempo fa Berlusconi al riguardo...



Avete sentito anche l'ultima? Gentilini, il vicesindaco leghista di Treviso ha da poco dichiarato guerra contro i Gay con queste parole "Darò subito disposizioni alla mia comandante dei vigili urbani affinché faccia pulizia etnica dei culattoni".

14 commenti:

Nemo ha detto...

È bene ricordare anche come la lega trattava Berlusconi. Insomma nessuno dei due vedeva di buon occhio l'altro.

Poi Berlusconi, visto che non poteva fare altrimenti per fare numero, ha sborsato fior di miliardi per comprare Lega e AN (altro partito che in origine denigrava e offendeva Berlusconi).

Furio Detti ha detto...

su gentilini è presto detta: è lo specchio fedele della qualità della politica italiana e del giornalismo italiano.

non so più se considerare le sue boiate un delirio o un trucco per finire sui giornali.

la cura? una sola: ignorarlo. cazzate del genere dovrebbero interessare solo certi specialisti della psiche umana.

Furio Detti ha detto...

ho visto il video di Grillo, grandioso e simpatico come sempre, però non trovo molto appropriata la sua difesa del tricolore.... e l'uso che del tricolore fa per mettere in ridicolo (giustamente) Bossi&C.

mi spiego. sarebbe un discorso complesso, ma provo a sintetizzare.

Grillo si ritiene vicino alla sinistra che per anni, almeno finché c'era quella cosa chiamata URSS, trovava alquanto fascista l'amore (e la retorica) per il tricolore.

sinceramente chi si trovava a venerare il tricolore come segno di italianità e nazione era quasi sempre bollato come fascista in nome dell'internazionalismo socialista.

anche se nelle occasioni ufficiali anche l'estrema sinistra mostrava rispetto per le liturgie di stato, c'era un'attitudine di fondo: l'astio per i concetti di nazione e i suoi simboli.

nella comune dialettica politica della sinistra tricolore era segno di fascismo. tant'è che a cucirsi il tricolore sui bomber non sono mai stati i giovani della sinistra, ma i militanti di destra.

e lo dico da discreto conoscitore dell'ambiente di destra.

ma erano anni diversi, si dirà, per quanto io anagraficamente non abbia vissuto il periodo caldo degli anni '70 e nel 1980 avevo solo 8 anni.

ora come ora - parlando di Calipari - lo considero un eroe tanto che mi dispiace vederlo avvolto nel tricolore, simbolo di un sistema politico corrotto e simbolo di tanta cattiva retorica. Calipari meritava il silenzio del rispetto e non la strumentalizzazione.

per questo mi spiace che Grillo, sia pure motivato da un nobile intento (denunciare la ciarlataneria dei vertici del leghismo), usi un espediente retorico e un'arma che appartiene a un ambiente politico a cui Grillo non fa certo riferimento.

che del tricolore si innamorino La Russa, Fini e la Mussolini, posso anche capirlo (restano in ogni caso degli ipocriti per ben altri motivi, non primo il fatto di venire da una certa area e poi fare comunella con i leghisti che tutto veberano meno che l'idea di Patria, retorica o no che sia...).

ma Grillo è un po' incoerente. insomma ci tenevo a ricordarlo.

parliamone.

Floriano ha detto...

La rivista di fama internazionale "Nature" ha pubblicato uno scoop nel quale denuncia un laboratorio iraniano, specializzato nel trapianto di cervelli uomo-animale, di essersi lasciato sfuggire una cavia appena operata.
Gli scienziati sono preoccupati perché il cervello esportato de un blattoideo ed inserito all'interno della calotta cranica di un uomo appena deceduto al posto di quello originale, non era ancora stato del tutto collegato all'impianto nervoso quando l'uomo, risvegliatosi, è fuggito dalla finestra.
La cavia è stata avvistata, affermano gli investigatori dei servizi segreti iraniani, all'interno del municipio di Treviso e ad alcuni raduni di appassionati di zoologia, "strane persone tutte vestite di verde". Sembrerebbe che ora risponda con un grugnito al nome di "Gentilini" o anche all'appellativo "sceriffo".
Qualcuno l'ha visto?
Nel frattempo, per evitare danni maggiori, esperti da tutto il mondo hanno pubblicato un appello per riportarlo a casa.
Diamogli una mano!
mandiamo a casa Gentilini!

http://www.interculturale.org/pages/gent...

ricompensa: rispetto per gli esseri umani

Ale ha detto...

grande !!
hai linkato il video di berlusconi che ho messo io su youtube...
Ricoratevi tutti : V-Day 8 settembre 2007 forse non se ne andrà a casa nessuno ma di sicuro si prenderanno un bel vaffanculo da migliaia di persone...
oltre alla bella "leggina" che il buon beppe ha proposto...
saluti da carbonia

http://beppegrillo.meetup.com/410/

Anonimo ha detto...

