giovedì 23 luglio 2009

Tornado Like: generatore di energia eolica evoluto

Forse tra alcuni anni non verranno costruite più le normali turbine eoliche che tutti noi conosciamo, solo pochi giorni fa avevo parlato del Kitegem stem, una sorta di aquilone in grado di ricavare energia elettrica molto efficiente, oggi scopro che esiste anche un altro progetto molto interessante chiamato Tornado Like.

Ideato da alcuni ingegneri russi e realizzato in Italia, questo innovativo progetto è stato presentato durante il summit di Firenze “Lavori verdi”.

Questo nuovo generatore eolico non supera i 3 metri di altezza provocando quindi un basso impatto visivo, l'aria convogliata al suo interno permette di creare un tornado che attiva le turbine nella zona centrale del generatore il quale si attiva anche con venti molto deboli (da 2 metri al secondi), la resa è maggiore rispetto ai normali impianti ed il costo inferiore del 30%. Si prevede di realizzare un primo impianto sperimentale sul Parco dei Monti Sibilini prima di passare alla produzione su scala industriale.

Sempre al Summit di Firenze sono state presentate delle “Nuove molecole fotovoltaiche”, presentate dal Laboratorio europeo di spettrofotometria non lineare di Firenze, in grado di centuplicare in un futuro molto prossimo la potenza di un pannello fotovoltaico.

Spero tanto che non costruiscano quello schifo di centrali nucleari in Italia ma sfruttino queste nuove straordinarie e pulite tecnologie.

Fonte: Ecoblog.

4 commenti:

faresoldi ha detto...

molto interessante.l'energia eolica va sfruttata al massimo per ridurre le emissioni dovute ai combustibili tradizionali.oltretutto può anche essere fonte di discreti guadagni sul lungo periodo.

Michele ha detto...

Si, davvero molto interessante, tra l'altro una società che lavora proprio a questo progetto è della mia zona.

Purtroppo sulle energie rinnovabili c'è ancora molta disinformazione e diffidenza, anche nei confronti dei pannelli fotovoltaici ad esempio, che sto cominciando a conoscere meglio da un po' di tempo a questa parte. Questo purtroppo è anche dovuto al fatto che in molti, vista l'apparente semplicità degli impianti, ci si sono buttati speculandoci e facendo dei pessimi lavori.

Per fortuna devo anche dire che in questi ultimi uno o due anni le cose stanno migliorando.

Approfitto per ricordare a tutti quelli che volessero investire nel fotovoltaico che il nuovo Conto Energia finisce nel 2010, quindi bisogna affrettarsi, perché ad oggi, oltre alla produzione di energia verde, un lavoro ben fatto rappresenta anche un ottimo investimento (raro come pochi), che però credo ancora pochi sanno, nonostante tutto.

LuCa ha detto...

oh si molto bello, ma chi ci guadagna il sole e il vento non sono proprietà privata di nessuno. mentre l'uranio e il petrolio si!

che schifo..chissà che vengano sepolti nella loro schifosissima melma nera o gli esploda una centrale proprio sotto il culo..così imparano..

Venus ha detto...

passavo....carino il tuo blog.
buona notte!

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.