martedì 4 settembre 2007

Vaffanculo Day Catania 8 Settembre 2007



Il V Day sta per arrivare, tra pochi giorni in moltissime piazze d'Italia ci saranno eventi di ogni genere. A Catania, tra le tante cose, abbiamo organizzato su mia supervisione una grande V da formare con le persone, qui sotto trovate il regolamento che potrebbe essere uno spunto anche per la realizzazione di altre V nelle piazze d'Italia:


L' 8 settembre, alle ore 19, in occasione del Vaffanculo Day ideato da Beppe Grillo, a Catania, in piazza Duomo, decine, centinaia o migliaia disposte a V grideranno VAFFANCULO ai nostri politici (questo è solo uno dei tanti eventi che avverranno quel giorno).

Le regole da seguire per partecipare sono le seguenti:
Alle ore 18.50 circa, un gruppo di persone all'in piedi inizieranno a formare la punta di una V che sarà rivolta verso il palazzo del comune e con le due estremità indirizzate verso la coppia dei pali della luce più lontani dalla punta.


Pian piano altre persone si aggiungeranno, ed a seconda dell'affluenza la fila potrà essere composta da una o più persone.

Una volta che la grande V si sarà formata udirete un fischio che indicherà l'ordine di alzare una mano con il simbolo della V fatto con due dita (indice e medio), inizieranno a farlo prima quelli più lontani dal comune (ovvero alle due estremità della V) e come una specie di effetto domino pian piano tutti alzeranno la mano fino ad arrivare contemporaneamente alla punta della V.
Quando tutti avranno la mano alzata udirete un secondo fischio ed al termine di questo bisognerà gridare "VAFFANCULO". Subito dopo bisognerà sciogliere la V e sgombrare la piazza il più velocemente possibile. Dopo alcuni minuti naturalmente potrete ritornare, il tutto verrà filmato ed inserito su YouTube.

Particolari importanti da ricordare:

- Il primo fischio indica che la V è stata completata e che può partire l'alzata delle mani con il simbolo della V partendo dalle due estremità fino ad arrivare contemporaneamente alla punta.
Solo quando tutti avranno la mano alzata si udirà un secondo fischio ed al termine di esso si potrà gridare VAFFANCULO.
- E' importante essere già in piazza alle ore 18.50.
- Ci saranno anche due persone addette che coordineranno la corretta formazione della V.
- Per rendere più spettacolare l'evento fai circolare il più possibile questo messaggio!

Ulteriori dettagli sul vaffanculo day li potete trovare in un recente post del blog di Beppe Grillo, li riporto anche qua:

Oltre 180 città d'Italia hanno già aderito al V-day. In ogni città i meetup hanno organizzato feste, spettacoli e banchetti di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare "Parlamento Pulito".

Alcune città hanno organizzato una giornata di festa con attori, cantautori, artisti.
- A Torino ci sarà uno spettacolo in Piazza Castello a partire dalle 16,
- A Roma al Parco Shuster dalle ore 15.
- A Taranto inizieranno il 7 settembre la sera con "Aspettando il V-Day" in piazza Maria Immacolata dalle 18.
- A Palermo già da oggi c'è il V-Day universitario e l'8 la città sarà invasa dalle biciclette con la Critical Mass.
- A Ivrea chi vuole contribuire può farlo dopo aver bevuto un sorso di sangria.
- A Napoli, ma non solo, i ragazzi proietteranno i filmati del blog.
- A Padova si va avanti anche domenica 9 al Parco Iris.
- A Cuneo un politico locale ha minacciato il titolare di un centro commerciale che aveva esposto il volantino del V-day...ma i ragazzi ci saranno lo stesso.

Moltissimi proietteranno la diretta da Bologna (dove ci sarà Beppe Grillo), a partire dalle 17.00 dell'8 settembre, che curerà EcoTv.
Tutte le TV e le radio possono ritrasmettere il segnale. Ecco i dati:

Canale 906 Sky

oppure free:
satellite: hot bird 6
trasponder: 125
polarizzazione: orizzontale
frequenza: 11013
symbol rate: 27500
fec: 3/4

Il sito www.ecotv.it trasmetterà anche in streaming tutto l'evento.

P.s Andrea Pellizzari andrà a firmare al banchetto di Milano, guarda il video


L' 8 settembre tutti in piazza!

