lunedì 9 giugno 2008

Io "non" sono vegetariano



Adesso vi racconto una cosa personale. Non è raro che mi contattino persone vegetariane o vegane le quale mi chiedono da quanto tempo sono vegetariano, ad una simile domanda io rispondo che non lo sono completamente perché riduco all' estremo il quantitativo di carne che mangio quindi anche se ne mangio pochissimo non lo sono.
Da circa un anno e mezzo ho iniziato a non mettere carne (solitamente wurstel o porchetta) nei panini che mi faccio fare dai paninari in giro per Catania, non mangio più fette di carne o il pollo allo spiedo mentre prima li mangiavo quotidianamente, quando esco cerco sempre di evitare la carne, però ogni tanto me la ritrovo da qualche parte, ad esempio se siamo a casa di amici (cosa molto rara) ed hanno preparato le lasagne con un po di carne all' interno non mi tiro indietro se non ci sono alternative. Insomma mangio circa centesimo o anche meno della carne che mangia normalmente una persona italiana, l' ultima blog cena dei blogger l'hanno organizzata in un posto dove la specialità era la carne, ho pagato 12 euro come gli altri accontentandomi di mangiare solo qualche contorno vegetariano dato che non mi andava di mangiare le fette di carne e polpette di cavallo fumanti che giravano nel tavolo.
Io evito la carne per i motivi che ho elencato nel blog e penso che sia una scelta importante per l' ambiente, per gli animali, per la nostra salute e per tant' altro ma non mi va proprio giù essere attaccato duramente dai vegetariani (ed ovviamente anche dagli onnivori ma quello è "normale") che me ne dicono davvero di tutti i colori con tanto di insulti anche pesanti per la mia "ipocrisia", secondo alcuni di loro è un sacrilegio dire che trovo sbagliato mangiare carne ma al tempo stesso ingerire piccolissime quantità di essa un paio di volte al mese, in poche parole sarei una sorta di mostro pure peggio dei mangiatori di carne quotidiani, inoltre vorrei ricordare a tutti i vegetariani che mi reputano uno schifo che grazie ai miei consigli del blog ho convinto centinaia o migliaia di persone a diventare vegetariane o a ridurre la carne nella propria dieta.
Non sono sono un vegetariano estremo come loro per il semplice motivo che quelle piccolissime quantità di carne che mi capita di ingerire li trovo ininfluenti da un punto di vista della sofferenza animale e dei danni ambientali che creo, da un punto di vista salutare inoltre potrebbe far anche bene mangiarne pochissimo ogni tanto, non a caso le scimmie (gli animali da cui discendiamo), oltre ai vegetali a volte mangiano anche insetti, molluschi e piccoli vertebrati.

Beh che dire, sono attaccato da moltissimi onnivori, da moltissimi vegetariani (soprattutto ragazze)...ci sta anche qualcuno dalla mia parte?...

Userò questo post per linkarlo a chi mi chiederà se sono vegetariano...

In alto un video sui vegetariani in Italia tratto dal Tg1.

P.S. Dato che ho parlato della Blog Cena ne approfitto per informarvi che il 27 giugno se ne terrà un' altra a Catania (stavolta non necessariamente a base di carne), cliccate qui ed iscrivetevi se volete partecipare.

53 commenti:

Ros@ ha detto...

Prova a chiedere, a chi ti accusa di incoerenza: Se sono di pelle le scarpe che portano ai piedi,o le cinture e le borse che indossano.
Se i cosmetici,o i detersivi che comprano,non sono testati sugli animali.
Se agli animali che hanno in casa, fanno mangiare carne in scatola.
Se usano insetticidi per ammazzare mosche, scarafaggi, zanzare...
Vedrai che nessuno è perfetto.
Fai quelle cose, delle quali sei veramente convinto. Il resto va da se!
ciao

Michele ha detto...

Io sono totalmente e strettamente vegetariano (non vegano), ma sono anche dalla tua parte, non ti biasimo e apprezzo la tua onestà, la tua scelta e la tua tolleranza.

Molte volte mi sono chiesto anche io se faccio bene o faccio male creando a volte scompiglio o dispiacere a chi mi prepara affettuosamente un bel piatto non vegetariano poiché magari non sà che lo sono. Sinceramente ancora non mi sono dato una risposta.

Sono anche molto religioso (non cattolico) e in un passo del vangelo Gesù dice: "Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà messo dinanzi...".
Sinceramente non so' cosa sia giusto fare, e per ora faccio quello che ho detto, sono strettamente vegetariano.

Però credo che ci sia una distinzione da fare. Quando sei tu che scegli dei prodotti o hai la possibilità di scegliere, e quando il cibo ti viene offerto con cuore e và al di là della tua scelta, non mi sento di metterli sullo stesso piano (questo non vuole neanche dire che bisogna sempre accettare eh...)

Sinceramente ora, dopo circa 8-9 anni che sono vegetariano provo una certa repulsione verso la carne e credo che non sarei in grado di mangiarla anche se volessi riprovare (cosa veramente strana visto che prima quando ho fatto la scelta alcuni piatti mi piacevano e anche molto), quindi ora volente o nolente credo che non sarei più in grado di tornare indietro, ma la cosa non mi dispiace affatto, anzi.

Comunque complimenti Alessio, continua a parlarne di questo argomento e continua a spingere la gente verso scelte sempre più consapevoli, non sei affatto un ipocrita, in fondo anche una scopa sporca se ben usata può togliere molto sporco ;)

Daniele ha detto...

