mercoledì 26 settembre 2007

Copertine di Crozza. Maroni e coglioni



Quest'anno Crozza ci sta andando pesante, la scorsa settimana ha praticamente dato del coglione a Maroni mentre questa settimana ha dato del faccia di culo a Mastella. Sopra potete vedere il video del primo episodio che ho riportato. Per chi non potesse vedere la battuta è la seguente:

Dov'è Maroni non lo vedo?...ah eccolo la!
Maroni è venuto da solo stasera? no perchè generalmente i Maroni sono sempre in due.


Nel video da anche del maiale a Calderoli.

In sottofondo Floris si scompiscia dalle risate...

Crozza non è nuovo a queste battute sugli "ONI" guardate cosa dice a Casini alla fine del video qui in basso:



Vai Maurizio continua così!

P.S. Ieri Critical Mass ha compiuto 15 anni!
A Catania, stasera, festeggieremo l' anniversario in Piazza Roma alle ore 21.30. Ulteriori dettagli li trovate sul blog della CM Catanese.

5 commenti:

Nemo ha detto...

Crozza è la parte migliore della trasmissione. Ieri Mastella quasi piangeva.

Dopo Crozza, come qualità piazzerei i servizi esterni di Ballarò.

Floris invece ormai è scaduto. Non è capace di fermare un ministro-bambino che s'è fatto 20 minuti di soliloquio a parlare della "sua persona" e a difendersi a mò di "mamma non è vero non sono stato io". Una vergogna assurda.
In realtà non credo non sia capace. Semplicemente la sua linea non glielo consente. Del resto, cosa posso mai aspettarmi da uno che come "esempio" tiene in considerazione Mentana, anche noto come Vespa 2.0

Gli ospiti: Belpietro non vale una ceppa come giornalista, La Russa manco l'ho sentito quando parlava, il magistrato ha parlato sostanzialmente da magistrato, troppo poco però, la Bindi è inutile, Mastella ridicolo e al tempo stesso desposta, abusando della poltrona di Ballarò, Diliberto è stato l'unico a dire cose sensate e serie, che purtroppo vanno in contrasto col mainstream della sua coalizione.

Mastella, cmq, si deve vergognare. Gli altri abusano della propria posizione, ma non fatto le "guarrattelle" (come si dice da me) in TV piagendo quasi come un bimbo. Nemmeno la parvenza di un uomo. Che schifo.

bambam ha detto...

Vien da chiedersi come mai vengono così spontanei certi epiteti per la classe politica attuale ???

Scuola di ladri ha detto...

eh eh Maroni ha fatto una faccia indimenticabile

Mario ha detto...

Ciao ho messo il banner della bici sul mio sito Coscienza Viva su splinder. Grazie davvero un bel blog propositivo...ciao!Mario

Tancredi ha detto...

Crozza ha ragione, un comico che fa satira ha il diritto e forse il dovere di insultare i politici, specie se il politico in questione merita tale insulto (cosa che Mastella e Maroni meritavano). Un politico non fa niente, ha la pensione garantita, può dire in televisione quello che gli pare. E deve accettare il fatto che, quando si è potenti e famosi, si è anche più facilmente esposti ai giudizi dei cittadini, specie dei comici che fanno satira politica. Sennò non è giusto, scusa!
Se uno si prende i vantaggi dell'essere politico (soldi, potere e fama), deve anche prendersi le rogne.

Una delle poche cose che rende l'America un paese migliore dell'Italia è che è un paese dove la satira non risparmia nessuno ed è questo che la rende un paese libero.

Cosa che non vale per l'Italia dove, quando non c'è una censura diretta delle autorità, c'è quella indiretta, quella degli scandalizzati, dei bravi ragazzi, di quelli che gridano indignati quando un politico corrotto o incompetente subiscono l'insulto che meritano.
Perchè vorrei ricordare che siamo in un paese (più o meno) libero dove pure io, posso insultare qualcuno se penso sia un idiota. Ma mi trattengo perchè sono educato...

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.