lunedì 30 aprile 2007

Antico detto Indiani Cree. Proteggiamo la natura!


Tempo fa lessi una cosa che piaque molto, la riporto qui sotto:

«Solo dopo che l’ultimo albero sarà stato abbattuto…
Solo dopo che l’ultimo fiume sarà stato inquinato…
Solo dopo che l’ultimo pesce sarà stato pescato…
Solo allora scoprirai che i soldi non si possono mangiare.
»

Antico detto degli Indiani Cree (nativi americani).

Per adesso, ho pensato di metterla fissa in alto a destra del blog per farla leggere a tutti coloro che visiteranno questo spazio.

Anche voi la trovate così bella?

Foto in alto scattata due giorni fa durante una bellissima gita in bici all' oasi naturale di Fiumefreddo.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Alessio,anche io conosco queste frasi,hai fatto bene a proporle,sono veramente belle..mi auguro che non si arrivi mai a distruggere tutto ciò che c'è di bello nel mondo,per rendersi conto che i soldi NON SONO LA VERA RICCHEZZA DELL'UOMO!!Raffaella

imperfezioni ha detto...

pensavo che fosse di Jim Morrison...

Anonimo ha detto...

i nativi indiani... quasi allo stesso livello dei texani.. x sfruttamento di risorse ed economie delle persone (vedi le centinaia di sala da casinò che sono intestate a loro..vefi anche l'hard rock cafè)
gente umile...

Gaetano ha detto...

beh si sono pur dovuti adattare agli stronzi che li hanno uccisi e strappati dalle loro terre...

Cmq Ale... ti consiglio un'altro bellissimo proverbio. E' indù.

"Gli alberi sono il sostegno del cielo. Se vengono abbattuti, il firmamento cadrà sopra di noi."

Anonimo ha detto...

Cm diceva il grtande Italo Svevo in un brano della coscienxa di zeno
"...l'umanità è malata ed è destinata ad autodistruggersi..."
Tali osservazioni sono presenti in tanti grandi della letteratura e della filosofia di tutti i tempi insomma molti eclettici osservatori della vita sn giunti a questa conclusione ,i fatti del tempo non la smentiscono , ma io che non mi ritengo un'eclettica spero vivamente che si sbaglino tutti insomma queste sono solo opinioni!!! c'è sempre un'alternativa anche nelle situazioni più disperate a mio parere l'umanita se la caverà xche l'istinto che spinge l'uomo alla vita nn può essere più forte di quello che lo spinge verso il denaro e l'autodistruzione!!!ps un'amica CRITICAL MASS 87

Anonimo ha detto...

ciaooooooooooooooooooo!!!!!! ho mate sn elena di critical mass c'è l'ho fatta!!!!!cmq volevo dirti che ieri mercoledi 2/04/07 è stata una bella serata!!!spero ke siano in avvenire tutte cosi !!!!!adesso ti saluto xkè mate sta spiegando ti ricordo di domenica al palacannizzaro alle 16/30ciaooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!1

francesca ha detto...

Ciao Alessio, sono Francesca. Il tuo blog l'ho trovato casualmente mentre facevo una ricerca on line su google con la voce "video natura alberi". Ho notato molto interessante il tuo blog e la tua sensibilità ai temi ambientali. Il futuro è nelle nostre mani..dobbiamo gestirlo al meglio per permettere anche alle future generazioni di vivere come noi..anzi meglio..è questa l'idea alla base dello sviluppo sostenibile. Ecco perchè io seguo con passione un progetto tutto nuovo che si chiama FilieraCO2, compensare le proprie emissioni dando un contributo concreto al futuro del pianeta. Ti piacerebbe adottare un albero che cresce con te? Io l'ho fatto. Ho compensato le emissioni per la stesura della mia tesi con l'adozione di un albero per tutta la sua vita. Poi ho pensato di regalarlo a due mie amiche per il loro compleanno in modo tale che la nostra amicizia sia "naturalmente" per sempre!Visitate il sito www.filieraco2.it.
"La terra ha abbastanza per le necessità di tutti, ma non per l'avidità di pochi." Mohandas Ghandi

Anonimo ha detto...