Io "non sono vegetariano" ma grazie al tuo blog che visito almeno una volta a settimana ho ridotto considerevolmente l'abuso di carne - direi almeno il 50% - questo significa che se tutti leggessimo il tuo blog e ci sensibilizzassimo al problema ambientale, salutistico ed ecologico, il 50% degli animali resterebbe in vita, non si sprecherebbe il 50% del carburante che serve per la produzione e respireremmo aria molto più pulita. credo che gli animalisti (perchè questo sono) debbano rispettare chi si impegna a mangiare meno carne nonostante sia molto difficile.
Quando qualcuno mi fa obiezioni rispondo semplicemente: "Mi preferivi quando mangiavo solo carne?"

Ciao Alessio, serve gente come noi e strumenti come il tuo blog per migliorare questo pianeta.

se incontrerai persone che ti odiano pensa che è tutto un equilibrio: più c'è gente che ti odia e più c'è gente che ti ama (pensa a martin luther king, j.f.kennedy, john lennon)

Anonimo ha detto...

ipocrita!

Crocieristi ha detto...

A Livoro sabato è arrivata la nave più grande del mondo, anche il tg5 è stato così cortese da farci su due servizi, uno all'una, l'altro alle 20:00.
E' molto raro cheun tg parli di una nave da crociera

Woodstock65 ha detto...

Beh! che dirti il tuo modo di essere vegetario è perfetto, per quelli che io ritengo essere una buona serie di motivi.
1) essere fondamentalisti è sempre sbagliato
2) L'essere umano è onnivoro, e come tale può benissimo eliminare un tipo di alimento se questo è sostituibile tenendo conto di sviluppo dell'individuo e tipologia di attività fisica.

Io mangio carne, magari non spesso, ma la mangio... mangio pesce, e sinceramente io non ci rinuncio, ma questa è una "mia scelta" le scelte personali degli altri, quelle scelte che non influenzano la libertà altrui, non possono essere mai criticate.

Comunque possono dire tutto quello che vogliono carnivori e vegetariani, ma l'alimento base quello naturale dell'uomo sono gli insetti, unico alimento di cui sarebbe in grado l'essere umano di cibarsi in natura.
Lo vediamo dalle tracce lasciate dalle poche popolazioni che vivono come ai primordi e (anche se ormai scomparse) che sono arrivate fino a noi nell'ultimo secolo.

Anonimo ha detto...

Caro Alessio,
il mio percorso alimentare è molto simile al tuo, quindi non posso che condividere le tue opinioni in merito.

Nella nostra posizione siamo destinati a essere "attaccati" da molti fronti, che dire?
Nulla, meglio scrollare le spalle, che di gente con la "verità" pronta ce n'è fin troppa in giro.

La scelta di una alimentazione che riduca o elimini il consumo di carne è sana e salutare fisicamente ed eticamente. (a mio personale giudizio)

La carne è cadavere di animale, anche le simpatiche polpette e i saporiti wurster.

Il tuo impegno è anche in questa materia ammirevole.



E.

Alessio-lisicere ha detto...

Sono d'accordo con Ros@. Nessuno è perfetto soprattutto quando si parla di difesa dell'ambiente. E' quasi impossibile non avere nessun tipo di impatto negativo. Io penso che per l'uomo non sia del tutto sbagliato mangiare la carne, in fin dei conti, apparte le scimmie, gli uomini sapiens sapiens andavano a caccia per mangiare. Quel che penso è che ci sono modi e modi per farlo per cui il fatto che tu ne sia consapevole e ti comporti secondo quello che credi mi sembra la cosa più matura che si possa fare. Fare le cose d cui si è convinti con cognizione di causa è senza dubbio l'atteggiamento migliore che si può avere di fronte ad una situazione critica. Per cui fai quel che credi migliore, rispetta la tua sensibilità e di conseguenza non avrai troppe cose di cui pentirti anche di fronte alle critiche più violente...

(A)

nicolaennio ha detto...

per quanto possa servire... io sto dalla tua parte,

nicolaennio

manuele ha detto...

woodstock65: ..ma questa è una "mia scelta" le scelte personali degli altri, quelle scelte che non influenzano la libertà altrui, non possono essere mai criticate..

ah si ? quindi la tua scelta non influenza la libertà altrui? e quella degli animali morti di cui ti cibi come la chiameresti ?? ah giusto, lì non si tratta di influenzare la loro libertà, ma proprio di eliminargliela completamente insieme al diritto alla vita.

Giovanni Affinita ha detto...

d'accordo con te, Alessio. Inoltre rispondo a Emanuele: quando gli animali dimostreranno di essere al nostro livello, allora potremo iniziare a parlare di "parità"

Anonimo ha detto...

Ho visto diversi vegetariani che non curavano l'alimentazione stare male. Mangia pure quello che ritieni opportuno, soprattutto quello di cui senti il bisogno.
Gli integralisti stanno sempre a spiegarci quello che dobbiamo fare.

Michele ha detto...

X Giovanni affinita:

Osserva meglio che gli animali sotto molti punti di vista sono al nostro livello, sotto altri sono inferiori e sotto altri ancora sono superiori.

Allora che vogliamo fare, non ci curiamo della tua libertà perché esistono animali che ci vedono meglio di te, altri che sentono meglio di te, altri ancora che hanno un cervello più grosso del tuo (quantitativamente parlando), altri perché hanno un intuito molto più sviluppato del tuo riguardo certe cose etc etc?

Oppure non ci curiamo della libertà di una persona con handicap perché non può dimostrare una certa "parità" e magari addirittura le persone "un po' più uguali (pari) degli altri" si possono prendere anche maggiori libertà?

Oppure cos'altro?

A quale livello ti riferisci tu? E di quale aspetto?

