lunedì 10 dicembre 2007

Daniele Luttazzi il censurato e la satira



Dopo la censura del comico Daniele Luttazzi avvenuta su La7, riporto uno spezzone del suo programma Decameron dove spiega cos'è la satira, potete vederlo qui in alto.

Il messaggio che ha rilasciato nel suo post con tante scritte "Il Mattino ha l’oro in bocca" postato subito dopo aver appreso della censura del suo programma, è la stessa frase che la moglie di Jack Torrance (nel film Shining) trova ripetuta ossessivamente nel manoscritto del marito, uno dei primi segnali della follia che porterà il personaggio (interpretato dal mitico Jack Nicholson) a sfogare la sua violenza omicida.
Povero Daniele c'è rimasto malissimo.

Ieri ho visto che in TV non hanno praticamente parlato della vicenda, l'ennesima delusione, Luciana Littizzetto a "Che tempo che fa" non ha neanche accennato l'accaduto e neanche Crozza nella sua trasmissione ne stava parlando, fortunatamente il mitico Marco Travaglio ha chiesto con un fuori programma se poteva dire qualcosa su Daniele (Crozza ha accettato) ed ha riportato quanto lui ha affermato nel suo blog ovvero che dei funzionari avrebbero distrutto le puntate di Decameron, dopo lo stacco pubblicitario hanno fatto dire a Crozza che non era vero ma Luttazzi nel suo blog afferma che la smentita di La7 è fasulla, staremo a vedere se ci ripenseranno e davvero, come hanno detto, non cancelleranno nulla.

Oggi in un' intervista rilasciata a Repubblica, Luttazzi spiega che forse Ferrara non c' entra con la vicenda e che gli ordini sono arrivati da molto più in alto, questa si tratta di una censura bella e buona perché nella sua prossima puntata doveva andare in onda una critica verso l' enciclica del Papa proprio come avevo inizialmente pensato guardando il palinsesto di La7.
Poi, perché decidere di sospendere la trasmissione solo il giorno prima della nuova puntata ma trasmettere tranquillamente la replica dove venivano detti i famosi "insulti" a Ferrara?
Comunque leggendo in giro i commenti rilasciati sul web in molti pensano che in questa censura potrebbe esserci lo zampino di Berlusconi e/o Telecom Italia, alcuni parlavano addirittura di quarto polo di Berlusconi...cosa che mi ha fatto davvero preoccupare.

E voi che idea vi siete fatti della vicenda?

7 commenti:

Cristina ha detto...

Sono propensa a credere, dopo avere appreso il contenuto della prossima puntata, che la battuta su Ferrara sia stata solo un pretesto.
Ciao.

cristina

omnia munda mundis

PARADOSSALE ha detto...

Secondo me, Ferrara non rientra nel merito della censura

butred77 ha detto...

non c'è fine al peggio...

Anonimo ha detto...

a me piace luttazzi ma credo sia stato un coglione, per usare i suoi termini; si può fare satira anche con altri termini mantnendo il medesimo significato

Cris ha detto...

ciao alessio io penso che siamo in una dittatura "leggera".quando si toccono certe persone o certi campi ècco che scatta la censura.e la notizia non si divulga.siamo diventati uno strano paese!poi ti volevo dire alessio che il tuo link sulla bicicletta io sul mio blog l"ho messo ma tu non mi hai citato fra quelli che "hanno fatto.sicuramente una svista.ciao alessio,e complimenti per il blog.

Anonimo ha detto...

Luttazzi puo' piacere o non piacere, pero' che anche La7 faccia censura... blah!
Mandategli la vostra opinione, altro che petizione online!
http://www.la7.it/community/scrivici/index.asp

gabry ha detto...

Ciao ale pur pensando che sia stato sbagliato cancellare Luttazzi da la sette penso che non si possa proprio parlare di censura. Se in una rete pubblica non si da spazio a tutte le voci o si raccontano i fatti in maniera distorta e conveniente a una delle parti o si parla solo di garlasco e non di cose più importanti si può parlare di censura o alterazione della realtà. mentre un azienda privata, in questo caso televisiva, ha il diritto di fare un pò ciò che vuole nel rispetto delle regole (tutti noi privati scegliamo cosa fare della nostra vita e come farlo, nel rispetto delle regole). penso che la sette abbia preferito di salvagurdare l'immagine di ferrara, che ha una trasmissione giornaliera che fà determinati ascolti, a discapito di luttazzi. non lo condivido ,ma la sette, ripeto in quanto impresa privata, lo può fare. poi può essere anche che dietro questa esclusione ci siano motivi poco chiari, però l'autonomia privata permette di scegliere a la7 se trasmettere o meno luttazzi. se anche ci fossero in questa scelte interferenze politiche o altro , ripeto che la7 è un privato.la rai invece dovrebbe dare spazio a tutte le voci a tutte le posizioni. ahimè non mi sembra che sia così. riguardo alle critiche sull'enciclica bè anche crozza a ripetutamente fatto satira sulla chiesa (delle volte anche in maniera nn sempre condivisibile) eppure fortunatamente conduce sempre crozzasette.ciao

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.