martedì 20 maggio 2008

Religione ed ambientalismo, la strada giusta



In Campania è ancora emergenza rifiuti, essendo una persona ottimista e volendo trovare sempre i lati positivi vi mostro cosa è successo qui a Catania durante la messa dell'aurora del 4 febbraio in occasione della festa di Sant' Agata, "grazie" a quella crisi si è parlato anche di ambientalismo, se la religione portasse tutti i credenti a far rispettare seriamente l' ambiente sarebbe una cosa grandiosa.

5 commenti:

AlexilGrande ha detto...

...sperando che la religione non insegni il valore dell'ambientalismo dogmaticamente...


In altre parole: I credenti devono sapere perchè è bene curare l'ambiente, non lo devono fare perchè qualcuno glielo ordina.

Gianluca Pistore ha detto...

lunedì prossimo avrò una conferenza sui rifiuti organizzata dalla mia parrocchia subito dopo il Rosario ;) ciao

Antonio G. ha detto...

I credenti devono sapere perchè è bene curare l'ambiente, non lo devono fare perchè qualcuno glielo ordina.

si...però credo che intanto sarebbe una cosa buona solo il fatto che is rispetta l'ambiente....poi pian piano viene la coscienza!
eheh
ora invece non cè né l'uno né l'altro!

Steve The Rebel ha detto...

Beh ..la situazione in Campania è molto triste. I rifiuti ormai sono l'emblema dell'indifferenza e del mancato spirito organizzativo.

Anonimo ha detto...

Cosa era successo in occasione della festa di Sant'Agata qualche anno fa? Ah, si, anno ucciso Filippo Raciti. Ecco la religiosità e l'amor cristiano, che bello!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.