Io sono di Treviso e devo dire che sono dalla parte di Treviso.

Tutta questa faccenda è stata strumentalizzata al massimo.

E' troppo facile decontestualizzare le parole di Gentilini e far sembrare che sia contro tutti i gay!

In realtà lui ha criticato il fatto che il parcheggio dell'ospedale fosse utilizzato come un "bordello omosessuale".
Se eri costretto ad andare all'ospedale di Treviso di sera, dovevi parcheggiare fra le macchine di gente che faceva sesso, mentre al mattino camminavi su preservativi usati. uno schifo!
Soprattutto le persone anziane avevano paura ad andarci di sera!

Poi possiamo discutere quanto volete sui modi anche troppo coloriti di Gentilini, ma per favore informiamoci prima di criticare la gente.
E' troppo comodo estrapolare una frase dal suo contesto e rivoltarla contro chi l'ha pronunciata!
Nessuno a Treviso è contro gli omosessuali, ma contro queste cose sì, se in quelle parcheggio ci fossero state solo zoccole e rapporti etero avrebbe pronunciato la stessa frase.

Andrea da Treviso

Gavrilo Princip ha detto...

Caro Alessio da Catania, si può ben parlare di Lega e sputtanare Gentilini e Borghezio da km 1600 di distanza senza sapere e conoscere i luoghi ed i fatti. Un po' come da noi giudichiamo i vasti incendi che stanno colpendo Calabria e Sicilia: tutte cose ben fatte, perchè colpevolizzare quei bravi pastori che bruciano la sterpaglia per fare un po' di pulizia? E non è forse uno spettacolo stupendo la lava che cola dall'Etna e sommerge tutte quelle case abusive, villaggi e paesi? Perchè arrestarne l'avanzata visto il bellissimo spettacolo naturale che ci regala???
Gentilini rappresenta Treviso che lo vota con percentuali bulgare, un po' come in Sicilia dove tutti sono mafiosi e orgogliosi di esserlo....
Come vedi è facile fare parallelismi e cadere negli stessi facili errori. Prima di parlare di Lega Nord, di Padania, di Bossi Gentilini e Borghezio, ns amatissimi concittadini, pensa a tutte le magagne della tua beneamata Catania e Sicilia dei tuoi Cuffaro e del fatto che in certe zone non avete neppure l'acqua x bere alla pari degli africani che vorrebbero impestare i ns territori e che tu forse pensi di difendere...
LUNGA VITA A GENTILINI , BORGHEZIO, BOSSI, MARONI, CALDEROLI, CASTELLI E A TUTTI COLORO CHE DIFENDONO LA PROPRIA TERRA CON QUALSIASI MEZZO.
NOI SI' CHE POSSIAMO CONSIDERARCI TERRONI = LEGATI ALLA PROPRIA TERRA.

Anonimo ha detto...

G R A N D E
B O R G H E Z I O ! ! !

ORGOGLIOSO SEMPRE DI AVERTI VOTATO!!!

metallaro padano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
metallaro padano ha detto...

come al solito assisto all'ennesima strumentalizzazione di borghezio.
faccio solo alcuni esempi:
quando qualche utente legge su internet frasi del tipo "borghezio brucia capanne nelle quali abitavano dei poveri extracomunitari" "borghezio arrestato in seguito a manifestazione antiislam" o "borghezio spruzza spray disinfettante a delle nigeriane ke viaggiavano su di un treno delle ferrovie" questo utente deve sapere che nelle capanne bruciate ci abitavano degli spacciatori di droga che purtroppo non erano ancora stati sbattuti a pedate nel culo in galera, la manifestazione di bruxelles non era contro la religione islamica ma contro l'islamizzazione dell'europa ed assieme a borghezio in carcere ci è finito anke il presidente del parlamento fiammingo, le nigeriane ke hanno ricevuto kualke spruzzata da borghezio erano delle prostitute che si stavano tagliando le unghie sul sedile del treno.
bene adesso che avete letto questo avete cambiato un po'idea su borghezio e sulla lega? avete capito che le azioni di borghezio sono delle provocazioni per fare capire alla classe dirigante italiana in che condizioni sono costretti a vivere i propri cittadini? avete capito che la lega vuole solo difendere la propria terra?
anche a voi meridionali servirebbe un partito come la lega, un partito che difendesse la vostra autonomia, le vostre tradizioni, la vostra terra... e non dei politici ke lasciano i napoletani sotto cumuli di spazzatura e lasciano morire i propri cittadini nella mala sanità.
riflettete

arachesostufo ha detto...