Qual è la qualità importante a cui gli animali dovrebbero stare al nostro livello per avere il diritto di vivere? Fammelo sapere così automaticamente per esclusione so' che chi non sarà al nostro livello riguardo quella qualità non avrà questo diritto (nella tua testa).
Poi nostro, nostro di chi? Il mio? Il tuo? Quello di Alessio? O di chi altro? O magari facciamo una media matematica pesata (peccato che sicuramente non saranno grandezze misurabili, ma va bene...)

E di tutte le altre qualità in cui gli animali hanno anche a livelli superiori ai nostri che ne facciamo? Come le consideriamo? Ah scusa, ok, quelle non danno diritto alla vita, il diritto alla vita lo decidiamo noi esseri umani (chi? io? tu? O chi altro?)...guarda, già che ci stai, scrivi una bella legge dettagliata su chi ha diritto alla vita e chi no.

Credo che sei andato proprio fuori strada con quella considerazione sulla "parità".

Come ho detto con Alessio poiché cerco di valutare le sue intenzioni, attenzioni e il suo impegno, che è tutt'altra cosa dal dire che possiamo mangiare carne perché gli animali non sono al nostro livello.

réve ha detto...

vegetariano non significa estremista!!!

perchè i vegetariani devono sempre dimostrare qualcosa al resto del mondo?!

che sono PIù coerenti, PIù sani, PIù ragionevoli, PIù tolleranti, etc etc!

proprio come le donne, che sul lavoro devono dimostrare di essere PIù brave!

proprio come gli animali, che devono essere "al nostro livello"

e gli esempi continuerebbero...

nessuno ha il diritto di insultare o discriminare qualcun'altro per la scelta che fa, e io di insulti o accuse ai vegetariani ne vedo fin troppe

Michele ha detto...

Infatti, bravo revé nel mettere l'accento sull'aspetto che vegetariano non significa estremista o fondamentalista, altrimenti non vedo perché non dovrebbero essere giudicati altrettanto fondamentalisti o estremisti quelli che ritengono che gli esseri umani sono onnivori.

Il punto è cercare la Verità, questo è l'importante.

Quando la si cerca prima o poi la si trova o quantomeno ci si avvicina di più rispetto a quando non la si cerca.

Condanno invece o meglio non mi piace affatto chi senza un benché minimo di informazione o di ricerca affermi delle "verità" senza ombra di dubbio.

virginia ha detto...

Io sono del tutto d'accordo con te!Anche io ho ridotto drasticamente le quantità di carne dalla mia alimentazione, tuttavia mi capita ancora di mangiare petto di pollo o pesce (e quest'ultimo, devo ammetterlo,mi piace un sacco!...).Contemporaneamente vengo alle serate VEG e mi ritengo animalista, ecologista e ambientalista...vabbè sarò incoerente anche io, ma come hanno detto alcuni nei commenti precedenti meglio fare poco che non fare nulla (per l'ambiente, per gli animali, per un mondo sostenibile...).
(Quando la facciamo la prossima uscita VEG? dài che saremo tantissssssimi - come al solito!;-)

Noel ha detto...

Caro Alessio,
l'integralismo è sempre sbagliato e quindi sbagliano coloro che ti insultano perchè cmq sia tu sul tuo blog pubblicizzi la riduzione del consumo di carne e questo è ottimo.
Io sono vegetariano completo da quasi 11 anni e sto benissimo, anche se ancora oggi mi fanno i soliti commenti idioti ma non per questo dico che tutti quelli che mangiano carne sono idioti.

e poi....magari un giorno potrai diventare vegetariano completamente no?? a me piacerebbe essere vegano ma è molto difficile, dovrei privarmi anche di una pizza in pizzeria con gli amici e per ora, a 30 anni, probabilmente non sono pronto e non ne ho voglia...poi in un futuro chissà!!

Sicuramente molte persone prima o poi dovranno pensare al vegetarismo anche xchè il pianeta non ce la fa + a sopportare il consumo di carne e la prima scelta ambientale possibile, prima ancora dell'energia pulita, del riciclaggio e quant'altro sarebbe quella di eliminare completamente "i cadaveri" dai propri pasti.

Ma è una scelta che spetta alla coscienza di ognuno...come odio coloro che mi "rompono" sul fatto che sono vegetariano, non mi permetto di dire a nessuno che sbaglia e di fare come me. Al max espongo i benefici che derivano dalla mia scelta.

Un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

ma basta con la storia che smettere di mangiare carne è una rinuncia! mica si tratta di fare le guerre puniche, è solo cambiare abitudini alimentari!

sinceramente non capirò mai questo odio verso i veg*, se fate una semplice ricerca su internet vedrete che in percentuale sono molti di più gli onnivori intolleranti che i veg*... ma essendo noi una minoranza è più facile e quasi legittimo metterci in croce!

gabriele ha detto...

Ale io sto completamente dalla tua parte. il processo che porta a diventare vegetariano non è certo facile, e piu in generale è difficili avere uno stile di vita cruelty free (visto che ovunque si va ti fanno trovare carne da mangiare o i medicinali , cosmetici , sono tutti provati su animali). se però posso muoverti due critiche: a) non è vero che mangiare piccole quantita di carne non provoca sofferenza. quegli animali in ogni caso sono stati uccisi e quindi hanno sofferto b) non è vero che mangiare carne ogni tanto fa bene..ormai qualsiasi studi di alimentazione serio porta a dire che della proteina della carne si puo tranquillamente fare a meno e che l'alimentazione vegetariana varia ed equilibrata è la più sana. ciao e continua cosi

socratevolante ha detto...

Sequestro preventivo per un blog. Scusa per l'incursione non attinente al post. http://www.nonvedomasento.splinder.com/post/17410849/Sequestro+preventivo+o+censura

Giovanni Affinita ha detto...