Aggiornamento 7 settembre 2007: la digos sta facendo problemi per la realizzazione della V in Piazza Duomo, se non vedete nessuno li alle 18.50 significa che essa si sta formando nella vicina Piazza Università.

13 commenti:

usto ha detto...

ci sarò :D
anzi,vedo di trascinarci tutti quelli che conosco :D

Alzata con pugno ha detto...

io starò a guardare, sperando che il tutto non venga strumentalizzato.

bambam ha detto...

ottima iniziativa ...........è ora di far sentire che nn siamo solo spettatori paganti di uno spettacolo mal riuscito come questo teatrino di burattini che ci propinano ogni giorno a fasi dx-sx alterne.

altra faccia della medaglia ha detto...

Ho letto il tuo post del 27 agosto sulla Favicon.
Ho caricato la favicon sul computer, ho scritto tutto, ma quando guardo l'anteprima mi viene sempre il simbolino della B arancione di Blogger.Ho poi capito che alla scritta favicon.ico, la piattaforma inserisce la B arancione.
Come devo fare?Se lo sai, mi puoi mandare un commento al mio blog?
Grazie mille, ciao!

altra faccia della medaglia ha detto...

Credo di non aver messo la favicon su Internet.Come si fa?

Anonimo ha detto...

Il cantautore: il modello Roma? Città bellissima non certo per merito suo

Anonimo ha detto...

Il giornalista romano ha rinunciato in extremis alla candidatura

Antonello De Pierro non correrà più per la guida del Partito Democratico
Il direttore di Italymedia.it e storico conduttore di Radio Roma, oltre che leader del movimento “L’Italia dei diritti”, aveva deciso di candidarsi, ma come si apprende dal coordinatore nazionale del movimento stesso Dario Domenici, è stato costretto a ritirarsi per motivi personali


Aveva accettato di candidarsi per le Primarie del 14 ottobre 2007, per concorrere alla carica di segretario nazionale del Partito Democratico, dopo che da più parti gli erano giunte richieste in tal senso, e, sostenuto da più associazioni e gruppi, oltre naturalmente che dal movimento per i diritti dei cittadini “L’Italia dei diritti”, di cui è presidente, aveva avviato in tutta la penisola la raccolta delle firme necessarie da consegnare entro il termine fissato, per accedere all’elenco degli aspiranti. In extremis però il popolare giornalista Antonello De Pierro, direttore di Italymedia.it http://www.italymedia.it e voce storica dell’emittente radiofonica Radio Roma, giannizzero di tante battaglie in campo sociale, sempre per tutelare i diritti dei più deboli, schierato contro l’arroganza dei potenti e la corruzione dilagante di settori deviati delle istituzioni, per motivi personali ha rinunciato a candidarsi. E’ quanto è stato reso noto dal coordinatore nazionale del movimento “L’Italia dei diritti” Dario Domenici, che non ha specificato il motivo della defezione, che come già accennato risalirebbe a motivi prettamente personali. Sembra che la decisione di De Pierro di concorrere alla carica per cui sono candidati Walter Veltroni, Furio Colombo, Enrico Letta, Rosy Bindi, Mario Adinolfi ed altri, sia scaturita dalla necessità soggettiva di apportare una ventata di forte coinvolgimento sociale in una classe politica ormai impopolare, e sempre fedele al suo motto, ripescato nell’archivio geniale di Cesare Pavese “Non bisogna andare incontro al popolo, ma essere popolo”. Ed è proprio ciò che il giornalista romano ha da sempre fatto, dalle pagine dei giornali diretti, dalle frequenze radiofoniche, ma soprattutto grazie all’indole solidale che lo caratterizza, facendosi carico di problemi che nella maggior parte dei casi, con l’impegno, la caparbietà e la forza mediatica ha brillantemente risolto, rivendicando la sua indipendenza e non preoccupandosi giammai di potersi mettere contro i cosiddetti potenti. Spesso ha pagato anche sulla propria pelle le omissioni e le falsificazioni clamorose a livello istituzionale, e successivamente le ritorsioni, solo, in virtù del suo innato senso di giustizia, per aver tentato di far rispettare dei sacrosanti diritti, che nelle circostanze erano stati spudoratamente calpestati. Italymedia.it è da sempre un portale di informazione libera che denuncia tutto il marcio che riesce a smascherare, in maniera politicamente trasversale, la giustizia e i diritti non hanno colore, anche perché è pura retorica, peraltro piuttosto patetica la convinzione che le ingiustizie e i soprusi siano peculiarità di questa o di quella classe politica. Dove esiste l’uomo c’è il pericolo di degenerazione morale, ed è dovere sacrosanto di chi si muove nella legalità denunciarlo, anche se ciò non sempre avviene, ed è un dato di fatto che spesso il delinquente è più forte dell’onesto, e muoversi nell’illecito è più agevole che addentrarsi nei vincoli che la codificazione legale impone.

