mercoledì 2 luglio 2008

I primi provvedimenti di Sgarbi a Salemi



In un intervista Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi alla domanda:

Quale sarà il primo provvedimento di Vittorio Sgarbi sindaco di Salemi?

Risponde:

"Tantissimi. Innanzitutto farò di tutto perché non vengano più installate quelle terribili pale eoliche che tanto rovinano il paesaggio. Dovranno passare sopra di me per installarne di altre. Chi ne vorrà di altre cominci a pensare di infilarsele in quel posto…"

Alla domanda:
Perché Sgarbi va a fare il sindaco a Salemi?

Risponde:

Perché la gente mi ha fortemente voluto e perché ho una conoscenza profondissima del territorio e dell’arte della Valle del Belice. Nessuno meglio di me conosce questa zona e i suoi problemi. Non capisco anzi perché non abbiano votato tutti per me”.

Che gran sindaco... e questo è solo l'inizio.

L' intervista completa la trovate qui.

In alto uno degli ultimi incontri di Piero Ricca con Vittorio Sgarbi.

Ed intanto continuiamo a scavare sempre più in basso....

14 commenti:

Angelo ha detto...

Lo stesso discorso sulle pale eoliche l'ho sentito fare anche da alcuni esponenti dei Verdi.. non avevo speranze che Sgarbi potesse essere da meno.

Il paradigma di alcuni animalisti e paesaggisti è in poche parole questo: le pale sono brutte e tolgono il vento costringendo alcune specie animali a spostarsi in conseguenza della loro presenza (non scherzo).

Rufus86 ha detto...

Per non parlare delle tonnellate di anidride carbonica e di ozono che sono state sparate nell'atmosfera per fabbricare tutti i manifesti di Sgarbi! E' uno scempio!

Sara ha detto...

Si era candidato anche nella mia città, anni fa. Abito a Pompei (Na). Fortunatamente non è stato eletto, c'è da dire.

poetaminore ha detto...

Simpatico come al solito. Magari è più bella da vedere una centrale nucleare. Ci attacchi qualche quadretto qua e là...


www.poetaminore.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Detesto Sgarbi, ma temo che stavolta non abbia fatto una delle sue solite provocazioni...in effetti, le wind farms deturpano il paesaggio, ed in un Paese come l'Italia, nel quale il turismo è una delle risorse più significative, il costo da pagare potrebbe essere veramente troppo elevato. In altri termini: poichè la riconversione alle energie rinnovabili è molto costosa, se impoveriamo il Paese avremo meno soldi per attuarla. Il classico cane che si morde la coda...

Aggiungiamo anche che alcune simulazioni hanno provato che l'espansione dei siti destinati a centrali eoliche rischia di avere un elevato impatto ambientale in termini di deviazione del flusso fisologico delle correnti aeree, con conseguente alterazione del clima su scala locale.
Insomma: prima di entusiasmarci per le fonti di energia rinnovabili andiamoci piano...e cerchiamo, invece, di incentivare la ricerca sulla vera forma di energia del futuro: la fusione (non fissione!) nucleare. L'unica, guarda caso, contro la quale i petrolieri facciano serrata lobbying....

Angelo ha detto...

caro anonimo,
per la fusione ci vorranno, a detta di chi ci lavora, 50 anni ovvero la vedremo da vecchi.
Il problema della scarsa reperibilità di energia a buon mercato invece ci colpirà molto prima (picco del petrolio).

Entrare in un periodo di crisi energetica è un po' come andare in guerra: sei costretto talvolta a scegliere tra il male minore.

Bahrabba ha detto...

forse qualcuno sa che è un decelebrato

LaCapa ha detto...

Scusatemi, eh.
Le centrali nucleari no, e sono d'accordo, per tutte le scorie.
Il petrolio no, e sono d'accordo, perchè non è una fonte di energia rinnovabile, si esaurisce, impoverisce il terreno.
L'energia solare no, e non sono d'accordo, per gli alti costi di gestione degli impianti e roba simile.
L'energia eolica no, e non sono d'accordo, perchè le pale deturpano il paesaggio.

Mi domando: quali altre forme di energia dovremo escogitare prima che se ne trovi una che vada bene per tutti?

Si fa un gran parlare di utilizzare fonti di energia che non creino rifiuti difficilmente smaltibili, che non impoveriscano il terreno e che non abbiano alti costi di produzione.
Ci scagliamo contro una delle poche che ha queste caratteristiche poiché deturpa il paesaggio. Che poi, scusate, ma non capisco cosa ci sia da deturpare in una vasta distesa pianeggiante di prato.