Per quanto mi riguarda, noi essere umani siamo ad un livello superiore per il semplice motivo che noi non ci fermiamo al un livello istintuale. Quanti animali conosci che si sono evolute alla nostra velocità? Quanti animali conosci che abbiamo sviluppato le scienze, in generale? A mio parere è indubbio la nostra superiorità rispetto agli animali, quelli usualmente indicati con questo nome. Il loro diritto alla vita viene dopo il diritto alla vita della specie "uomo".

Alessio ha detto...

L'uomo è anche l'unico animale che inquina il proprio habitat...solo questo basterebbe a non farci definire superiori...

Giovanni Affinita ha detto...

Ma allo stesso tempo è capace di porvi rimedio...non confondere la studipità che è una caratterista individuale, con la specie umana.

darida ha detto...

Chiedi ai parlamentari europei di far diminuire le emissioni di CO2!
Presto il Parlamento Europeo voterà gli emendamenti al rapporto sulle "Strategie comunitarie per ridurre le emissioni di CO2 delle automobili e dei veicoli commerciali leggeri."
Invia questa lettera agli onorevoli del parlamento per chiedere di limitare le emissioni delle automobili !

http://www.e-terra.it/mail.php

Francesco e Zara ha detto...

Adesso mi prenderò le critiche di tutti ma voglio andare controcorrente e dire comunque la mia. Essere vegetariani è una scelta nobile e condivisibile e per questo non la discuto, al massimo ne discuto le cause. Mi spiego meglio: se la scelta deriva dalla sofferenza che spesso si fa passare agli animali allevati in condizioni crudeli, allora la capisco. Se mi si dice di dover diminuire la carne consumata per ridurre le emissioni inquinanti che ne derivano dalla produzione, anche qui mi trovo d'accordo. Se invece mi si dice che non si deve mangiare carne per sostenere la crescita mondiale della popolazione allora non ci sto. Il pianeta terra ha dei limiti che prima o poi dovremmo tutti riconoscere. E quindi, scusate, ma, chi lo ha detto che la soluzione del problema sta solo in una parte dell'equazione e non nell'altra? Mi spiego meglio: dovremmo smettere di mangiare la carne o piuttosto dovremmo smettere di moltiplicarci come conigli? Secondo me è molto più logico auspicare la decrescita demografica invece che desiderare un mondo di soli vegetariani. Perdonatemi ma rifiuto di rinunciare alla mia bistecca settimanale per il fatto che nel mondo si facciano in media 5 figli a donna. Dirò di più: secondo me la visione dei vegetariani integralisti è assurda. Paradossalmente estendendo il loro modo di pensare ad infinitum si arriverebbe ad un punto in cui per il politically correct arriveremmo ad avere 30 miliardi di individui su questo pianeta che dovrebbero vivere in un metro quadro ognuno, con mezzo litro d'acqua al giorno al massimo, elettricità 10 minuti al giorno eccetera e naturalmente la fine di qualsiasi allevamento di animali. Eh no, scusate, ma io a questo scenario da trincea della prima guerra mondiale non ci sto. Decrescita, fonti energetiche alternative, diminuzione dei consumi eccetera sono tutte cose che approvo e cerco di applicare nella mia vita. E quindi anche diminuire il consumo di carne lo approvo. Ma il fondamentalismo alla volemose bene no, anzi, lo rigetto con tutte le forze. Non mi sto riferendo ad Alessio o alle persone che hanno scritto prima di me, ma mi sto sfogando proprio contro quelli che pensano: "se tutti facessero come me il mondo sarebbe perfetto". Ah, un'ultima cosa: mi fanno paura quei vegetariani o vegani che non danno carne ai propri figli piccoli (ne sono testimone diretto, conoscevo una coppia di persone i cui figli di meno di dieci anni erano bianchi come zombie e morivano sempre di sonno) e purtroppo sono in crescita. Inoltre se si è vegetariani non si può fare sport a livello competitivo, osservazione banale ma che se provi a farla in certi ambienti ti saltano addosso (con l'asparago tra i denti!).

Ed ora sono pronto ad essere massacrato! :)

Karen ha detto...

Ciao Alessio!
A Francesco e Zara rispondo solo su un punto: far crescere i propri figli con la dieta vegetariana non è un crimine. Dipende sempre come lo si fa... un pò come per ogni dieta. Anche Veronesi dice che è tranquillamente fattibile.
Se poi ogni tanto spunta una notizia al tg che afferma che è morto un bambino vegan e non si va ad indagare quello che c'è dietro è soltanto falsa informazione.
E chiedo loro: da quando un vegetariano non può fare sport a livello agonistico? Sapete che ci sono diversi sportivi che la praticano e non sono ancora schiattati? Certe dicerie proprio non le riesco a capire!
Per quanto riguarda Alessio... diventare vegetariano non è per tutti semplicissimo, è combattere contro delle abitudini che si hanno da tutta la vita.
C'è chi riesce a cessare il consumo di carne (e con carne intendo insaccati, bistecche e anche pesci... insomma qualsiasi cosa proveniente da un cadavere)in un giorno e chi ci mette più tempo.
Il cambiamento non deve essere forzato altrimenti viene visto in maniera negativa. Ma rimane il fatto che non ci si può cullare per tutta la vita con la scusa del "ho ridotto il consumo di carne, la mia coscienza è apposto".
Io sono vegetariana da 10 anni circa e non lo sono diventata in un giorno, e allo stesso modo non riesco ad essere completamente vegan anche se è passato un anno dalla mia scelta. Tutto dipende da un sacco di cose ma soprattutto dalla propria volontà.
Però non puoi dire che le piccole quantità di carne che ti capita di mangiare non causano la sofferenza animale perchè anche una fetta di prosciutto implica che un maiale ha sofferto ed è stato ucciso.
Se pensi questo sicuramente diminuirai ancor più il consumo di animali fino a eliminarlo completamente.
Io ormai quando vedo un pezzo di carne vedo solamente un pezzo di muscolo e la cosa è veramente disgustosa perchè quel muscolo prima faceva parte di un intero corpo con una faccia e soprattutto con la sua vita.
Saluti!!