Tra l’altro il giornalista e conduttore era considerato l’unico che avesse qualche improbabile e comunque inutile chance in più, di fronte a Superwalter, che dopo il grande consenso conquistato meritatamente alla guida dell’amministrazione capitolina, ha già in tasca la leadership del nascente Partito Democratico. I candidati Rosy Bindi ed Enrico Letta, facenti parte di un governo che ha fortemente deluso anche il suo stesso elettorato, non hanno alcuna speranza a cui aggrapparsi per ottenere l’ambita posizione di vertice. Il leader de “L’Italia dei diritti” comunque sosterrà Walter Veltroni, persona che ha dichiarato in più occasioni di stimare umanamente e politicamente da sempre e in cui ripone grande fiducia, ed ha annunciato che presto, “viste le pressioni della gente e dei fedeli lettori, ascoltatori e sostenitori, non potrà esimersi dall’affacciarsi sulla scena politica romana e nazionale, per ottenere uno strumento in più al fine di tutelare gli interessi di chi spesso non ha voce, in quanto soffocata dal potere e dall’arroganza di pochi eletti”, priorità diventata ormai una missione ed una ragione di vita.

Anonimo ha detto...

andare a lavorare no? FANNULLONI!

Alessio ha detto...

Lavoriamo per un paese migliore, mica poco

Anonimo ha detto...

Sono andato sul blog di Beppe Grillo e ho trovato un primo commento che racchiude tutto il mio pensiero, lo riporto testuale :
"Siamo partiti da V per Vendetta e finiamo a cantare e ballare nelle piazze.
Come sempre, a tarallucci e vino.
Siete proprio inguaribilmente italiani
Già, italiani brava gente:
estate, tutti al mare,sagre fiere e molte code.
In Autunno, invece si protesta.
Ma si balla e si canta ancora.
Buona notte popolo."

Secondo me questo signore ha fatto un'accurata descrizione del contestatore medio italiano. Mi ci sono rivisto anche io, per anni ho partecipato ad eventi del genere, e' stato anche divertente ma non basta gridare vaffanculo per risolvere i problemi.

bambam ha detto...

il contesto nn è sl quello di sparare una parolaccia di uso comune x cercare di risolvere i problemi che bene o male ci strascichiamo ingranditi ad ogni nuova legislatura, ma cercare di fare luce su un'anomalia tipicamente italiana....condannati al potere.....oh! bè di certo la lista di problemi da risolvere x questa nostra piccola Italia è bella lunga e talmente incasinata che hai voglia di sbrogliare la matassa mandando a quel paese la classe politica, ma almeno quella marcia sì!!!!!
io personalmente ci credo ancora, voglio credere che ci siano persone nella nostra classe politica che pensano a noi e ad un modo per far funzionare bene le cose.
Le idee ci sono e vengono da uomini che l'attuale sistema legislativo mette sempre in minoranza xchè ben si sa che si scopribbero troppi altarini (scusate dialetto veneto).
Quello di Beppe e di tutti i ragazzi che come Alessio ci credono è solo un primo passo x un'Italia migliore x tutti noi......un passo alla volta x nn inciampare, le piccole marce che poi nn son tanto piccole hanno sempre portato lontano.

Gaetano ha detto...

Io l'ho già detto... secondo me saremo così tanti da poter scrivere VAAAFANCUUULO!!!
VI A EFFE EFFE 'NCUUUUULO!!!

pdptlp ha detto...

L'8 Settembre è il compleanno del mio socio :D , quindi potrò dirgli qualcos'altro invece dei soliti auguri.
Ciao ciao

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.