giovedì 10 gennaio 2008

Consumi Console: Nintendo Wii la migliore


Si parla sempre delle emissioni di Co2 delle automobili ma mai di quelle delle console. Recentemente ho trovato una pagina dove viene calcolato quanto energia consumano le console e anche quanta Co2 producono in generale nell'arco di 365 giorni.

Cliccando qui trovate tutte le informazioni al riguardo con anche il corrispettivo costo annuo per la bolletta dell'energia elettrica.

Tempo fa avevo parlato bene della console Wii in quanto la trovavo economica rivoluzionaria e salutare (aiuta il movimento), ultimamente ho pure scoperto che essa è stata progettata per avere un basso impatto energetico, infatti tra le console di nuova generazione è quella che consuma meno energia. Il divario è veramente imbarazzante, si passa dai 200W di picco della Playstation 3 ai soli 18 del Wii! Oltre 10 volte in meno! La differenza rimane abissale anche nei confronti della Xbox 360 di Microsoft.

Come sono riusciti gli ingegneri della Nintendo ad ottenere un simile risultato? Riporto una parte di un intervista fatta a coloro che si sono occupati dello sviluppo della console che ho trovato nel loro sito:

Quando uno sviluppatore ha a disposizione tecnologie dei semiconduttori all'avanguardia, tende a sfruttarle per ottenere prestazioni migliori e risultati esteticamente più belli. Nel caso di una CPU, la tendenza sarà quella di cercare di aumentarne la capacità di calcolo e la potenza, cosa che, però, fa aumentare anche le dimensioni e il consumo energetico del chip e per la quale sono necessarie tecnologie dei semiconduttori altamente sofisticate. Ma vi sono molti altri modi per sfruttare la tecnologia all'avanguardia oltre al semplice miglioramento grafico. Ad esempio, la stessa tecnologia può essere sfruttata per ridurre le dimensioni del microchip. Noi abbiamo sfruttato tecnologie all'avanguardia per minimizzare il consumo energetico della console Wii. Con un chip più piccolo si può realizzare una console più piccola. Noi abbiamo realizzato un chip più piccolo e dal consumo energetico minimo, quindi la console può essere lasciata sempre accesa. Per questo posso affermare che il modo in cui la console Wii sfrutta la tecnologia allo stato dell'arte è unico rispetto a tutte le altre macchine.


Gli ingegneri adorano le macchine dalle alte prestazioni. Lei è un ingegnere: non ha vissuto in maniera conflittuale il fatto che lo sviluppo della console Wii non mirasse al semplice aumento della potenza?


Ad essere sincero sì... per essere veramente onesto devo dire che ho vissuto la cosa con molta ansia. Dopotutto per uscire dal percorso tracciato nelle road map ci vuole molto coraggio. La riduzione del consumo energetico è un ostacolo che sapevamo di poter superare e, in effetti, abbiamo avuto la certezza di poterlo superare in uno stadio abbastanza precoce dello sviluppo della macchina. Quello che ci preoccupava era il fatto di non sapere in che modo questa caratteristica della console Wii avrebbe cambiato il mondo dei videogiochi. Nel momento in cui si è affermata l'idea che la console Wii sarebbe stata "la macchina che ti dà qualcosa di nuovo tutti i giorni" abbiamo capito che avevamo scelto la strada giusta: se la console può darti qualcosa di nuovo tutti i giorni è perché può rimanere accesa 24 ore su 24.

Quali sono stati i punti di svolta nel processo di sviluppo della console Wii?

Dunque, quando stavamo cercando di minimizzare il consumo energetico della console eseguivamo simulazioni del modo in cui tale consumo energetico sarebbe cambiato facendo uso di tecnologie all'avanguardia. Quando abbiamo applicato queste tecnologie al GameCube, e abbiamo constatato che potevamo ridurne il consumo energetico ad un terzo o a un quarto rispetto al normale, sono rimasto molto colpito. È stato proprio in quel momento che ho capito in pieno l'unicità di Nintendo. Le domande che tutti si pongono mentre sviluppano una nuova console sono: "Di quanto può essere più veloce rispetto alle macchine attuali?" oppure: "Di quanto possiamo aumentare la memoria?", o ancora: "Quanti poligoni in più riusciremo a far generare a questa macchina?". Nintendo, invece, si è chiesta: "Di quanto possiamo ridurre il consumo energetico della macchina senza ridurne le prestazioni?".

