martedì 23 settembre 2008

La diretta dei canali RAI ed il processo Berlusconi-Mills



Riporto anche su questo blog l'ultimo intervento di Marco Travaglio della sua rubrica settimanale Passaparola dove spiega in maniera cristallina cosa sta accadendo per quanto riguarda il processo di Mills e Berlusconi, è veramente una cosa da non credere.

Ne approfitto per segnalarvi che da poco la RAI ha messo in rete i suoi canali principali ovvero RAI 1 RAI 2 e RAI 3, potete vederli in streaming qui.

L' anno scorso questa opzione era riservata solo al programma Anno Zero il quale riprenderà questo giovedì. La RAI finalmente ha compreso le potenzialità del web e la cosa non può che farmi piacere, almeno possiamo vedere o ascoltare le poche trasmissioni decenti direttamente sul PC senza aver bisogno di una TV.

8 commenti:

marcouk76 ha detto...

Quello che non hai detto pero` Alessio e` che i canali RAI in streaming sono visibili solo da chi risiede in territorio nazionale (quando io ho provato ad accedervi da Londra e` apparso un messaggio di errore), il che` non ha molto senso visto che il 99% della popolazione italiana puo` vedere tranquillamente la RAI attraverso la TV.

E' un fatto di diritti televisivi dicono...

Francesco e Zara ha detto...

Confermo, per chi risiede all'estero nessun canale è accessibile. Sarà perché non paghiamo il canone? Comunque che mentalità provinciale! Vorrei vedere la BBC o la CNN che impediscono l'accesso a chi non vive nel territorio nazionale. La Rai con tutti i difetti che ha potrebbe comunque essere un veicolo importantissimo di diffusione della cultura e lingua italiana nel mondo e vi assicuro che, almeno dove sto io, di interesse ce n'è tanto verso di noi. Va bene, vorrà dire che continuerò a vivere senza la D'Eusanio, Malgioglio, Riotta, Vespa e Giurato. Dite che ce la farò a sopravvivere? :-)

brian ha detto...

Tipica mentalità italiana: ci fanno credere di renderci un servizio gratuito quando poi ci accorgiamo che è fruibile solo da coloro che pagano il canone....aaaaah, il bel paese..

marcouk76 ha detto...

Non è una questione di canone, ma di diritti televisivi. La RAI acquista i diritti per trasmettere solo in territorio nazionale e per alcuni programmi anche in territorio internazionale tramite satellite.

Tramite satellite però alcuni programmi (film e partite di calcio principalmente) vengono criptate perchè la RAI ha solo i diritti per trasmetterli in Italia.

Sul PC invece per ora cripta tutto.

Ma non è un'anomalia solo Italiana. Tutti i siti delle TV americane (ABC, CBS, NBC, etc.) offrono contenuti "on demand" gratuiti sui loro siti Internet ma provando ad aprirli dall'estero esce un messaggio che dice che i contenuti sono riservati a coloro che risiedono negli Stati Uniti.

Donazione d'Informazion ha detto...

Finalmente un bella cosa!!

Francesco e Zara ha detto...

Marcouk, grazie della precisazione. In effetti ora che ci penso un paio di volte mi è apparso un messaggio simile cercando di accedere ad alcuni contenuti della BBC.

Ma credo che con l'avvento della rete anche questa barriera dei diritti televisivi riservati ai soli residenti prima o poi verrà abbattuta.

Per fortuna che Annozero lo trasmettono in streaming.

Mondo Calcio Serie A ha detto...

va bene allora ti propongo di ricambiare il mio link del sito:

http://architettura-ingegneria.blogspot.com

io il tuo già l'ho inserito

pocoto-pocoto ha detto...

Anche se non attinente, vi invito gentilmente a leggere il mio post "CARREFOUR ASSAGO - VERGOGNA" che richiama una storia vergognosa accaduta ad un bambino di 4 anni autistico per colpa di alcune pseudopersone. Ritengo che in questo caso si deve vedere il vero spirito dei blog, facendo girare il più possibile. C'è anche il video di denuncia della mamma. grazie

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.