lunedì 17 marzo 2008

Rifiuti nell'oceano. La plastica diverrà illegale?



Sicuramente non sono molti a conoscere la una triste realtà chiamata Pacific trash Vortex.

Praticamente nell' oceano Pacifico si è creata un' isola di spazzatura grande 2500Km di diametro con una superficie di 5 milioni di chilometri quadrati e 30 metri di prodondità!

La maggior parte di essi sono materie plastiche che provocano dei danni enormi perchè anzichè biodegradare la plastica si "fotodegrada" disintegrandosi in pezzi sempre più piccoli, fino alle dimensioni dei polimeri che la compongono la cui ulteriore biodegradazione è molto difficile. La fotodegradazione della plastica può produrre inquinamento di PCBS. Il galleggiamento di tali particelle che apparentemente assomiglia a zooplancton, inganna le meduse che se ne cibano, causandone l'introduzione nella catena alimentare. In alcuni campioni di acqua marina presi nel 2001 la quantità di plastica superava di un fattore sei quella dello zooplancton la vita animale dominante dell'area. (fonte Wikipedia)

Beh che dire, questa notizia mi ha lasciato veramente impressionato, bisogna assolutamente evitare il più possibile di comprare materie plastiche.
Soluzioni immediate? Risparmiare soldi e utilizzarli per l' acquisto di pannelli solari invece di comprare molti oggetti che spesso risultano superflui.
Inoltre vi consiglio di comprare il sapone solido al posto di quello liquido dato che nel secondo caso contribuirete alla creazione di un contenitore di plastica.

Per approfondire l'argomento e premiare chi ne ha parlato linko alcuni blog che l'hanno fatto di recente:

Ecologic3d
Appunti digitali
Affabulatore
Icarus

13 commenti:

scrooge ha detto...

complimenti, bel blog. tornerò con più calma

Anonimo ha detto...

E' bello quello che dici.
Anche io a suo tempo mi ero impegnato per l'ecologia. Ma notai che a nessuno fregava un cazzo, tutti a pensare al proprio orticello e guai a togliere qualcosa, guai a fare qualche rinuncia.
Li capii che era tutto inutile, e che l'uomo finche non si trovera con la corda alla gola, non fara nulla.
Questo nn significa che io debba inquinare come gli altri, ma significa che l'uomo in generale è stupido.
Manuelll

brian ha detto...

non sapevo questo fatto dell'"Isola" di plastica..
purtroppo questo è quello che succede quando si usa l'oceano com e grande discarica..
io intanto uso sempre il sapone solido che, al max, produce carta che, purtroppo, andrà comunque ad aggiungersi alle montagne d'immondizia che inondano la mia provincia...

PS.
A me...mi non mi sembra tanto bella come espressione XD

Alessio ha detto...

Brian hai ragione sul P.S. l'ho eliminato

AmosGitai ha detto...

Da un casertano... un triste saluto... la situazione, come ho potuto vedere nel week-end, sembra essere migliorata. Ma credo sia soltanto un palliativo!

Gianluca Pistore ha detto...

se ti può interessare ne abbiamo parlato anche io ed Antonio Buono. cmq hai fatto bene a parlarne. ciao

Claudio ha detto...

