lunedì 3 marzo 2008

Io voto: Per il Bene Comune



E' un partito con candidato premier Stefano Montanari, il ricercatore che tempo fa ha girato l'italia insieme a Beppe Grillo per spiegare quanto siano dannosi gli inceneritori e quanto facciano male le nanoparticelle.

Tempo fa, avrei tanto voluto vedere alle elezioni un partito con questo signore premier e finalmente questo sogno si è avverato ma solo dopo una lunga lotta con la casta che ha fatto il possibile per non farlo candidare.
Finalmente potrò votare una persona che stimo da cui mi sento rappresentato.

Riporto una sua intervista sulla storia di questo partito:

Dott. Montanari che progetto ha il suo partito?

Intanto bisogna capire come è nato PER IL BENE COMUNE. Da almeno un anno mi capitava di leggere documenti firmati dal senatore Fernando Rossi di cui ignoravo tutto. Ciò che Rossi scriveva a proposito dell’ambiente era intriso di buon senso e, per questo, mi capitava di pubblicare i suoi atti ufficiali su www.stefanomontanari.net che è il mio blog. Poi, un giorno, vengo a sapere che l’hanno buttato fuori dal suo partito (Comunisti Italiani) perché si era permesso di votare contro la continuazione della nostra guerra in Afghanistan, cosa, peraltro, che il suo partito aveva preteso a gran voce per poi effettuare un italico voltafaccia appena arrivato al governo. Qualche tempo dopo, leggo un altro atto ufficiale di Rossi, mi piace e gli scrivo, chiedendogli se vuole una mano. Da lì è cominciata la nostra amicizia e così è nato PER IL BENE COMUNE. Il programma definitivo sarà pubblicato entro pochissimi giorni, ma l’ambiente sta in testa a tutto perché, ed è una regola della Natura, se distruggi l’ambiente in cui vivi sei destinato ad estinguerti. Dunque, è questo il problema numero uno.

Non si apparenta con nessuno e che speranze avete?

Impossibile apparentarsi. Noi non abbiamo colorazioni paleo-politiche (comunisti, fascisti, liberali storici, democristiani… Tutta roba da dinosauri, ormai sepolta dalla storia), non abbiamo interessi economici o di potere, non siamo quelli che distribuiscono pensioni indebite o posti di lavoro in cui il lavoro non c’è ma c’è uno stipendio, salvaguardiamo l’ambiente senza compromessi, pretendiamo di vedere come sono spesi i nostri soldi… Insomma, chi troviamo che voglia stare con noi? Noi siamo dei rompiscatole! E, difatti, si è cercato in ogni modo di impedirci di partecipare alle elezioni senza esitare, per questo, a ricorrere ad un rosario incredibile d’illegalità, calpestando anche senza ritegno la costituzione oltre a tacitare tutti i mezzi d’informazione. Alla fine, ce l’abbiamo fatta noi, ma mi aspetto altri colpi mancini. Le speranze? Beh, in un paese normale non ci sarebbe bisogno di noi perché ciò che sosteniamo è naturalmente condiviso da tutti i partiti o quasi. In Italia il voto si dà per abitudine, per motivi di tifo o perché arriva qualcosa in cambio, magari piccolissimo, ma la speranza che arrivi c’è. Qui, noi siamo scoperti, perché siamo persone per bene e non ce la facciamo a fare porcherie. La speranza nostra è, naturalmente, quella di avere il consenso delle persone come noi e di riuscire ad arrivare in Parlamento per il bene di tutti. Per inciso, per dimostrare di non avere interessi di poltrona, Nando Rossi si candida per il Senato dove lo sbarramento è dell’8%, una quota per noi realisticamente irraggiungibile.

Che ne dice dell’appello che vari intellettuali ambientalisti, penso ad Andrea Masullo , Federico Valerio ed altri fanno per la Sinistra Arcobaleno?

L’Italia è un paese strano, un paese non di sportivi ma di tifosi e, quel che è un po’ peggio, di tifosi del calcio. E al tifoso del calcio non interessa se la sua squadra vince perché compra l’arbitro. L’importante è che vinca. Machiavelli? A me dà una leggera nausea, ma se vogliamo nobilitare a tutti costi… Comunque, venendo agli Arcobaleno, Bertinotti non sa nulla di ambiente, se si eccettua quello dei salotti parigini, né gl’importa qualcosa, e quanto alla vocazione democratica del suo partito, basta dare un’occhiata a come si è comportato quando si è tentato d’imbavagliarci: loro erano tutti monolitici in prima fila con una faccia di bronzo da far paura. Ma i più pericolosi, sempre restando in argomento ambiente, sono i Verdi. Se a Roma Pecoraro pigola per proteggere l’ambiente, in periferia i suoi fanno di tutto. Basta guardare a Bolzano, a Ferrara, in Toscana, in Puglia e in tantissime altre zone: lì sono proprio i politici locali verdi a sostenere a gran voce i progetti più aggressivi per l’ambiente, inceneritori in testa. Da notare che i Verdi sono molto appetibili per i vari devastatori dell’ambiente a scopo di lucro, potendo usare la loro casacca come garanzia presso i cittadini ignari, che sono la stragrande maggioranza, che le loro porcherie sono innocue. Anzi, magari fanno pure bene. Quanto a Valerio e a Masullo, temo che il loro schieramento politico li faccia agire da tifosi e non da scienziati. Noi di PER IL BENE COMUNE non facciamo sconti né eccezioni: se incenerire fa male, fa male e basta. Se uno è incoerente, è incoerente e basta.

