lunedì 15 settembre 2008

Daniele Martinelli querelato



Daniele Martinelli, uno dei giornalisti blogger più seri (non servi) e promettenti che abbiamo in Italia (a volta commenta anche su questo blog) è stato querelato dal sindaco di Bitonto Raffaelle Palla il quale ha nominato come capo dei vigili Leonardo Di Paola indagato per peculato, falso e truffa aggravata. La querela è avvenuta per la realizzazione del video che potete vedere in alto e per aver scritto nel post la frase il sindaco ha rifiutato l’intervista, come nella miglior tradizione mafiosa. Qui sotto un video dove lo stesso Martinelli spiega bene tutta la vicenda:



Beh sinceramente anche a me darebbe fastidio essere ripreso di nascosto e finire su YouTube però anche il non voler rilasciare dichiarazioni per aver nominato un indagato a capo dei vigili è veramente vergognoso, possibile che in Italia più sei indagato più fai carriera? Che schifo.


Vi ripropongo uno spezzone tratto dal V2-Day dove Martinelli viene chiamato a parlare sul palco dopo una presentazione di Beppe Grillo:

8 commenti:

natale ha detto...

Purtroppo funziona proprio così...

Ale ha detto...

Bel post!
Anche a me non piacerebbe essere ripreso di nascosto e poi sbattuto sul web. Ma qui c'è l'aggravante che ha appena nominato un tizio con una bella fedina penale, e questo fa veramente schifo.

Andrew ha detto...

infatti funziona cosi...
bel post alessio

brian ha detto...

bel post alessio.... diffondiamo la notizia... tutti lo devono sapere!

Franz ha detto...

"Funziona così"... molta Italia mediamente in fronte ad un evento pesante, sgradevole, che vorrebbe non avvenisse, si trova a rispondere con queste parole, a capo chino, quasi in rassegnazione e cordoglio.
E' una cosa che capisco benissimo. Da quando ho aperto il mio blog, quasi non riesco a decidere di quale vergogna scrivere, di quale schifezza cercare di far apparire nelle altrui menti congelate davanti alle veline e al fantacalcio.
Eppure non posso parlare solo di quelle, tanto più che io non son d'indole persona triste.
Ma ne parlo. Se funziona così, se siamo abbastanza poi non funzionerà più così.
Ciao Alessio e complimenti per il tuo blog. E' pulito. Molto pulito.

Marco ha detto...

Bel post Alessio.
Approfitto di questo post per evidenziare una notizie che sta lentamente scivolando nel dimenticatoio pur essendo notevolmente grave data la condizione economica in cui versa il comune di Catania. Mi riferisco all' elargizione a 65 dirigenti comunali di ben 2 milioni di euro come premio da parte del dirigente al personale, adesso rimosso ma il danno è fatto..., Carmelo Reale.
Non si sa se questo provvedimento sia leggittimo ma, senza dubbio,è immorale quando migliaia di lavoratori vengono lasciati senza stipendio!
Questa notizia evidenzia l'esistenza di un altra casta:quella dei dirigenti comunali!
Questa casta è oltremodo variegata perchè composta anche da politici trombati poi ricollocati e da "uomini di fiducia" quali il dirigente Carmelo Reale, uomo di fiducia di Raffaele Lombardo...
Sono oltremodo indignato da questa notizia e dal fatto che la stanno facendo passare in sordina.
Personalmente ho inviato centinaia di mail riportando semplicemente la notizia apparsa sul "nostro" quotidiano La Sicilia del 13 settembre perchè anche se addolcita si commenta da sola e sto cercando di segnalarla ovunque!
Mi piacerebbe se tanti altri lo facessero...quando riusciremo a dire davvero basta???
Vorrei sapere cosa ne pensi.
Ciao.

Alessio ha detto...

Si Marco ho sentito la notizia è veramente una cosa scandalosa...e adesso intanto abbiamo anche la spazzatura nelle strade perchè non pagano i netturbini

Emilio R. ha detto...

A proposito di spazzatura ti segnalo questa inchiesta:
I Fantasmi râ Munnizza
http://ilcasalotto.blogspot.com/2008/09/i-fantasmi-r-munnizza.html

grande Alessio!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.