giovedì 6 marzo 2008

Stop alle galline ovaiole ingabbiate in spazi strettissimi!



Grazie ad una segnalazione di CapitanCurrau vi informo che sabato e domenica 8 e 9 marzo si terrà in 350 piazze italiane un operazione di sensibilizzazione ed una raccolta firme per dire basta alle galline ovaiole che stanno rinchiuse a vita in gabbie piccolissime con a disposizione per muoversi uno spazio grande quanto una scatola di scarpe! Queste uova sono contraddistinte dal numero 3 iniziale nel codice stampato.

Ecco l'articolo della LAV al riguardo:

Sabato 8 e domenica 9 marzo la LAV sarà presente in 350 piazze d’Italia per chiedere, con una petizione rivolta al nuovo Governo italiano, che venga confermata la data del 1° gennaio 2012 per la messa al bando delle gabbie di batteria per le galline destinate alla produzione di uova, secondo quanto già stabilito da una Direttiva UE approvata nel 1999. Grazie a una storica campagna, la LAV ha ottenuto il bando europeo di queste gabbie a partire dal 2012, ma ora l’industria avicola tenta di opporsi o di posticipare il bando. Più di 400 milioni di galline ovaiole in Europa vivono rinchiuse in gabbie di batteria grandi meno di un foglio A4, senza alcuna possibilità di muoversi, sottoposte a una vita innaturale: l’8 e il 9 marzo la LAV invita i cittadini a recarsi ai tavoli informativi allestiti nelle principali città, per difendere questo bando che finalmente metterà fine a un sistema di allevamento intensivo particolarmente crudele. In piazza i cittadini potranno firmare la petizione, riceveranno una Guida-pratica sul sistema di etichettatura delle uova (che spiega i differenti sistemi di allevamento delle galline e di etichettatura delle uova) e l’uovo di cioccolato della LAV (con una donazione minima di 10 euro) realizzato con ingredienti e sorprese equo e solidali. La LAV presenterà nel dettaglio questa campagna nel corso di una conferenza stampa alla quale sono invitati tutti gli organi d’informazione: l’appuntamento è per venerdì 7 marzo a Roma (ore 11, davanti al Ministero della Salute, Lungotevere A’ Ripa n.1). Sarà distribuito un dettagliato dossier (sistemi di allevamento, effetti sui comportamenti naturali delle galline, legislazione, consumi di uova e altri dati economici), e saranno illustrate la Guida-pratica sull’etichettatura delle uova, la petizione popolare rivolta al nuovo Governo e il fac-simile di una gabbia di batteria.

Qui trovate la lista delle piazze dove potete firmare.

In alto potete vedere la liberazione di qualche gallina ovaiola mentre qui sotto un bellissimo spezzone del film una scomoda verità, che affronta in maniera brillante la tematica "economia o ambiente?":



Post simili: Significato codice delle uova. Attenzione al numero 3.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Infinitamente grazie a nome di tutti gli animali
SEI GRANDE ALESSIO (non mi sono sbagliata)
ROS@

Carla ha detto...

Da quando c'è l'etichetta, e quindi si riconoscono, non le compro le uova di galline così maltrattate.

Walter Giannò ha detto...

Ciao! Vorresti che si presentasse alle elezioni regionali una lista di blogger? C'è un sondaggio in cui vorrei anche la tua preferenza! E' importante ai fini del rinnovamento politico della terra siciliana!

http://waltergianno.splinder.com/post/16228424/Il+Sondaggio

Alessio ha detto...

Walter ti conosco bene a te, sei un frequentatore del blog di Miccichè. Non capisco cosa si può rinnovare stando apparentati con Berlusconi, Cuffaro, Lombardo e company....la Sicilia ha bisogno di tutto un sistema nuovo ed indipendente dalla casta. Sonia Alfano Presidente!

Tu6Currau ha detto...

Grazie mille Alessio. Sapevo che non saresti rimasto in silenzio.

CapitanCurrau

Antonio La Trippa ha detto...

bravo!!!!!!!faccio sensibilizzazione anche io a riguardo. Il post di domani tratterà di questo!!

Complimenti!

Anonimo ha detto...

ciao alessio, vorrei chiederti una cosa...da poco sono tornata ad essere vegetariana, è una cosa che sento tanto e che faccio per seguire i miei principi, non me la sento d'essere un anello di questa squallidissima catena di violenza..ma tempo fà avevo ripreso a mangiare carne esasperata da tutti quelli che ogni volta che dici io non mangio carne ti sottopongono al terzo grado e ti iniziano un dibattito dicendo che non serve a nulla, cosa speri di cambiare, a diciott'anni la carne ti serve, tanto gli animali li ammazzano lo steso ecc ecc...ora io dico! ma è possibile che nessuno si renda conto della violenza inutile di cui è complice e seconda cosa.. TE COME RIESCI A SOSTENERE CONTINUE DOMANDE SUL PERCHè SEI VEGETARIANO SENZA IMPAZZIRE?? e rischiando di strozzare qualcuno dopo che ti ha portato all'esaurimento dicendoti che sei un idiota idealista?? è davvero pesante e infondato!! anche te hai questo problema? urge consiglio!! ti ringrazio molto, e comlimenti per il tuo interessantissimo blog! francesca

Alessio ha detto...

Potresti citargli qualche frase tra quelle che ho messo in basso a destra nel blog.

Noel ha detto...

Francesca anche io sono vegetariano, da 10 anni, e non sai con quante stupidate ho a che fare ogni volta. La natura dell'uomo è mangiare carne, l'uomo è cacciatore, non sai cosa ti perdi....sono le classiche menate che mi sono e che mi sento dire. Ho imparato a fregarmene, al massimo mi spiace per loro perchè dire certe cose è soltanto sintomo d'ignoranza.
E quando mi chiedono "perchè sei vegetariano?" rispondo "per 3 semplici motivi: perchè fa bene a me, fa bene agli animali e fa bene all'ambiente".
Ho addirittura dei colleghi che ogni lunedì pranzano da McDonald's e quando tornano mi fanno le battute su quant'era buono il loro pranzo....renditi conto! Io mi faccio una grassa risata e continuo x la mia strada

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.