Qualche notizia sulle candidature del suo movimento?

Stiamo allestendo la formazione. Io sono candidato premier e capolista in diverse regioni e per gli altri si deciderà a brevissimo. Si tratta, comunque, di persone provenienti dalle più varie filosofie politiche ma unite dalla comune onestà e impegnate a portare a riva questa nave senza nocchiero in gran tempesta, come avrebbe detto Dante. Aggiungo che siamo tutti dispiaciutissimi che non sia possibile esprimere preferenze come pretende la Costituzione.

In questa difficolta dei senza partito ritiene vincente il suo messaggio

Noi costituiamo l’unica possibilità di alternativa a un sistema di partiti rumorosamente divisi sulle bazzecole e uniti come la Banda Bassotti sui grandi temi. Dove c’è da mangiare a sbafo a spese nostre, e mi riferisco, tra l’altro ma non solo, a TAV, nucleare, rete d’inceneritori e quant’altro, i colori si annullano: tutti per uno, uno per tutti come i moschettieri. Io non so se il messaggio sarà vincente, però esiste e chi non se la sente di continuare a lasciare che una casta politica cristallizzata e rapinosa continui ad imperversare, oggi una possibilità ce l’ha. Chi vota per i vecchi, se l’è voluta. Chi non vota, proclama: “Fate di me ciò che volete.” Se non dovessimo ottenere consensi, significherà che tutti coloro che mi scrivono, mi telefonano o vengono nel mio laboratorio per chiedermi di andare nella loro città perché è la più inquinata d’Italia, perché da nessuna parte ci sono cancri come lì, perché i bambini sembrano degli ectoplasmi, perché non si respira per il fetore, avevano scherzato e di me non c’è alcun bisogno. Da un certo punto di vista, questo mi metterebbe l’anima in pace e potrei permettermi di lavorare come fanno tutti, senza preoccuparmi dei problemi altrui.

Come vi muoverete nei prossimi giorni?

Cercheremo di renderci visibili, di rendere noto che esistiamo. Radio, TV e giornali ci tengono accuratamente imbavagliati e questo ci mette in una certa difficoltà, perché andare alle elezioni assomiglia tristemente a vendere un prodotto qualunque e se non dici in TV che il tuo detersivo lava più bianco, nessuno se ne accorge. Al di là delle riunioni che faremo, contiamo sul tam tam della rete. Funzionerà? Se gl’Italiani non saranno pigri, sì. Altrimenti, sarà tutto come prima e sentiremo all’infinito le solite, stantie, irritanti lamentele da bar di chi dà le chiavi di casa ai ladri e poi piagnucola se trova la casa svaligiata.

articolo tratto da http://www.agoramagazine.it


Qui sotto, il Dottor Montanari ci parla del non voto:



Qui il programma del partito.

Qui la conferenza Stampa della RAI:













28 commenti:

Melina2811 ha detto...

votare per una persona di cui si ha fiducia è sempre la cosa migliore..... quando questa esiste....

brian ha detto...

wow, non m'aspettavo una risposta di questo genere!
Ora penso di aver capito per chi voterai... :-)

Alessandro ha detto...

Beh... sembra che Montanari sia davvero l'unico degno di ricevere la fiducia degli italiani, anche se in certi punti del programma è un pò troppo vago e mi aspettavo qualcosa di più per quanto riguarda giustizia e sicurezza.

A me piace molto Di Pietro, ma non riesco a sopportare il fatto che si sia alleato con Veltroni! Ovviamente lo capisco, l'ha fatto per entrare nelle istituzioni; cosa che correndo da solo sarebbe praticamente impossibile!

Vediamo un pò come si evolve la situazione e poi deciderò tra Di Pietro, Montanari o scheda bianca...

SolarTime - Il Blog di Alessandro

Max ha detto...