Michele ha detto...

X Francesco e Zara, ragazzi bisognerebbe informarsi meglio prima di condannare degli atteggiamenti.

Non è mia intenzione massacrarti, ci mancherebbe, voglio solo provare a fare un po' di chiarezza o a risponderti.

Qual è il problema nel far crescere i figli vegetariani? E' forse una colpa quella di farli crescere avendo una maggior probabilità di essere più sani? (Questo sono quello che dicono le ricerche e gli studi scientifici e le statistiche, che oltre alla salute si spingono oltre, e dicono che statisticamente il quoziente intellettivo dei vegetariani è maggiore di quello di chi mangia anche carne)

Veronesi citato nel commento precedente non solo dice che è fattibile (non mangiare carne), ma che è addirittura meglio!
Lui infatti, grande esperto sulla salute e sul cancro è vegetariano da circa vent'anni e non credo certo che stia sacrificando la sua salute per il mondo, anzi, sta aiutando se stesso aiutando anche il mondo.

Ragazzi, per favore non confondiamo l'essere vegetariani con le carenze o la mal nutrizione, sono due cose completamente diverse che purtroppo a qualcuno per credenza o ignoranza (nel senso che ignora) piace molto associare.

Semmai, alla luce delle ricerche scientifiche e di quanto male facciamo a loro e all'ambiente se proprio ci dovesse essere qualcuno che si dovrebbe sentire in colpa è chi fà crescere i figli con una dieta onnivora, semmai eh...ma questo io non lo voglio dire, ma per favore non diciamo neanche il contrario, limitiamoci ad accettare le nostre scelte e le scelte altrui, magari ragionando insieme, in fondo vedo che siete molto ragionevoli, questo mi fà pensare che siete poco informati riguardo alcuni aspetti o che avete avuto esperienze o esempi non proprio adeguate a riguardo nella vostra vita.

Sullo lo sport, vi posto questo link:

http://www.scienzavegetariana.it/
sport/schede_famosi.html

e quest'altro:

http://www.scienzavegetariana.it/
sport/schede_sport.html

Andatelo a dire a Murray Rose con le sue 3 medaglie d'oro olimpiche nel nuoto o a Edwin Moses, medaglia d'oro nella corsa a ostacoli o a Carl Lewis o a tanti altri grandi campioni se essere vegetariani vuol dire morirsi di sonno e essere bianchi come gli zombi.

Andatelo a dire a un cavallo che mangia solo erba come fà ad avere quei muscoli e quella forza esplosiva. Mi potrete dire che il cavallo è giusto che mangi erba perché lui è erbivoro.

Bene, è qui che volevo arrivare!

Ragazzi il punto è uno, tutto sta nel capire quale è la natura umana. L'uomo cosa è per sua natura? E' onnivoro? E' vegano? E' vegetariano? E' frugivoro?

Difficile rispondere, difficile saperlo, ma solo rispondendo a questa domanda possiamo capire quale sia la cosa migliore per noi stessi e per il mondo intero.

Io sinceramente comincio a convincermi sempre di più che tra tutte le cose elencate sopra, la cosa che molto probabilmente NON SIAMO è proprio onnivori.

Rigurdo le rinuncie, SE l'uomo non dovesse essere onnivoro, credo sia sbagliato parlare di rinunciare a mangiare carne, in tal caso bisognerebbe parlare proprio di errore, cosa ben diversa.

Riguardo il cibo e l'acqua nel mondo, se tutti fossero vegetariani si potrebbero sfamare e dissetare diversi miliardi di persone in più (dipende da cosa si coltiva) (eheh...scusatemi Francesco e Zara se faccio questo discorso che proprio non vi piace, spero capirete che occorre sapere anche queste cose)

Riguardo il fare figli come conigli, beh questo è tutto un altro discorso che sarà da affrontare, ma non mi sembra ora il caso e il contesto, ma non troveremo certo lì la risposta sul nostro essere vegetariani, vegani, onnivori o frugivori.

Francesco e Zara ha detto...

Karen, te lo dico sinceramente, tu sei proprio una di quelle persone a cui mi riferivo prima. Io penso che certe scelte tipo la religione, politica, orientamento sessuale (sempre che sia una scelta), insomma scelte di vita importanti e personali non debbano essere imposte a tenera età, ma lasciate al singolo una volta che abbia la maturità di fare una scelta consapevole. In ogni caso trovami un pediatra che non ti sconsigli vivamente una dieta vegetariana per un bambino. E voglio anche sapere quanti atleti vegetariani parteciperanno alle Olimpiadi. Per finire con la storia della fetta di prosciutto che rinfacci ad Alessio perchè il maiale soffre, ecco, qui veramente mi cadono le braccia. Premetto che anche io rigetto ed odio la sofferenza inutile e crudele che spesso molti animali sono costretti a subire, come gli allevamenti in batteria e, peggio, la vivisezione. Per questo cerco sempre di mangiare biologico ed evito prodotti testati su animali. Ma che degli esseri viventi uccidano degli altri per sopravvivere è ASSOLUTAMENTE NORMALE ed anzi indispensabile e tentare di cambiare questo è pura follia, è come pensare di fermare l'acqua con le mani. E poi scusa, ma i vegetali che mangi non li uccidi per caso? Ed anche questa visione della natura idilliaca è, scusami la franchezza, patetica. La natura sa essere madre ma anche e soprattutto matrigna. Gli animali prede di felini soffrono quando sono uccise, soffrono tanto. Hai mai visto quei documentari in cui un bue finisce bloccato in una pozza di fango e viene mangiato vivo, DICO VIVO, da leoni e iene? Lo sai che ci sono insetti che lasciano agonizzanti le proprie prede per mangiarsele lentamente, in pochi giorni? Ed il serpente che si mangia la cavia viva e paralizzata? E le ultime ricerche che hanno dimostrato che branchi di delfini maschi a volte stuprano esemplari di femmine, dimostrando che l'uomo non è l'unico essere capace di violenza sessuale? La natura sa essere CRUDELISSIMA quando vuole.Ed anche se l'uomo sparisse domani tutto ciò non cambierebbe. E questo lo aveva capito due secoli fa un certo Leopardi.