Volevo ringraziarti di aver inserito un link al post del mio blog dove parlo del trash vortex.
La cosa che mi ha colpito di più è stato il menefreghismo delle testate giornalistiche e dei Tg (sembra che oramai siano tutti filo-politica, quindi non bisogna sollevare polveroni che nessun politico può o vuole risolvere o filo-Corona, nel senso che le cose più interessanti che si leggono o si ascoltano sono le continue notizie di cronaca nera e soprattutto ogni tipo di incontro glamour, di sfilata di moda, di festeggiamenti di qualche oscura e semi-sconosciuta ragazza copertina.... e chi peggio ne ha peggio ne metta).
Dopo un servizio su qualche tg appunto, non si è più sentito parlare di queste migliaia di tonnellate di immondizia NON-BIODEGRADABILE che stanno invadendo i nostri oceani e i nostri mari.
Possibile che una notizia così pesante dal punto di vista ambientale (che quindi di conseguenza riguarda ogni aspetto della vita da vivere...) passi così in sordina senza destare nemmeno troppo stupore?
Possibile che siamo diventati così assuefatti alla nostra produzione di rifiuti (molto spesso derivanti da contenitori o involucri completamente inutili!), tanto da non fare nemmeno caso, oltre che a questo disastro ambientale dell'isola di plastica nell'oceano pacifico, anche alle centinaia-migliaia-milioni di carte-cartacce-plastiche-involucri-contenitori-etc che invadono le nostre strade (anche di campagna!), i nostri campi, i nostri fiumi, i laghi, i mari...?
E questo solo perchè la maggior parte di noi non ha la "decenza" o, molto più semplicemente l'intelligenza, di gettare i rifiuti negli appositi contenitori?
Solo perchè quando un ciclista và a fare un giro in bici, magari getta per terra la carta del suo integratore vitamico-potenziante-defatigante, oppure i cacciatori - eh già, i cacciatori che si professano i MIGLIORI PROTETTORI del nostro ambiente- che sconvolgono il nostro ecosistema oltre che con l'uccisione di milioni di animali indifesi, anche con l'inquinamento che LORO provocano con il piombo doppiamente-assassino.
O tutti quelli che aprono un pacco di sigarette-chewingum-caramelle-medicine-etc che invece di cercare un semplice cestino gettano tutto in terra: e se non c'è il cestino ovviamente basterebbe riporre queste confezioni in tasca e appena possibile gettarle; stesso discorso per chi viaggia in automobile, dove inoltre avrebbe la possibilità di lasciare i loro ormai-inutili-involucri nel portaoggetti dell'auto.
Insomma TUTTI NOI nel nostro piccolo (che poi tanto piccolo non è...) possiamo fare CONCRETAMENTE qualcosa.
E ovviamente possiamo e dobbiamo batterci e lottare contro tutti coloro che si permettono di "toccare" e violare selvaggiamente la NOSTRA Madre Natura.
E nessuno ha scuse, perchè, ripeto, TUTTI NOI POSSIAMO FARE QUALCOSA.
Grazie Alessio e continuiamo, uniti e sempre più forti, a lottare per il nostro mondo, la nostra terra, la nostra linfa vitale, il nostro futuro.
A presto e complimenti per il blog.

Claudio/Affabulatore

Francesco ha detto...

Alessio, anche se il post non è attinente (non vedo del resto come postare un commento generico e non attinente ad un tuo post) volevo chiederti di dare notorietà al fatto che la lista grillo no euro candidata al senato ed il relativo candidato omonimo di Beppe Grillo non a niente a che vedere con il comico genovese (vedi il link http://temi.repubblica.it/elezioni2008-homepage/le-liste-senato) ed i link http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200803articoli/30890girata.asp)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Purtroppo è una realtà di cui avevo letto già su un altro blog.

E purtroppo nessuno muove un dito. Sembra tutto normale, ovvio, sembra che sia logico che l'oceano sia una pattumiera.

Io invece continuo a non crederlo normale...

brian747 ha detto...

http://www.petitiononline.com/plastici/petition.html

sarà la quinta volta ke ti propongo questa petizione Alessio.
Spero che questa volta tu la legga e che almeno esprima un'opinione...

ciao

Sergio ha detto...

Ciao Alessio, ti segnalo il blog della nostra associazione (ancora provvisorio): http://cmkasteddu.blogspot.com/
ed il mio:
www.euyou.blog.tiscali.it
Ciao
Sergio

Dama Verde ha detto...

Neanch'io sapevo di questa Isola di Plastica, sempre più tremendo come stiamo distruggendo il nostro mondo.
Ai politici non gliene può importare di meno.

Alcuni blogger,oltre a te, Alessio, stanno parlandone. Credo sia un dovere di tutti, non solo informare, ma porre attenzione alle cose di tutti i giorni.

Grazie, ciao.

Antonio Buono ha detto...

E il mio link? anche io ne ho parlato,ihihihih.Scherzo...ciao

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.