Ecco tra le tante cose buone Beppe Grillo ne ha una negativa: non farebbe mai pubblicità ad un partito come questo: siccome non è una lista civica con il bollino di Grillo, siccome non dentro ci sono comunque politici che vengono dal parlamento, questo partito non avrà mai l'appoggio del blog di Beppe Grillo... voi direte: che c'entra beppe Grillo? Bhe, la tematice che affronta questo partito sono le stesse affrontate nel suo blog, e potrebbe fare un po' di pubblicità a questo progetto. Mi sa che se non lo bombardiamo di email non si muove nulla.

Saretta ha detto...

ahaha... c'ero anch'io... è stato meraviglioso!!!
bravobravobravo!!! (purtroppo non posso ancora votare...)

Artemisia ha detto...

Ti ho gia' espresso in un precedente commento le mie perplessita' sul dr. Montanari.
Scusami, ti stimo troppo per tacere.
Con affetto,

Gianluca Pistore ha detto...

è giusto dire queste cose, questa è campagna elettorale vera, questa è informazione vera.
anche io mi candido con lui :))) magari!

brian ha detto...

la mano del blog di peppe grillo farebbe davvero bene a questo partito...
Kissà se il buon Beppe scenderà al fianco di Montanari..Lui l'ha fatto spesso...

alex ha detto...

se andrò a votare lo voterò anch'io

profondoceano ha detto...

La cosa negativa di queste liste, fatte di persone di buona volontà e degne di stima,è che sono troppo sparpagliate.Dovrebbero unirsi tutte sotto un solo simbolo o ci vorrebbe qualcuno, come Grillo, che le unisse.

http://veritasegrete.splinder.com

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Se si candida come premier e capolista anche da me potrei valutare....

Gianluca Pistore ha detto...

@ profondoceano, già sono riuniti sotto il partito PER IL BENE COMUNE.
capolista Stefano Montanari.

Anonimo ha detto...

Montinari... allora si che darò scheda bianca!

Daniele ha detto...

Votalo pure, ci mancherebbe altro. Ma io ti consiglierei anche di studiarti la legge elettorale... Mi dispiace che lo dica in giro Berlusconi, però ha ragione, voti come questo sono "sprecati".. Lo so, è una affermazione forte e può sembrare anche scortese. Però davvero, un voto a chi non ha la minima possibilità di vincere nè di superare lo sbarramento è un voto buttato...

Anonimo ha detto...

Caro Daniele,
andare al voto non è come giocare la schedina del totocalcio: non devi indovinare chi vince, ma indicare chi, tra tutti, porta avanti i progetti che ti sembrano più sensati. Se il tuo voto va a un partito che non raggiungerà il quorum, non importa perché tu avrai fatto il tuo dovere *verso te stesso*.
Non votare un partito perché "tanto non vince" è un comportamento senza senso. Vota quelli in cui credi e lascia che sia il responso a dire chi vincerà. Comunque ne varrà la pena.

Andrea

Anonimo ha detto...

Eppoi, Daniele, che cosa vuoi che dicano i Berlusconi, i Veltroni, i Casini ecc.? Di votare i partitini. Secondo me questi signori, a questa tornata elettorale, si prenderanno una sonora scoppola. DIAMO IL VOTO AI PARTITINI, invece, così il nostro messaggio sarà molto chiaro.

di-nuovo-Andrea

Noel ha detto...

Daniele, allora votiamo per sempre o Berlusca o il PD, due facce della stessa medaglia.
Il mare è fatto di gocce...cominciamo piano piano

Thomas ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Thomas C. ha detto...

Grandissimo Alessio che posti il partito di Montanari!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Diamo visibilita' a tutti quelli che si battono per davvero anche solo per un picolo passo verso la normalizzazione dell'Italia e lo hanno dimostrato in maniera inequivocabile!

E basta con la storia che il voto ai piccoli partiti e' perso!

Lloyd ha detto...

-No Tav
-Coppie di fatto: -Varo di una legge che riconosca lo status di famiglia alle coppie di conviventi, estendendo loro i diritti/doveri delle coppie sposate
-Economia: -Abolizione della legge 30 (legge Biagi).

Sono 3 punti che mi fanno accapponare la pelle!! :-|
Non capisco veramente come si possa essere contro la tav :-| :-|
Sono contrario alle coppie di fatto.
La legge Biagi va migliorata, non abolita!


cmq a parte questo, anche se dissento su molti punti gli auguro di ottenere molti voti, anche se sicuramente non entrerà in parlamento nemmeno di striscio,...però le cose si fanno un po per volta,..oggi prenderanno 20000 voti a dir tanto, domani(inteso alle elezioni ancora piu prossime) magari diventeranno 200000 e dopodomani magari 2000000.
L'importante è che questi progeti di nuovi partitini non svaniscano qui, nel nulla dopo una singola elezione...pian piano potrebbero maturare esperienza, partire dalla base di 20000 voti che prenderanno, ottenere l'appoggio di internet, dare via ad un vero e proprio partito con tesseramento, e programmare bene il programma per le elezioni che si svolgeranno tra 5 anni.. e magari presentare le liste in qualche piccolo comune con una figura "importante".. poi prendere esperienza e unire piu liste simili in una per le prossime elezioni (quelle degli anni venturi) in una sola lista (ci sono 181 simboli depositati quest'anno..e per ideologia o programmi potrebbero essere ridotti ad una decina, essendo che molti sono praticamente uguali..beh..l'unione fa la forza..).. e via dicendo..
glielo auguro, anche se nn lo voterò,..ma certamente meglio gente nuova rispetto a quelli che ci sono ora..