Francesco e Zara ha detto...

Michele, mi sa che il male informato sei tu. Per sapere se un mammifero è erbivoro o carnivoro basta esaminare due aspetti anatomici: dentatura e sistema digestivo. Scusa ma come fai a dire che ancora non si sa se l'uomo è onnivoro o no? Ma stiamo scherzando? Si sa sì! Per caso tu hai tre stomaci come un bovino? E secondo te i canini ce li abbiamo per bellezza? Se c'è un mammifero che è scientificamente provato essere onnivoro questo è l'essere umano!
Poi mi vieni a parlare di Veronesi? Lo stesso Veronesi che dice che gli inceneritori producono ZERO e che si è creato un impero economico grazie al cancro? Ah ok, di uno così mi fido veramente ciecamente...
Gli atleti vegetariani? Scusami ma stento veramente a credere che quando gareggiavano non mangiassero carne, magari sono vegetariani ora che non gareggiano più. O forse avevano altri aiutini. Ma senza le proteine animali voglio vedere quante medaglie o competizioni si possano vincere nello sport professionista di oggi. Trovami un sollevatore di pesi, un maratoneta o un ciclista vegetariano che vinca qualcosa.
Boh, a volte mi sembra di parlare con persone che sono convinte che uno più uno faccia tre. Ma il mondo è bello perché è vario, no?

Alessio ha detto...

Pensate che una volta mi ha contattato una ragazza che voleva un parere sulla sua tesi che si chiamava: gli atleti vegetariani :)
Ne sono esistiti parecchi che hanno vinto competizioni serie qui ne trovate alcuni:

http://www.scienzavegetariana.it/sport/schede_famosi.html

Francesco e Zara ha detto...

Ultima cosa e poi smetto di rompere. Io penso che scelte personali ed intime come religione, orientamento sessuale (sempre che sia una scelta e non una condizione), politica e quindi anche abitudini alimentari debbano essere lasciate prendere ai propri figli una volta raggiunta una certa maturità fisico-psichica-intellettiva e non imposte già a tenera età.

Resta il fatto che mi fa paura (come mi è capitato) vedere un bambino di cinque anni che ti dice che se mangia la carne Gesù piange, ma quello strano sicuramente sono io...

Gianluca Pistore ha detto...

beh io sono uno di quelli che hai convinto a diventare "vegetariano-part time"

ma non precario ahhah ciao

Alessio in Asia ha detto...

Che ogni persona INFORMATA sia libera di decidere cosa fare.

Anche se, forse siamo arrivati a un punto di svolta della storia dell'umanita': per millenni l'uomo a controllato la natura per far sopravvivere la popolazione, e' tempo di iniziare a controllare la popolazione per far sopravvivere la natura?

Michele ha detto...

X Francesco e Zara: sugli atleti vedo che non sei andato a vederti i link che ti ho postato prima, e fortunatamente Alessio te ne ha ripostato uno dei due, grazie Alessio.

Per quanto riguarda l'anatomia? Dici che si sà? Sono io quello male informato? E' possibile ma la tua analisi sul dire che abbiamo i canini e quindi siamo vegetariani mi pare decisamente superficiale, guardati questi due link, poi ne riparliamo:

http://www.viveremeglio.org/
0_tavola/09_carnivoro.htm

http://www.procaduceo.org/it_mater/
articoli/salute/no_carne1.htm

Ti ripeto, se proprio devo partire con l'escludere quello che siamo, escluderei onnivoro.

Su Veronesi, non facciamo i sempliciotti per favore, ora perché ha detto una cazzata sugli incenertori e sappiamo tutti il perché l'ha detta (interessi economici) non ci legittima a screditare tutto quello che dice uno dei più grandi esperti al mondo di cancro e se permetti le cose sono MOLTO diverse.

Dubito che Veronesi sia disposto ad andare a vivere affianco a un inceneritore anche se dice che non fà male, perché sono convinto che SA di aver mentito. Invece sul fatto del vegetarianesimo, lui lo è diventato!

Sul vegetarianesimo accade il contrario di quello che è accaduto con gli inceneritori, lui NON lo PUO' sbandierare troppo proprio in nome degli interessi economici che ci sono dietro, ma lui ci è diventato. Credi sia la stessa cosa??? E' come se lui dicesse, bene l'inceneritore non fà male, costruitelo vicino casa mia, credi lo farebbe mai?

Quando uscì il problema mucca pazza, sulla prima intervista televisiva fattagli lui disse come soluzione per evitare rischi: "DIVENTATE VEGETARIANI"...bene sul primo telegiornale la sentimmo, su tutti gli altri di tutti gli altri canali fu tagliata! Ora Veronesi non parla più in quei termini, ma tra le righe lo dice e lo fà capire spesso che è meglio.

