giovedì 5 aprile 2007

I Dieci Comandamenti. Pasqua = Crudeltà?



A grande richiesta mi è stato chiesto di fare un post contro lo sterminio di agnelli durante il periodo pasquale.

Appello ai cristiani e non:

La Pasqua è la maggiore festività del calendario liturgico della Chiesa Cattolica e delle altre Chiese cristiane che celebra la resurrezione di Gesù di Nazareth avvenuta, secondo le Scritture, il terzo giorno successivo alla sua morte in croce.

Io non penso che Gesù sia felice che per festeggiare la sua resurrezione vengano uccisi milioni di Agnelli.

Ricordo i 10 comandamenti:

1. Non avrai altro Dio fuori di me.
2. Non nominare il nome di Dio invano.
3. Ricordati di santificare le feste.
4. Onora il padre e la madre.
5. Non uccidere.
6. Non commettere adulterio.
7. Non rubare.
8. Non dire falsa testimonianza.
9. Non desiderare la donna d'altri.
10. Non desiderare la roba d'altri.

Ritengo che la Pasqua debba essere la festa della vita non della morte.


Molti sono i siti e blog che hanno trattato quest' argomento, ne riporto alcuni:

Blogeko - A Pasqua risparmiate un agnello!
Ecoblog - Pasqua senz'abacchio?
Gattivity - A Pasqua lasciami vivere
Species - A Pasqua, lasciami vivere
VeganItalia.com - Pasqua senza crudeltà 2007
Energiainmovimento.it - Dalla parte dell'agnello
Yahoo Answers - Festeggiate la pasqua di Cristo mangiando agnello?


Sarà internet a far riflettere le persone ed a far scomparire certe usanze?

Io penso che il consumo di agnelli nel periodo pasquale diminuirà nel corso degli anni ma anche per il semplice motivo che i vegetariani stanno aumentando ad un ritmo impressionanete, 500% in più rispetto 25 anni fa. Solo in Italia attualmente se ne trovano oltre 5 milioni (fonte wikipedia). Per capire come mai un simile trend leggete (se non l'avete già fatto naturalmente) il post "alcuni motivi per diventare vegetariani".

9 commenti:

Eloisa ha detto...

Ogni giorno milioni di animali vengono mangiati, a meno di non essere vegetariani è ipocrita piangere sugli agnellini magari mentre si sta mangiando una fettina di vitellina.

Anonimo ha detto...

giusta osservazione...
non perchè si chiama agnellino o perchè suscita tenerezza dobbiamo privarci di una tradizione centenaria..
opportunista..

Marco ha detto...

Per anonimo: sei di un cinismo da far vomitare.
Dovrebbero inaugurare una nuova tradizione: per Pasqua ogni agnello ammazzato, fare fuori 10 idioti cinici da fare schifo....
Tu saresti il primo!!!
Vediamo se sei ancora desideroso di queste stupide tradizioni!!

Manuela ha detto...

Forse l'anonimo non sa cosa voglio dire "opportunista" dato che questo termine non c'entra nulla in quella frase!
Per me è l'ipocrisia sta proprio in quelli che si fanno paladini delle tradizioni per difendere qualcos'altro!

Anonimo ha detto...

brava eloisa!anche io sinceramente trovo la cosa un pò ipocrita...sono vegetariana e felice di esserlo,quindi niente agnello ok,ma anche niente maiali,vitelli,mucche,conigli ecc ecc ecc tutto l'anno...non salto fuori a pasqua a dire"poveri agnellini"
cinzia

MizerableKlaha ha detto...

Il 'Non Uccidere' dei Comandamenti è ovviamente riferito all'uomo e cmq l'agnello è troppo buono mmmh!

giowind ha detto...

So che sono in ritardo, ma non posso non sottolineare l'incongruenza di marco (commento 3) che è disposto a salvare gli agnellini, ma ucciderebbe volentieri 10 cinici...

complimenti per la coerenza!!!

Anonimo ha detto...

I DIECI COMANDAMENTI BIBLICI SONO MOLTO DIVERSI DAI DIECI COMANDAMENTI CATTOLICI.
NEL COMANDAMENTO NON UCCIDERE SONO INCLUSI ANCHE GLI ANIMALI.

marco ha detto...

E così, oltre ai disagi, ai disservizi, e tutto quello che fa morire la montagna ci mettiamo anche i vegani: niente agnelli, niente allevatori in montagna, niente animali sui pascoli... montagna terra di nessuno!!! Qualcuno sa che quassù qualcuno ci vive?

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.