Daniele ha detto...

La discussione meriterebbe una trattazione ampia. Cmq dire DIAMO IL VOTO AI PARTITINI vuol dire condannare l'Italia a ciò che è stato negli ultimi anni: governi che non portano a nulla.

Non c'è nessun Paese al mondo con 40 partiti in parlamento e c'è ancora qualcuno che dice diamo il voto ai partitini... Diamolo e poi non lamentiamoci se o governi non governano.

Thomas C. ha detto...

Per chi dice che l'Italia e' ingovernabile per la presenza dei partiti piccoli rispondo che l'Italia e' ingovernabile perche' all'interno dei partiti grandi in verita' ci sono miriadi di voci contraddittorie che firmano un programma per entrare in parlamento e poi partono con i ricatti!

Diciamo una buona volta che esiste solo una maggioranza, che e' quella della volonta' a delinquere. E una minoranza che e' quella della NON volonta' ad opporsi.

Un partito piccolo che si oppone allo stato di degrado delle istituzioni a partire dal parlamento rappresenta la mia dignita'!

Poi per rispondere a LLoyd sul programma:

no alla TAV, vuol dire anche SI ad aprire gli occhi su realta' di degrado sociale che con quei soldi forse si possono iniziare a sanare. La TAV viene DOPO in un paese civile, che non pensa solo agli imprenditori, che han successo solo quando sono sostenuti dallo stato e poi tacciano gli altri, tutti gli altri, con l'appellativo di comunisti. Gli inceneritori funzionano solo come consorzio con il pubblico, guadagno privato e spesa pubblica a cominciare dal Cip6, tassa che alimenta i crancrovalorizzatori. Basta con l'imprenditoria fatta sui costi distribuiti alla massa di tassati!

ma questo dovrebbe essere uno dei punti meno importanti da discutere no?

Cominciamo a parlare di legittimita' alla candidatura per tutti gli inquisiti o delinquenti che si buttano sulle liste del PD e PDL! Anche dopo che han deciso di fare le liste "pulite". (vedi caso Crusafulli del PD)

Io non voto un partito di massa solo perche' dei pecoroni lo fanno credendo di dare stabilita' al governo. Governo di chi? La PDL con la stabilita' del 2001-2006 ha fatto un colpo di stato con la legge porcellum, che ci toglie la liberta' di scelta! Stabilita' per cosa?

Sulle coppie di fatto puoi non essere d'accordo, ma siamo in democrazia per fortuna c'e' la pluralita' delle opinioni. Cmq dovresti andare a vedere in quali casi, anche giuridici, quella legge e' fondamentale, come regolamento della vita vissuta. Se me lo spieghi perche' non sei d'accordo magari lo capisco.

Sul fatto che la legge 30 vada migliorata sono d'accordo! L'abolizione mi sembra un'esagerazione da propaganda.

tommi ha detto...

sono di Lecco e anche io stimo il lavoro di Qui Lecco Libera. Ma non so se votare quella lista sia realmente il bene comune... non credo raggiungerà la soglia e a quel punto il mio voto sarà stato sprecato...
certo che il programma è formidabile!
tommi - www.bloginternazionale.com

Anonimo ha detto...

Ciao Alessio...sono Tiziano, ho più volte scritto per la parte che riguarda l'essere vegetariani e mi fa piacere trovarti d'accordo su un altro punto. Non ti conosco ma già ti stimo.
Io voto sicuramente LUI, l'unica persona che merita il mio voto.
A presto ciao....
Tiziano.

Anonimo ha detto...

anche io voterò montanari

Blackangel ha detto...

o monta nari

Carlo ha detto...

Siamo allo 0,3%, ma è solo l'inizio...W PER IL BENE COMUNE

Sergio Mazzanti ha detto...

Lo so che scrivo in grande ritardo.
Ma volevo comunicare a tutti, e in particolare ad Alessio, autore del post, che Per il Bene Comune è ancora vivo e vegeto e che ha bisogno di persone che abbiano a cuore il bene comune per creare una vera alternativa.
Dateci una mano (fosse anche solo col passaparola)!
Potete scrivere al mio indirizzo sergiomazzanti @ gmail.com o a quello nazionale info@perilbenecomune.net

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.