Vi dico solo questo: a Berlino il palazzo del Parlamento [è solo uno degli esempi possibili, non l'unico] è ad impatto zero. Le sale sono illuminate per mezzo di energia solare prodotta da pannelli che si trovano sul tetto dell'edificio; per non parlare del fatto che gran parte delle strutture pubbliche sfrutta l'energia di immense pale eoliche che consentono di risparmiare una quantità immensa di denaro. Ci sono stata, ho visto coi miei occhi, non riferisco cose lette altrove e riportate.

Ecco. No, perchè ogni tanto mi sembra che si voglia "la botte piena e la moglie ubriaca", come si dice dalle mie parti.

Rufus86 ha detto...

L'energia rinnovabile è un tipo di energia che secondo me andrebbe largamente utilizzata,su questo non ho nulla in contrario. Ma non la possiamo sostituire del tutto ad altre forme di energia, a causa del pesantissimo uso che ne facciamo. In Germania non campano solo di energia eolica o solare,nessun paese può permetterselo,neanche stati-sputo come la Norvegia o l'Islanda che contano venticinque abitanti e mezza industria mineraria. Il problema è che per un motivo o per un altro sto benedetto problema (come tanti altri del resto) non lo riusciamo a sbrogliare come si potrebbe, o perchè i piagnoni ambientalisti manifestano contro le centrali nucleari,o perchè a Napoli la gente non vuole le discariche, o perchè un idiota come Sgarbi è dell'idea che le centrali eoliche deturpino l'ambiente. Ma alla fine è questo che ci meritiamo: crepare di inedia. Siamo una nazione di piagnoni e di gente oziosa che ha paura della novità.

Papà Volontario ha detto...

e scavando scavando, non troviamo più nemmeno il petrolio. in un certo senso è meglio così. tieni duro. un saluto.

Adduso ha detto...

Che tristezza, come siamo ridotti al Sud e soprattutto in Sicilia.

Abbiamo sempre e solo “padroni” e quando non vogliono apparire in prima persona, ci impongono i loro “servi”. E quel che è peggio, li votiamo pure. Se tornassi giovane cercherei di andarmene da questa bellissima terra.

La storia, purtroppo, è sempre la stessa:

Don Calogero Vizzini, era il capomafia indiscusso della Sicilia del trentennio fascista e nel periodo dello sbarco degli alleati. Secondo alcune fonti storiche (non da tutti accettate, figurarsi), vi sarebbero stati alcuni presunti accordi tra la Marina Americana e i Servizi Segreti americani, con la malavita organizzata italo-americana (Operazione Underwold), così da favorire lo sbarco in Sicilia degli Alleati sulle coste gelesi della Sicilia nel luglio del 1943, tanto che il tenente che comandava le truppe americane, dopo essersi diretto al paese di Villalba, avrebbe presentato Don Calogero Vizzini al popolo riunito nella piazza dicendo loro “Questo essere vostro padrone …” e così nominandolo Sindaco. Da lì, parenti, anche prelati, amici, picciotti, compari, professionisti, trasformisti e riciclati (come oggi d’altronde) tutti all’epoca affiliati alla mafia (come ogg… d’altronde), occuparono conseguentemente ogni livello politico-istituzionale.

Redneck ha detto...

Dopo Cuffaro, Sgarbi. Complimenti siciliani. Almeno fatemi il piacere di non lamentarvi.

gaspare ha detto...

NON MI SORPRENDO DI QUANTI A PARTITO PRESO LANCIANO I LORO SPROLOQUI. Vorrei chiedere, conoscete la relatà che ha vissuto Salemi? Nessuno si è preoccupato di creare le basi per QUALCHE posto di lavoro, anzi i politici hanno creato pastoie. Abbiamo avuto sindaci che hanno svolto l'incarico per lo stipendio, un DOPPIO LAVORO. Politicamente Destra e sinistra hanno creato dei purpurì impensabili. Questa è la realtà, a questo si è ribellata Salemi. Non avevamo nulla da perdere se non liberarci dei nostri illustri politici(? dottori, raggionieri,ecc..mezze calzette) 14maggio1860 abbiamo accolto Garibaldi nel 2008 accogliamo Sgarbi e prima di giudicare aspettiamo, le auguriamo buon lavoro convinti che anche se non farà niente avrà portato GRATUITAMENTE il nome di Salemi per le vie del Mondo e chissà che.....il domani non sarà diverso

antonello ha detto...

Non a caso Salemi - a sentire qualcuno - è ridotta così...cosa ci si può aspettare da gente che accoglie bene Garibaldi e poi Sgarbi?
Inenarrabile vocazione al masochismo e all'autocolonialismo...

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.