E' una frase bellissima, che la dice lunga su tutto ciò che l'uomo fa per autodistruggersi, almeno finchè non inventerà delle banconote al gusto di pizza! E non dubito che a volte nella sua follia non possa arrivare a farlo... Ma ho ancora fiducia nelle cose belle che ci circondano e che spero potremo un giorno vederle veramente con nuovi occhi. Ciao e grazie di questo antico detto indiano che copio volentieri e divulgherò. Danilo.

SANDRO ha detto...

Ciao Alessio anche io ho il poster dei cree.Invito tutti quelli che avessero dubbi sulla saggezza dei "NATIVI D'AMERICA" e sottolineo nativi non i bianchi che sono andati lì per sterminarli e approppriarsi delle loro terre a leggere qualche libro tipo:
1)Storia degli indiani d'America di Philippe jacquin
2)Ai piedi di un albero edito da ACSSIA
3)Una sola madre terra di Corbin Harney capospirituale de western shoshone
4)Cavallo pazzo di Larry McMurtry
Il vento è mia madre di Bear heart e Molly Larkin
Sandro

Lele ha detto...

ciao Alessio sono Gabriele un ragazzo di Siracusa che studia a Catania. Mi fa piacere vedere che c'è ancora qualcuno che tiene al rispetto dell'ambiente: quasi disperavo di non trovarne più. Mi faresti un grande favore: sapresti per caso chi è che fornisce i cassonetti per la raccolta differenziata? Perchè vorrei davvero dirgliene 4!! Abito nella zona di C.so Italia/ C.so delle Provincie e non ce n'è neanche uno...E lo trovo veramente scandaloso... In proposito ti invio sto link così ti fai 4 risate. http://www.comune.catania.it/portale/cstampa/cstampas2.asp?id=205

il mio indirizzo mail è leluzzo1984@hotmail.it

Grazie in anticipo! Gabriele

Lele ha detto...

ciao Alessio sapresti per caso chi è il responsabile dei cassonetti per la raccolta differenziata a CT? abito tra C.so Italia e C.so delle Province e non ce n'è neanche uno. Il che lo trovo alquanto scandaloso. Se mi puoi aiutare a trovare il "responsabile" ti sarei molto grato così almeno gliene dico 4. IL mio indirizzo di posta è leluzzo 1984@hotmail.it. In proposito ti mando anche un link che ti farà sorridere. Guarda un po' come sono realisti gli assessori di Catania. http://www.comune.catania.it/portale/cstampa/cstampas2.asp?id=205

Ciao e grazie in anticipo

Lele

alice a. ha detto...

gli indiani d'america sono una delle mie passioni. ritengo ci sia tanto da imparare dalla loro storia, dalle loro usanze, dalla loro vita e dai loro pensieri. a volte riteniamo che avere computer, videofonini, tv e auto faccia di noi degli uomini migliori. bisognerebbe affacciarci ad altre culture, di oggi e del passato, e attingere a quanto di importante e costruttivo c'è da imparare. per chi volesse conoscere un po' quella che era (e che purtroppo a volte è) la vita degli indiani d'america e ciò che hanno subito in nome della "civilizzazione" vi consiglio un bellissimo libro: Seppellite il mio cuore a Wounded Knee (D. Brown), economici mondadori. sarebbe un libro adatto anche all'argomento "libertà" di cui si parla in questo blog.
alice a.

saretta ha detto...

è la mia frase preferita da tempo ma è dei Sioux

saretta ha detto...

precisamente di Orso in piedi

Anonimo ha detto...

"...and your being is certainly a bird... the ancient seers called it the golden bird... and the hole sky, full of stars, is yours....." (Osho)

Anonimo ha detto...

tutto resta com'era..
campagna era e campagna rimane..
le sciabole restano appese mentre i foderi andranno a combattere

Inowhatino ha detto...

no comment :)

Anonimo ha detto...

in Spagna c'è un prete rock&roll, (sì proprio così un prete rockettaro!), che la canta in versione heavy metal! credo si chiami padre Jhonny o qualcosa del genere. Ciao X)

letizia palmisano ha detto...

Tristemente vera

Let

www.letiziapalmisano.it

FV Biella ha detto...

Meravigliosa frase..che è attuale e si colloca benissimo a quello ch sta succedendo!!!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.