Cerca di analizzare i fatti con un po' più di oggettività, oppure se ora tu dici una cazzata poi tutti noi avremmo il diritto di non considerare più una sola parola di quelle che dici e non mi sembra affatto né intelligente e tantomeno giusto.

Facciamo i bravi su...

Karen ha detto...

X Francesco e Zara: io sarei una di quelle fondamentaliste o solo una vegetariana che vi fa paura??
E per fortuna che ho specificato che chiunque in questa scelta si deve prendere i suoi tempi... non mi sembra di aver obbligato il mondo intero a diventare vegetariano! Io sono per il vivi e lascia vivere!
Ma se la dieta vegetariana va bene anche nell'infanzia non vedo perchè criticarla a priori solo perchè qualche persona ottusa crede che i bambini diventeranno dei piccoli zombie anemici. (E ci sono anche pediatri e neonatologi vegetariani se è questo che volete sapere.)
L'intelligenza sta nel non vietare al figlio di fare le proprie scelte e di sperimentare, se vorrà mangiare carne avrà il diritto di farlo... ma questo è un altro discorso!
E per la storia della fetta di prosciutto, potete negare che viene da una morte? E secondo voi l'uccisione non causa sofferenza?
E smettiamola con il dire che se un gatto mangia un topo per sopravvivere allora anche noi Esseri umani dobbiamo farlo!
Quello che ci differenzia dagli altri animali è proprio la coscienza e la capacità di scelta: con legumi, cereali, verdure e frutta possiamo avere una dieta completa, cosa che un leone non può fare. Perchè il leone è carnivoro e mangiare vegetali non è adatto alla sua dieta come per una mucca mangiare carne.
E citare Leopardi... solo perchè lui vedeva in maniera negativa la vita allora vuol dire che le cose stanno così?
Nel mondo ci sono costantemente guerre e morti, ma non per questo bisogna continuare a pensare che vada bene così.
Di certo grazie a me non smetteranno di esserci, non sono così stolta da crederlo, ma se io posso limitare lo schifo che c'è pensando con la mia testa allora lo continuerò a fare. "Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" affermava Gandhi e su questa frase si basa il mio modo di vedere la vita: cercare di comportarsi sempre al meglio, con le persone, con gli animali e con l'ambiente. Perchè qualcuno stupra o tradisce allora sono autorizzata o destinata a farlo anche io? Non credo proprio.
Per il fatto che anche la carota soffre, non rispondo nemmeno perchè mi sembra solo la solita frase banale che si tira fuori quando non si ha più nulla da dire.
Le proteine animali sono necessarie? Altra banalità: le proteine sono costituite da vari aminoacidi. Ci sono aminoacidi essenziali che devono essere integrati con la dieta e questi sono presenti anche nel regno vegetale. Perciò per una dieta completa basta variare i cibi perchè alcuni sono più ricchi di un determinato aminoacido rispetto ad altri: mangiare frutta secca e cereali per apportare aminoacidi solforati -scarsi nei legumi- e nutrirsi con legumi per ottenere lisina -scarsa in cereali e frutta secca-. Molto semplice!
Perciò quando un atleta agonista sceglie di diventare vegetariano non vuol dire che si vuole mettere in pensione.
E per quanto riguarda anatomia e Veronesi concordo con Michele.

Michele ha detto...

Approfitto di questa importante discussione creatasi per pubblicizzare un forum creato proprio da pochi giorni per parlare e discutere anche di queste cose

Non me ne voglia Alessio per questa pubblicità abusiva,l'invito è rivolto a tutti ed anche a lui, per me sarebbe un grande onore.

Il forum è:
http://wwwnonsolospiritualita.
forumup.it/

ed ho aperto una discussione apposita per questo argomento:

http://wwwnonsolospiritualita.
forumup.it/viewtopic.php?t=24&
mforum=wwwnonsolospiritualita

Grazie a chiunque di voi voglia partecipare.

Qualora ad Alessio non piaccia questo mio post è pregato di cancellarlo al più presto e me ne scuso con lui e con tutti.

Andrew ha detto...

Alessio essere vegetariano non è un difetto, è semplicemente una scelta. Ti capisco perfettamente quindi

www.diegogarciablog.blogspot.com

Andrea ha detto...

Mi dispiace ma non condivido l'essere vegetariano o, peggio ancora, vegano. Nella carne è contenuto un amminoacido particolare, il triptofano. Questo sconosciuto, che starete pensando ma questo da dove cala, è contenuto solo nella carne ed è indispensabile in quanto il nostro corpo non riesce a sintetizzarlo. Ricordiamo che siamo onnivori, ad ogni modo, ho deciso di lasciare un commento solo per puntualizzare che Darwin IPOTIZZO', e tutt'ora resta tale,la nostra discendenza dalla scimmia. Quindi non sottovalutare l'anello mancante. Noi non deriviamo dalla scimmia :)
Distinti Saluti

Karen ha detto...

Andrea guarda che quell'elemento nutrizionale sconosciuto, il triptofano è presente in gran quantità non solo nella carne ma anche nella frutta secca (100 grammi di mandorle contengono 394 mg di questo aminoacido, molto di più di quanto se ne trova nei vari tipi di carne.) e nei legumi e, ad ogni modo è presente in tutti i vegetali, tranne negli olii.
Ecco l'elenco dei vari alimenti con le precise quantità dell'aminoacido:
http://www.scienzavegetariana.it/conoscere/nutrienti/triptofano_tutti.html

Sinapsi ha detto...

