mercoledì 11 luglio 2007

Piero Ricca VS Emilio Fede. Risultato? Blog sequestrato!



Ho parlato diverse volte di Piero Ricca in questo blog...ebbene si dopo gli ultimi scontri, Emilio Fede ha fatto sequestrare il blog di Piero per diffamazione. In alto potete vedere un servizio di Striscia la Notizia e capirete subito come mai è accaduta una simile cosa.

In un commento rilasciato nel suo ultimo post Piero ci racconta l'accaduto:

"SITO BLOCCATO DALLA FINANZA

Sono Piero Ricca.

CARI AMICI, NON POSSO AGGIORNARE IL BLOG. Mi è stato chiuso con atto della procura di Roma, un “sequestro preventivo” notificatomi alle 14,00 di oggi da due agenti della guardia di finanza del “nucleo speciale contro le frodi telematiche”, venuti da Roma. Il sequestro proviene da una querela per diffamazione presentata da Emilio Fede nei miei confronti per la famosa contestazione al circolo della stampa. Con il medesimo provvedimento hanno cancellato un mio post relativo alla vicenda Fede e i commenti in calce. Non hanno potuto, per motivi tecnici, togliere il video da YouTube.
Naturalmente farò immediata richiesta di disequestro. Intanto posso solo scrivere queste righe in questa sede. Fra poco manderò un comunicato ai siti amici, e vi chiedo fin d’ora di farlo girare.
Con Fede ce la vedremo in tribunale, magari davanti a uno dei magistrati diffamati e spiati negli anni del governo del suo datore di lavoro.
E continueremo a criticare lui e i suoi simili sulla pubblica piazza, in nuove manifestazioni di dissenso.
Nessuno riuscirà a sequestrare la libertà di espressione, mia e degli amici di Qui Milano Libera e del blog: questo è certo.
Grazie a tutti. A presto, Piero"


Il blog è stato sequestrato in merito ad un post dove si parlava di Emilio Fede che è stato subito cancellato dopo il sequestro.
Una vicenda veramente triste che spero si risolva al più presto...la libertà di espressione in questo paese è veramente bassa...

Vi lascio al video imperdibile di Piero Ricca dove si vede il famoso sputo di Emilio Fede:



Chiedo cortesemente a tutti i blogger che leggeranno questo post di far circolare la notizia anche nel proprio blog, in questo modo saremo tutelati maggiormente quando qualcuno penserà di denunciarci o bloccare il nostro diario on line. Dobbiamo far capire a tutti che far sequestrare un blog comporta più svantaggi che vantaggi! Siamo compatti e riusciremo sicuramente in quest'impresa. Beppe parlane anche tu non mi deludere!

E' una cosa importantissima che ci riguarda da molto vicino!

Ulteriori approfondimenti nei link qui sotto:

L' Unità
Punto Informatico

Pieroricca.org

Aggiornamento 11/07 ore 18.38:

Beppe Grillo non mi ha deluso ed oggi, ha parlato prontamente della vicenda nel suo blog.
Nei commenti qui sotto trovate anche i link dei post che sono stati eliminati dopo il sequestro.

8 commenti:

me ha detto...

Questa faccenda è uno schifo, scusami per il termine ma è quello che più si adatta. Oggigiorno siamo di fronte ad un'informazione truccata al soldo degli interessi di qualcuno, che non punta al bene dei cittadini ma a quello personale, è una cosa vergognosa che a certa gente sia permesso di fare determinate cose. Per non parlare dei burattini che affollano la televisione.
Prossimamente terrò d'occhio anche i link che hai consigliato!

Nel frattempo ti segnalo la mia iniziativa su Mtv, passa da me se ti va di conoscerla, e se dovessi apprezzare ho pronto il bannerino!
A presto!

Fabio ha detto...

Ecco qua i post incriminati, cortesia di Google Cache: Emilio Fede e lo sputo.

Nuovo post di Piero nella sezione commenti del suo ultimo post.


Ore 12 dell'undici luglio.

Cari Amici, mi sono riletto il post sequestrato.

Fossero sempre così garbati... Forse l'hanno oscurato perché introduceva il video con lo sputo e le velate minacce e non è stato ritenuto elegante. Oppure qualcuno intende prendere di mira perfino i commenti dei lettori. Lo scopriremo solo vivendo.

Certo che la logica del "sequestro preventivo" della libertà di parola mediante cambio di password è interessante. Chi querelasse Fede per diffamazione a mezzo tg, putacaso chi come me e i miei amici di Qml definiti da Fede "mascalzoni", potrebbe chiedere alla magistratura di sequestragli il telegiornale (che peraltro trasmette da anni su frequenze occupate abusivamente)?

Ma le querele di un semplice cittadino - si sa -difficilmente vengono prese in considerazione dal sistema giudiziario, malgrado la legge nominalmente sia uguale per tutti. Ah l'importanza di chiamarsi Emilio!

In giornata il nostro nuovo video, con l'appello a tutti i bloggers. Domani è confermato l'appuntamento al parco Solari, a Milano, dalle ore 19, per la festicciola estiva. E a stretto giro si profila un grande striscione con slogan ad effetto, in difesa della libertà di parola. Che è di tutti o di nessuno. Ed è libertà di critica o non è.

Continuiamo a usare, come carbonari, questo spazietto dei commenti, almeno fin quando ce lo permetteranno. Teniamoci aggiornati.

Piero Ricca

Morgan ha detto...

incredibile Alessio!!!

Ti chiedo per favore di passare sul mio blog a vedere la nuova iniziativa a favore di Gramos, il bimbo con malattia rara che forse già conosci, grazie mille.
Perdona il disturbo.

altra faccia della medaglia ha detto...

Dopo la dignitosissima azione della giornalista Mika, qui in Italia siamo indietro anni luce e stiamo sprofondando nella censura e nella falsa informazione.
Adesso anche Internet viene censurato, perciò dobbiamo tutti noi blogger unirci per difendere l'unica roccaforte della vera informazione.

salpetti ha detto...

Credo che il procedimento contro Ricca sia un modo per intimidire i bloggers. I blog, infatti, in Italia sono l'unico strumento di informazione libero.
La cosa che mi ha colpito è il modo in cui è avvenuto il sequestro: la finaznza si è fatta dare la password e ha cancellato alcuni post senza oscurare il blog o mettere un avviso come si fa di solito in questi casi. Chissà perchè hanno agito in un modo così subdolo!!!

salpetti.wordpress.com

AmosGitai ha detto...

Spero tanto si tratti soltanto una misura preventiva, in modo da capire la cazzata (permettimi il termine) di cui si tratta.
Ci lamentiamo che siamo invasi dai cinesi e poi ci comportiamo come se fossimo in regime pechinese???
Cosa dell'altro mondo!!!
Il mio blog sul cinema e viaggi: sei invitato!

KAMMOOOOO!!!! ha detto...

Impegnamoci tutti per la libertà di informazione!

Qualcuno ha il video non disponibile? è stato censurato anche quello?

Ancora vergogna!

rinkoboy ha detto...

spero che Piero possa aprire un altro blog o gli venga restituito il sacrosanto diritto di manifestare e rendere pubbliche le sue idee, giuste o sbagliate che siano...

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.