GENTILINI SANTO SUBITO !!!!!!!!!

IL MIGLIOR SINDACO DI SEMPRE.

http://statali.blogspot.com ha detto...

Caro ministro Roberto MARRONI,
Ella viene da una formazione politico-culturale federalista che si è sempre dichiarata contro l'istituto prefettizio.
Come si sente oggi che ne è diventato il CAPO?

Ministro: tiri fuori i "marroni", cacci via i mangia pane a tradimento che stanno affossando lo stato italiano!

La democrazia comincia dal comune, che è cosa dei cittadini, i quali non solo eleggono i loro consiglieri e sindaci o presidenti, ma da sé, senza intervento e tutela e comando di gente posta fuori del comune senza la longa manus di Roma .
Il sindaco se amministra bene efa prosperare il comune viene rieletto!
Se lo manda in malora viene rispedito a casa.
Invece il Prefetto imposto da Roma resta sempre lì: monumento all'inefficienza e all'incapacità delle istituzioni!

>>> SOSTIENI ANCHE TU LA NOSTRA BATTAGLIA SU: http://statali.blogspot.com

http://statali.blogspot.com ha detto...

Caro ministro Roberto MARRONI,
Ella viene da una formazione politico-culturale federalista che si è sempre dichiarata contro l'istituto prefettizio.
Come si sente oggi che ne è diventato il CAPO?

Ministro: tiri fuori i "marroni", cacci via i mangia pane a tradimento che stanno affossando lo stato italiano!

La democrazia comincia dal comune, che è cosa dei cittadini, i quali non solo eleggono i loro consiglieri e sindaci o presidenti, ma da sé, senza intervento e tutela e comando di gente posta fuori del comune senza la longa manus di Roma .
Il sindaco se amministra bene efa prosperare il comune viene rieletto!
Se lo manda in malora viene rispedito a casa.
Invece il Prefetto imposto da Roma resta sempre lì: monumento all'inefficienza e all'incapacità delle istituzioni!

>>> SOSTIENI ANCHE TU LA NOSTRA BATTAGLIA SU: http://statali.blogspot.com

Impiegati Statali ha detto...

Riprendono a volare le borse. Continuano a precipitare salari e pensioni.

Volano le borse di tutto il mondo dopo il via libera al “piano anticrisi” messo a punto dai leader dell'Unione europea che prevede che i quindici Paesi della zona euro garantiscano i prestiti interbancari e la ricapitalizzazione delle banche in difficoltà. I listini di tutto il mondo si lasciano alle spalle una delle settimane più nere della storia dei mercati (-21% il calo segnato da Piazza Affari) e tornano a salire. A spingere in alto i titoli, la valanga di miliardi di euro e di dollari immessi nel fine settimana dai governi per cercare di far ripartire la circolazione del credito, congelato dalla crisi dei mutui. Milano, Parigi, Londra, Francoforte e Wall Street, chiudono la giornata con guadagni stellari, mai visti negli ultimi anni, che arrivano a superare il 10%. In forte ascesa nel Vecchio Continente proprio i titoli bancari, maggiormente tartassati dalla crisi scatenata ormai più di un anno fa dalla tempesta dei mutui statunitensi. In salita anche i petroliferi sulla spinta del petrolio, tornato nella notte sopra la soglia degli 81 dollari al barile. “LORO” hanno trovato cifre assurde per salvare banche corrotte, incapaci (nella migliore delle ipotesi) e speculatrici, poi ogni anno ci dicono che non ci sono i soldi per la sanità, per la sicurezza, per la scuola, per il lavoro e le pensioni. I soldi ci sono sempre per chi ne maneggia tanti. Non ci sono mai per chi - come da contratto (CCNL) - ne ha pochi. Anzi sono proprio pensionati e lavoratori dipendenti che vengono sempre tartassati e chiamati in causa per salvare governi, banche, assicurazioni, compagnie telefoniche e di bandiera. Con i nostri sacrifici, con le nostre tasse, le banche potranno ancora… strozzarci!!!

>>> SOSTIENI ANCHE TU LA NOSTRA BATTAGLIA SU: http://statali.blogspot.com

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.