Io, da un po' di tempo, non riesco più a mangiare uova, pesce, carne, e anche il latte e derivati che primo tolleravo, non riesco più a tollerarli.
Che noi siamo onnivori l'ho sempre dubitato, nonostante i pareri più o meno, molto di parte, autorevoli...
un sistema che legalizza sigarette e alcol (non mi sbranate) volete che la dica chiara in materia di carne si, carne no? Mi viene da ridere.
Una cosa però, ci tengo a sottolinearla(in particolare): mi fanno ancora più ridere, spesso piangere, tutte quelle persone che quando qualcuno maltratta un cagnolino o un gattino, o i famosi cinesi che mangiano manicaretti a base di cane, urlano allo scandalo, apriti cielo! Mentre le decine, centinaia, di migliaia, di capponi, conigli, mucche, etc., torturati barbaramente, trucidati per il "santo natale", o gli agnellini per la "santa pasqua" gli sembra cosa normale. Mah!
Meglio mi fermo qui.

Sinapsi ha detto...

Scusa Alessio, ti leggo da un po', preso dalla foga dell'argomento, mi sono dimenticato di farti i complimenti per il blog.
Ciao

Alessio ha detto...

Grazie per i complimenti Sinapsi

Woodstock65 ha detto...

Ciao Alessio
Ho scritto un post di risposta nel mio blog all'argomento vegetariano... molto tranquillo, che ti inviterei a leggere al suo interno ti linko il tuo articolo...
Avrei voluto postare come commento qui, ma come vedrai è altrattanto lungo... sarei lieto di ricevere una tua impressione.
http://woodstock65.blog.105.net/Perch__Non_Sono_Vegetariano_21111.shtml

P.s. non andare nel mio blog qui su google, ma usa il link qui sopra è in fase di preparazione....

Anonimo ha detto...

io vorrei capire perchè chi sostiene che l'uomo sia superiore agli animali in toto, poi giustifica il suo mangiare carne dicendo che in fondo siamo scimmie...


ultima osservazione: chi si scandalizza tanto per quei genitori che crescono figli veg*, poi magari porta i suoi a mangiare da mcdonalds...

Alessio in Asia ha detto...

Un articolo interessante:
http://www.psichesoma.com/ma-i-vegetariani-riescono-ad-acquisire-il-ferro-senza-mangiare-carne/

Manuel ha detto...

Ciao Alessio, io la penso esattamente come te.

Manuel
Gas Baggio
Milano

unlike ha detto...

Beh, Alessio, mettiamola così: anche consumare meno carne è una scelta in chiave vegetariana, perché comporta una riduzione di tutti gli effetti nocivi legati a tale pratica (in termini di uccisione di animali, inquinamento, depauperamento delle risorse alimentari, aumento dei rischi cardio-vascolari ecc.).
Se, però, la propria scelta è legata prevalentemente a ragioni etiche, non credo si possa parlare di minor sofferenza inflitta agli animali grazie allo sporadico consumo di carne: sarebbe come dire che si è contrari al furto, ma che rubare venti centesimi ogni tanto non è poi così grave...
In ogni caso, lungi da me (vegetariana da meno di un anno) trinciare giudizi sulle scelte degli altri: trovo anzi che l'intento di sensibilizzare i frequentatori del tuo blog sull'argomento, parlandone senza ipocrisia né falsi pudori, sia meritoria, e ne approfitto per ringraziarti!

Ciao,
Paola

Giorgio ha detto...

W LA CARNE. SOPRATTUTTO DI CAVALLO. QUI COL PALIO ME LA POSSO SOGNARE.

Anonimo ha detto...

W IL POLLO, IL CAVALLO, IL CONIGLIO, LA MUCCA, LA RANA...

VIVI!!!!!!!!!

silvia ha detto...

vai tranquillo..io nn mangio più carne da 2 anni ma qualche volta mangio ancora pesce e quando vado a fare volontariato in brasile, se sono ospite di una famiglia delle favelas di sicuro non rifiuto la loro carne elencando i miei motivi da occidentale. Ma non rinuncio a promuovere e sostenere il vegetarianesimo...anche se per i vegani sono un onnivora come tutti gli altri.il problema penso sia il fatto di voler formare un elite..ciao ciao

Anonimo ha detto...

E' sicuramente apprezzabile il fatto che tu sia interessato a questo argomento e che ne abbia fatto anche un blog.
Io sono completamente vegetariano da circa 17 anni (ne ho 36) e, oltre ad altri svariati e numerosi motivi, vivo in modo vegetariano anche come una protesta contro la crudeltà verso animali che vengono "aperti" vivi e coscienti.
Non mangerei nemmeno un grammo di carne per evitare di vanificare la mia scelta ed il mio "sciopero".
Se vuoi vedere cosa succede nei macelli cerca il mio blog myspace come "dj nidub".
Un salutone, Andrea.

Anonimo ha detto...

sei un lurido ipocrita. ti dispiace sentirtelo dire? be, è quello che sei. da vegeteriano quelli come te danneggiano moltissimo il movimento vegan. Vergognati.

http://vegetarianesimo.splinder.com/

Anonimo ha detto...

hai il mio appoggio, non rispondere nemmeno agli insulti!! Ognuno fa quello che può e le quantità di carne che mangi te non influiscono sulla tua salute, nè su altro. Da parte mia sono vegetariana da soli due mesi, ma proprio non riesco a mangiar carne, perchè mi farebbe sentire in colpa.Giusto ieri ho rifiutato un compromesso a casa di amici, seppur mi dispiaceva molto e mi sembrava maleducato.Piu passa il tempo in cui non ne mangio, piu è forte in me il rifiuto. Per me è così, ma ognuno è diverso. (- ragazza vegetariana! )

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.