martedì 27 giugno 2006

Record estivo di consumi energetici. Rischio Black-Out



Oggi per l'ondata di caldo che si è abbattuta nel nostro paese è stato superato il precedente record di consumi energetici estivi, ben 54500 MW (il precedente record era di 54163 MW fatto registrare il 28 giugno dell'anno scorso).
Quest' ultimi continueranno ad aumentare per via dei condizionatori che sono sempre più usati, dei veri divoratori di energia, l'uomo come al solito continua con i suoi processi tumorali nei confronti del pianeta...per una breve frescura immette nell'ambiente tonnellate di anidride carbonica contibuendo all'effetto serra ovvero al riscaldamento globale con tutte le conseguenze che comporta.
Se consideriamo tutti gli organismi viventi del pianeta come cellule che compongono la terra, l' homo sapiens sapiens (nome che non rispecchia per niente la natura umana) può essere considerato una cellula tumorale che si moltiplica a dismisura e distrugge tutto. Il paragone è perfetto, siamo il tumore maligno del pianeta, se non si fa qualcosa porteremo alla morte tutte le cellule che lo compongono, noi compresi.
Con questo non voglio dire di non usare condizionatori, capisco benissimo che molte persone non potrebbero sopportare un simile caldo, ma almeno cerchiamo di ridurre i consumi elettrici in altri modi ad esempio usando lampade a risparmio energetico, spegnendo il computer quando non serve e iniziando ad usare solo pc portatili che oltre ad essere più comodi e belli consentono un risparmio per la vostra bolletta molto considerevole (consumano circa 10 volte meno). Inoltre se qualcuno vuole farsi una doccia calda anche con questo caldo, basta mettere alcune bottiglie al sole e poi usare quell'acqua...io lo faccio, il mio balcone è sempre pieno di bottiglie infatti. Per la mia mentalità vi assicuro che è molto gratificante, ma per molti immagino che possa sembrare una cretinata.

5 commenti:

Francesco Bottaro ha detto...

Il caldo non è male, è l'umidità che è insopportabile. Sai se per caso i condizionatori inquinano anche per la deumidificazione?
Si potrebbe fare MOLTO di più per incentivare le energie rinnovabili

Anonimo ha detto...

sai chi metteva le bottiglie dell'acqua al sole? tutta quella gente simpatica, magari un po rozza, che va nei lidi. sembra di essere in africa...

Anonimo ha detto...

Ti posso assicurare che con questo caldo non c'è bisogno che metti le bottiglie fuori dal balcone,perchè basta fare una semplice doccia fredda rinfrescante( esce cmq calda perchè i tubi in ferro con le alte temperature riscaldano e di conseguenza anche l'aqua al loro interno riscalda),e non sprechi nulla,anche se io trovo esagerato il tuo modo di fare,risparmiare il superfluo ci può anche stare ,ma tornare all'età della pietra(in versione moderna con le bottiglie in plastica),mi sembra una cosa abbastanza esagerata.
P.S. In inverno dove le metti le bottiglie?

Francesco Bottaro ha detto...

record davvero, basta che il mio vicino accenda la pompa del pozzo per irrigare il giardino che mi s'impalla il router per un calo di tensione :(

Alessio ha detto...

Non pensavo potessero accadere cose simili per cali di tensione

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.