Secondo lei quali sono i motivi per cui si è arrivati a porsi quella domanda?

Il motivo fondamentale è che Nintendo ha sempre cercato di fare le cose in maniera diversa e originale. E ha sempre cercato di influenzare anche i suoi partner con questa filosofia. Di conseguenza, i nostri partner hanno sempre sottoposto alla nostra attenzione nuove idee e tecnologie: credo che questo abbia contribuito fortemente alla creazione della console Wii, una macchina che non esisterebbe se non avessimo pensato in maniera innovativa.
Ovviamente abbiamo sempre tenuto in grande considerazione le prestazioni. Ottenere "prestazioni basse e bassi consumi" è facile, mentre molti puntano alle "alte prestazioni con alti consumi". Solo Nintendo ha cercato "alte prestazioni e bassi consumi". Certo, la console Wii fa uso di tecnologie all'avanguardia per ottenere alte prestazioni, ma lo fa muovendosi in una direzione totalmente diversa dagli altri. Prendiamo come esempio l'industria automobilistica: non tutte le auto vengono prodotte allo stesso scopo. Alcune sono fatte per essere veloci, altre catturano l'attenzione del pubblico per i loro motori ibridi. Se mi è concesso usare le automobili come metafora, potrei dire che nel settore dei videogiochi la competizione è sempre stata incentrata sulla potenza dei motori. Ma non tutte le auto vengono prodotte per competere in Formula 1.
Come le macchine ibride hanno spostato l'attenzione del pubblico sulle "prestazioni ambientali", credo che, allo stesso modo, la console Wii abbia in sé un nuovo valore aggiunto. In ogni caso non ci siamo mai tirati indietro di fronte alle sfide sul piano della tecnologia. Infatti, la console Wii presenta numerosissimi elementi altamente tecnologici.

Beh che dire, complimenti davvero Nintendo, avete aperto la strada ad un nuovo, importantissimo e corretto concetto di evoluzione, spero tanto che continueranno questa strada che per adesso gli sta portando anche ottimi risultati.

P.S. Curiosamente Nintendo figura all'ultimo posto nell'ultima classifica verde stilata da Greenpiece.

8 commenti:

Andrew ha detto...

Nintendo wii anche per me. Ora è uscita la ps3, ma temo che sia migliore....

www.diegogarciablog.blogspot.com

gianluca ha detto...

per me è arabo, non ho mai giocato tanto alla playstation, ma ora non ho proprio il tempo! sa, faccio altro, sono passato ad una scuola più impegnativa delle medie e studio molto meno, non gioco con nulla, cazzeggio = 0 e sto sul blog o lavoro per l'ambiente! però sto bene così ciao

gianluca ha detto...

P.S. se dovessi avere figli, userei questo post per comprargli i giochi... ciao

Saretta ha detto...

ti ho linkato, ho imparato!!:)
se ti va di linkarmi....

http://ilblogdisaru.blogspot.com/

»-(¯`v´¯)-»møk@»-(¯`v´¯)-» ha detto...

per me vincono i giochi da tavola fatti con gli amici davanti a una birra fredda o ad una bella cioccolata calda a seconda della stagione, il problema è che lavorando tanto, spesso alla sera piuttosto che avere baldoria in casa finisci a sgranchirti le falangi davanti all' xbox 360 o, peggio ancora, ti ritrovi a collassare sul divano mentre fai zapping!!! .... ed è già l'ora di ripartire....

Domenico ha detto...

Il livello di consumo energetico del WII è bassissimo rispetto alla concorrenza (anche se parliamo di tutt'altro hardware). Per l'impatto ambientale è un'altro discorso. Mi aspettavo un risultato diverso da un colosso come la Nintendo.

Andrea89 ha detto...

Se si deve basare l'acquisto di una console sull'emissione di diossido di carbonio, E' FINITA!

Io rispetto le opinioni altrui purchè vengano rispettate le mie, tuttavia Alessio ci hai rotto 3/4 di mi***ia!

AlexilGrande ha detto...

andrea89 l'energia, dato che si può consumare in tanti modi, si può anche risparmiare in altrettanti. E quello di comprare la console che consuma meno energia è uno di quei 2000 modi per risparmiare energia (dato che non si comprano quelle che consumano più energia).

Il Blog è senza pubblicità.
Se hai il piacere di offrirmi qualcosa, puoi fare una piccola donazione. Grazie.