giovedì 15 maggio 2008

Il picco del petrolio ed il prezzo della benzina

Trovo veramente scandaloso che in televisione si parli così tanto di cavolate e praticamente mai del serissimo problema del picco del petrolio, neanche i politici ne hanno parlato ne citato il problema nei programmi di Governo.

Per chi non fosse informato, da circa 3 anni l' estrazione del petrolio è rimasta costante invece di aumentare come ha sempre fatto, di conseguenza il prezzo del greggio, vista la continua richiesta da parte dei paesi in via di sviluppo come la Cina, sta salendo in modo vertiginoso. Questo ovviamente ha conseguenze devastanti per l' economia perchè esso serve a produrre moltissimi oggetti, per il trasporto, per l'energia elettrica e per tante altre cose, questi aumenti porteranno un inevitabile aumento di tutti i costi. Per risolvere il problema si dovrebbe iniziare ad investire seriamente sulle fonti energetiche rinnovabili cosa che ancora non si è fatto di cui i nostri politici neanche sembrano preoccuparsi (basta vedere quanto ha parlato di ambiente ed ecosostenibilità il Popolo delle Libertà nel grafico sopra) quindi ci aspetta un futuro sicuramente poco roseo dove probabilmente a livello globale si verificheranno altre guerre per l' oro nero.

Nella pagina dedicata al petrolio di Wikipedia potete vedere le varie riserve petrolifere presenti negli stati del mondo, e quindi anche dove probabilmente si verificheranno le prossime guerre.

Ecco i paesi a rischio di guerra per il petrolio per le riserve che possiedono

Qui invece i paesi che ne consumano molto e che saranno più propensi a dichiarare guerra agli stati produttori (se dispongono della potenza necessaria per farlo), bisognerà stare molto attenti alla Cina oltre che naturalmente agli Stati Uniti che sono già in guerra per il petrolio:

Ecco la classifica dei paesi consumatori


Io penso che i media non parlino molto di questo problema perchè sono pagati dalle case automobilistiche e dai petrolieri, se spiegano che tra qualche anno il petrolio schizzerà alle stelle in pochi investiranno i propri risparmi in un'automobile per non parlare dei SUV (sempre presenti negli spot pubblicitari).
Solo due mesi fa le previsioni dicevano che il petrolio sarebbe arrivato a 140 dollari al barile, a distanza di così poco tempo adesso la previsione ad un anno è data ad oltre 160 dollari al barile, ed in questi giorni il prezzo del greggio oscilla intorno a 125 dollari.
Questo significa che tra un paio d' anni la benzina potrebbe costare più di due euro al litro, di conseguenza tutto il resto costerà notevolmente di più, non solo saremo più poveri ma la benzina quasi il doppio di adesso quindi muoversi in auto per tantissime persone diventerà veramente proibitivo. Inoltre chi ha investito in un auto diesel non spenderà meno in quanto tra pochissimi mesi il prezzo del diesel supererà quello della benzina quindi non sarà possibile ripagarsi la spesa maggiore fatta per l'acquisto di un motore a gasolio.

Qui potete vedere una tabella con i prezzi della benzina negli USA per gallone (1 gallone = 3,79 litri) aggiornati in tempo reale. Come potete vedere il prezzo del diesel è notevolmente maggiore rispetto alla benzina ed anche nel nostro paese potrebbe verificarsi una situazione analoga tra qualche anno.

Direi che la mia analisi sulla convenienza delle auto a benzina rispetto al diesel si è rivelata azzeccata e senza considerare che esse inquinano di più e adesso stanno praticamente costringendo i possessori di Diesel Euro 4 a spendere pure soldi per il filtro antiparticolato.

Non posso che finire il post dicendo di stare attenti a cosa acquistate in questo periodo, fate molto attenzione ai consumi energetici di cosa andate a comprare e se potete investite in un bell' impianto fotovoltaico ed una bella bicicletta, il prezzo dell' energia aumenterà sempre di più e le celle in silicio saranno come una miniera d'oro...ma state attenti magari il vicino vi dichiarerà guerra per appropriarsene :)

11 commenti:

Michele ha detto...

Riguardo l'energia c'è di più, molte cose non ci vengono fatte sapere per ovvi motivi commerciali...cito Vittorio Marchi, fisico, docente dell'Università di Pisa, nel suo libro "L'Uno detto Dio": "Oggi si parla addirittura di "free energy", una energia a buon mercato, da estrarre gratuitamente dal nostro campo energetico spaziale, come è stato scoperto da Nikola Tesla".

Ho poi messo proprio oggi un post sul mio blog riguardante l'automobile di Tesla per chi ne fosse interessato.

Ciao

Papà Volontario ha detto...

Il problema è serio. E purtroppo anche il fotovoltaico è una soluzione temporanea, le celle di silicio durano al più 40 anni.

E già adesso rubano i pannelli fotovoltaici installati in zone non custodite, ho letto qualche articolo in questi giorni.

Anonimo ha detto...

NON ABBANDONIAMO A FORLEO E ATTIVA UNA PETIZIONE GIA ARRIVATA A OLTRE 1200 FIRME PER SOSTENERE E DARE CORAGGIO A CLEMENTINA DOPO L'ILTIMO ATTO DI QUESTI GIORNI FACCIAMO SENTIRE A QUESTO SERVITORE DELLO STATO TUTTO IL NOSTRO APPOGGIO POTETE FIRMARE SUL LINK:
http://www.petitiononline.com/Forleo/petition.html

NON ABBNADONIAMO CLEMENTINA!!!!

squeezeme.splinder.com ha detto...

Bello questo blog! Cercavo come disattivare la segreteria vodafone e son capitato qui.

Gianluca Pistore ha detto...

attenti, il filtro anti particolato è una fregatura, una balla!

Anonimo ha detto...

qui c'è un problema molto serio, l'ambiente è in pericolo AIUTO!!! voglio trovare una benzina alternativa e che costi poco, magari con estratti di sboro

Andrew ha detto...

il petrolio ha raggiunto prezzi assurdi e di conseguenza la benzina ( e le nostre tasche...)

manuele ha detto...

si arriverà a 200 dollari al barile. poi ci sarà il collasso e nuove guerre.
stiamo vivendo nel periodo storico descritto nella bibbia come l'apocalisse.

Gaetano ha detto...

Eh ma che culo!! perchè proprio noi?? :°D

Il Rompiblog (Damiano) ha detto...

il problema è che in tutto questo lucrare l'Italia è il paese dove le compagnie se ne approfittano di più....



TUTTI IN BICI!!!!!!

Alessio-lisicere ha detto...

Ciao alessio
volevo segnalarti un post che ho scritto qualche giorno fa sullo stesso argomento dei prezzi del petrolio...

http://noteventhedogs.splinder.com/post/17047272/Chi+pompa+il+petrolio+e+chi+no

in bocca al lupo

(A)

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.